Mini: 10 modelli per la prossima generazione

Mini Coupè

Se la gamma attuale Mini vi sembra molto ampia, preparatevi a nuove sorprese per il futuro. Con la imminente presentazione delle versioni 2 posti, Mini potrà contare sulle varianti hatch, clubman, countryman, cabriolet, coupè e spider, ma secondo Norbert Reithofer c'è spazio per fare molto di più con il brand Mini. In una intervista rilasciata a Whatcar?, il capo del marchio Mini ha infatti confermato l'investimento di 500 milioni di Sterline per lo stabilimento di Oxford, in vista della nuova generazione dei prodotti Mini attesa nel 2013, ed aggiunto che la nuova piattaforma UKL consentirà di creare una famiglia di ben 10 modelli. Tra questi è facile immaginare la versione coupè della Countryman, presentata al salone di Detroit come Paceman concept e la piccola Rocketman, con passo accorciato, destinata a diventare la versione entrylevel.

Ammettendo per un attimo che queste ultime due versioni vengano aggiunte alle nuove versioni delle varianti attuali, il listino potrebbe contare quindi 8 varianti: Reithoffer ha parlato di 10 Mini diverse, quindi rimane ancora spazio per qualche sorpresa ad effetto. Potrebbe trattarsi della Beachcomber mai nata, così come di qualche allestimento supersportivo tutto da immaginare. Non mancheranno, sicuramente, future concept car per scoprire le intenzioni del gruppo BMW in merito al futuro di Mini.

Mini Cooper SD: primo contatto
Mini Cooper SD: primo contatto
Mini Clubman Hampton e Mini John Cooper Works 2011
Mini Clubman Hampton e Mini John Cooper Works 2011

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: