Mazda 3 2014: prezzi, informazioni e prova su strada

Mazda rende noto il listino prezzi della nuova 3: sarà in vendita da 17.400 euro a 25.700 euro. Le nostre impressioni di guida.

a:2:{s:5:"pages";a:13:{i:1;s:0:"";i:2;s:25:"Mazda 3 2014: gli interni";i:3;s:32:"Mazda 3 2014: La guida su strada";i:4;s:22:"Listino Prezzi Mazda 3";i:5;s:14:"Primo contatto";i:6;s:46:"Mazda 3 2014: Foto, Dettagli e Prova su strada";i:7;s:36:"Mazda 3 Su strada: Agile e scattante";i:8;s:30:"Mazda3 2014: interni e comfort";i:9;s:21:"Mazda3: la tecnologia";i:10;s:39:"Mazda3 Berlina: non arriverà in Italia";i:11;s:25:"Mazda3: Tutte le immagini";i:12;s:34:"Nuova Mazda 3 svelata in anteprima";i:13;s:29:"Nuova Mazda 3: scheda tecnica";}s:7:"content";a:13:{i:1;s:6122:"La nuova Mazda 3 è pronta per tentare la scalata al segmento C: prezzi da 17.400 euro e motori da 100 a 165 cavalli si abbinano a tanta tecnologia e ad un design rinnovato, ecco la nostra prova su strada.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Giunta alla sua terza generazione la Mazda 3 si dimostra cambiata sotto molteplici aspetti. L’estetica è stata infatti pesantemente rivisitata, così come la tecnica, con nuovi motori sempre più efficienti, ma anche la praticità d’utilizzo, con grandi studi per ogni minimo dettaglio dell’abitacolo. Non c’è mai stata Mazda 3 migliore di questa, con il costruttore giapponese che punta al segmento C cercando di aprire una nuova strada per il futuro del marchio, anche in Europa.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

La Mazda 3 è infatti pensata per essere comoda, efficiente e facilmente utilizzabile da chiunque in qualsiasi situazione: bagagliaio ampio, tanto spazio a bordo e soluzioni tecniche e tecnologiche all’avanguardia. Un esempio è il nuovo impianto di infotainment che propone un layout finemente studiato per non distrarre il guidatore, consentendo però un’esperienza completa con tutte le funzioni necessarie al giorno d’oggi.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Ma la Mazda 3 può veramente insidiare un mercato così complesso come quello del Segmento C? Scopriamolo insieme nella nostra prova su strada.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

";i:2;s:7418:"

Mazda 3 2014: gli interni

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Prima di parlare di comportamenti dinamici e di guida su strada, per la nuova Mazda 3 è necessario avere un approccio diverso rispetto alle altre vetture. Salendo in macchina le prime sensazioni sono da vera premium, con tanti particolari ben rifiniti, ottimi accoppiamenti dei pannelli e delle plastiche finalmente migliorate e globalmente di buon livello. Anche il design è abbastanza riuscito: riprendendo le linee classiche Mazda i designer le hanno evolute in un nuovo concept di spazio interno che raggruppa tutto quello che serve vicino al guidatore.

Certo noi abbiamo provato una variante full optional come spesso accade, ma analizzando anche una vettura con meno accessori il guidatore ha un livello di comfort ottimale ed una semplicità d’utilizzo, fatta eccezione per certi particolari come la regolazione dell’head up display, con una dotazione completa di tutto quello che serve per viaggiare in totale relax.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Uno degli aspetti che non ci hanno convinto è la posizione degli specchietti esterni, a nostro avviso un po’ troppo arretrati e con una visuale poco completa, seppur ampia. Appena ci si mette alla guida bisogna prendere le misure più che con la vettura, che appare snella e ben intuibile, proprio con gli specchietti, anche dopo un’attenta regolazione. Fortunatamente Mazda propone un ottimo sistema di Blind Spot che segnala l’arrivo di vetture a lato cercando di prevenire incidenti.

Un’altra pecca degli interni riguarda il sistema Head Up Display. Abbiamo infatti provato la nuova Mazda 3 nelle versioni con cruscotto tradizionale e con Hud. Fin dai primi chilometri abbiamo notato, in alcune condizioni di luce, un fastidioso riflesso sul parabrezza causato dallo schermo dell’Hud e dai suoi componenti, che risulta totalmente assente nella variante con contachilometri tradizionale.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Per quanto riguarda il resto dell’abitacolo è difficile trovare altri difetti eclatanti, con un’ottima realizzazione di tutti i particolari, con grande cura per quanto riguarda sedili e rivestimenti vari. Sedendosi sui sedili posteriori si può immediatamente apprezzare il grande spazio per le gambe che supera addirittura quello di alcune berline dei segmenti superiori. Ciò è stato reso possibile dal riposizionamento dell’asse posteriore con un leggero allungamento del passo che ha permesso ai designer di reinventare l’abitacolo rendendolo più spazioso che mai. Tutto ciò però non va assolutamente a discapito del vano bagagli che, con i suoi 350 litri si dimostra estremamente ampio e ben fruibile.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

";i:3;s:7804:"

Mazda 3 2014: La guida su strada

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Fin dall’accensione del motore la Mazda 3 2014 si dimostra un’auto veramente comoda. Il suono del benzina è estremamente lieve, quello del diesel un filo più presente ma comunque estremamente ovattato: Mazda ha utilizzato soluzioni di prim’ordine per l’isolamento acustico, creando una vettura silenziosissima, sia da ferma, con i motori che davvero non si sentono, sia in marcia. Viaggiando infatti non si sentono minimamente fruscii o rumori aerodinamici con il rotolamento degli pneumatici che quasi non si sente. Anche i motori sono estremamente isolati e cambiare “a orecchio” non è facilissimo, ma dopo aver preso le misure dell’auto grazie al suo buon feeling si innestano le marce con disinvoltura.

Proprio il cambio è uno dei particolari meglio riusciti della nuova segmento C. La Mazda 3 utilizza infatti i concetti di sportività introdotti dalla Mazda MX-5 estremizzandoli a livello di comfort. Il cambio è infatti comodissimo da usare, ha una resistenza all’innesto morbida ma consistente, che permette di inserire le marce con precisione ed in maniera fluida. Gli innesti sono ben spaziati, così come le marce che, una volta abituati alla spinta del motore, rendono la guida piacevole e disinvolta. Discorso simile anche per il cambio automatico SkyActiv: abbastanza reattivo, l’automatico di Mazda ha un buon feeling, fatta eccezione per la frenata dove i doppia frizione risultano ancora superiori. Unica pecca, a nostro avviso, sono i paddles dietro al volante: realizzati in plastica danno sensazioni più da utilitaria che da segmento C, un vero peccato.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Di ottimo livello anche i motori, con i benzina leggermente più bilanciati del potente 2.2 diesel che in curva tende a scivolare leggermente in appoggio, soprattutto se si accelera in uscita, con la coppia che mette un po’ in difficoltà gli pneumatici anteriori. La potenza non manca neanche sul 1.5 benzina che appare molto equilibrato ed adatto per la nuova Mazda 3: i consumi sono bassi, Mazda dichiara infatti un consumo medio di 5.0 litri ogni 100 chilometri: noi non siamo riusciti a replicarlo, più che altro per via delle strade di montagna che abbiamo percorso. L’unità a quattro cilindri non sembra affatto sottodimensionata per questa vettura da quattro metri e mezzo, tutt’altro, si rivela perfetta per l’utilizzo quotidiano, certo non è una scheggia nelle accelerazioni, ma con un prezzo d’attacco di 17.400 euro non si può pretendere un’eccessiva sportività.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

Il 2.2 diesel, motore che va controcorrente senza farsi problemi di downsizing è molto corposo, ma ai bassi regimi è un po’ scorbutico e bisogna viaggiare sopra i 1.700 giri per utilizzarlo con disinvoltura. L’isolamento dalle vibrazioni è di ottimo livello, così come quello acustico e la Mazda 3 diesel si lascia guidare con facilità e risulta anche piacevole. La potenza di 150 cavalli e 380 Nm permette partenze rapide ed accelerazioni di buon livello grazie al buon setup del cambio ed al tiro del quattro cilindri. Visti i tempi che corrono tutti si aspetterebbero un’ormai classico millesei turbodiesel sotto il cofano della segmento C, ma i giapponesi osano ed azzeccano un motore divertente che ben si accoppia con la vettura e che a dirla tutta non ha consumi o costi di gestione sostanzialmente più elevati rispetto alle tradizionali unità da 1.6 litri.

Dinamicamente però la vettura non risulta impeccabile: il piacere di guida c’è ma non è ai massimi livello, lo sterzo è abbastanza preciso ma non comunicativo e risulta un po’ lento nelle manovre più concitate. L’assetto però è di buon livello e coniuga ridotti moti di cassa con un’ottima comodità di marcia. Rollio relativamente basso ed un buon inserimento in curva permettono anche di divertirsi un po’ con la nuova Mazda 3, con l’ESP che quando inserito lavora bene ed interviene in maniera fluida e pacata, correggendo gli errori del guidatore e riportando l’auto sulla retta via.

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

";i:4;s:1112:"

Listino Prezzi Mazda 3

Mazda 3 1.5 100 cv Essence 17.400 euro
Mazda 3 1.5 100 cv Evolve 19.800 euro
Mazda 3 2.0 165 cv Exceed 23.400 euro
Mazda 3 2.2 D 150 cv Evolve 23.800 euro
Mazda 3 2.2 D 150 cv Exceed 25.700 euro

Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada
Mazda 3 2014 prezzi e prova su strada

";i:5;s:6684:"

Primo contatto

Mazda 3 2013 Prova su strada Live

Dopo averla provata come prototipo di pre produzione, in queste ore stiamo testando la nuova Mazda 3 sulle strade della Spagna nella sua veste definitiva. La segmento C dalle generose dimensioni è cambiata parecchio rispetto al nostro primo contatto, con alcuni particolari, come le plastiche, che sono migliorati, ed altre qualità che sono venute meno, evolvendosi verso una migliore fruibilità quotidiana orientata a durare nel tempo.

La nuova Mazda 3 si propone in italia con tre motori, un diesel, il 2.2 da 150 cavalli in vendita a 23.800 euro, e due a benzina, il 1.5 da 100 cavalli, con un prezzo d'attacco di 17.400 euro, ed il 2.0 da 165 cavalli che sarà disponibile solo nell'allestimento Exceed, il top di gamma, e costerà 23.400 euro. Ieri abbiamo provato proprio quest'ultima motorizzazione sulle tortuose strade spagnole, iniziando a capire come la nuova Mazda 3 si sia evoluta nella dinamica rispetto al nostro precedente contatto su strada.

Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live

Il 2.2 spinge forte: una buona coppia, un corpo vettura leggera ed una rapportatura ben spaziata che consente di giocare con il cambio per risolvere in maniera scattante ogni situazione. Tuttavia al di sotto dei 1.700 giri il propulsore è un po' troppo ruvido ed eccessivamente pigro a salire di giri. Sopra tale soglia però la spinta è di ottimo livello, così come le prestazioni e la ripresa, nonostante le marce si rivelino un po' lunghe. Lo sterzo ha perso un po' a livello di comunicatività, ma risulta più rapido, morbido e diretto, ottimo per la guida di tutti i giorni ma non impeccabile nei tratti in cui si spinge forte.

Salendo in macchina le prime impressioni sono da vera Premium: plastiche notevolmente migliorate rispetto al modello pre serie che avevamo testato negli scorsi mesi e grande cura nei dettagli, soprattutto negli allineamenti dei pannelli e nell'assemblaggio. Ottimo l'isolamento con l'esterno, con il motore che vibra molto poco sopra i 1.700 giri e si sente ancor meno a livello acustico. Tuttavia la morbidissima pelle dei prototipi, probabilmente giudicata troppo fragile per un utilizzo prolungato è stata sostituita con un nuovo pellame, più spesso e meno morbido, ma comunque di ottimo livello e di grande qualità.

Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live

Dal punto di vista dei consumi, sull'ottantina di chilometri guidati oggi la media è stata un po' alta, 7.9 litri per 100 chilometri, ma c'è da dire che abbiamo affrontato le tortuose strade di montagna mettendo alla frusta la Mazda 3 2.2 diesel e marciando spesso con il motore nella parte alta del contagiri. In autostrada la situazione è però drasticamente cambiata, con il consumo medio che si è rivelato inferiore ai 5 litri per 100 chilometri. Questi dati sono però quelli riportati dal computer di bordo in quanto durante questo test, per via della bassa percorrenza e delle tempistiche dell'evento, non abbiamo potuto effettuare un'analisi accurata dei consumi, che effettueremo non appena avremo l'auto in prova per un tempo adeguato.

Se avete domande, dubbi o curiosità sulla nuova Mazda 3, potete scriverci nei commenti le vostre richieste: cercheremo di rispondervi nell'articolo con la prova completa che pubblicheremo nei prossimi giorni.

Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live
Mazda 3 2013 Prova su strada Live

";i:6;s:6402:"

Mazda 3 2014: Foto, Dettagli e Prova su strada

Mazda3 è la nuova hatchback giapponese che arriverà in autunno con motori efficienti, tanto spazio e tecnologie derivate dai segmenti superiori. Ecco tutte le informazioni e la nostra prova su strada.

Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada

Mazda3, un’auto tutta nuova, con un’estetica moderna, ispirata dal design Kodo, delle tecnologie derivate dai segmenti superiori ed una guibabilità di ottimo livello. Così la nuova hatchback giapponese si presenta sul mercato eruopeo, e mondiale, per prendersi una fetta di mercato importante nel segmento C, anche se c’è da dire che le dimensioni, abbastanza abbondanti, la posizionano nella parte più elevata della categoria. Si parla infatti di una lunghezza complessiva di 4.465 millimetri, una larghezza di 1.795, che con gli specchietti arriva fino a 2.053, ed un’altezza di 1.450 millimetri. Il passo è molto lungo, ben 2.700 millimetri, con sbalzi ridotti ed una gestione interna davvero di ottimo livello.

In Italia la nuova Mazda3 arriverà con tre differenti motorizzazioni, la Skyactiv-G 1.5, la Skyactiv-G 2.0 High Power e la Skyactiv-D 2.2, con prezzi indicativi compresi tra i 17.400 ed i 23.400 per la 1.5 a benzina e tra i 23.400 ed i 25.700 per la diesel. La prima è un 1.5 benzina da 100 cavalli a 6.000 giri al minuto e 150 Nm a 4.000 giri che consuma 5.0 litri di benzina ogni 100 chilometri emettendo 118 grammi di CO2 al chilometro. La seconda, disponibile solo su ordinazione, vanta una potenza di 165 cavalli a 6.000 giri e 210 Nm a 4.000 giri: di serie è previsto il sistema i-ELOOP di recupero dell’energia, il che consente, in abbinata al cambio a sei rapporti, di consumare 5.8 litri ogni 100 chilometri, emettendo 135 grammi di anidride carbonica al chilometro. La Mazda3 diesel , oggetto della nostra prova, è invece mossa da un quattro cilindri 2.2 litri a gasolio da 150 cavalli a 4.500 giri e 380 Nm a 1.800 giri al minuto, motore che vanta il rapporto di compressione più basso al mondo tra le auto diesel di grande produzione. Il consumo è di soli 3.9 litri ogni 100 chilometri con il cambio manuale, con 104 grammi di emissioni di CO2 al chilometro, valori che salgono rispettivamente a 4.8 l/100km ed a 127 grammi se si sceglie la variante con cambio automatico.

I passeggeri hanno davvero tantissimo spazio, anche per le gambe, anche se nel nostro esemplare uno strano cielo rovinava l’abitabilità posteriore nella parte alta dell’abitacolo. Il bagagliaio vanta un volume di 350 litri, che salgono fino a 1.250 abbattendo gli schienali posteriori. Un’auto molto completa quindi, con tutte le caratteristiche per fare bene su un mercato diventato davvero ostico come quello italiano: comoda sicura e dall’ottimo handling.

Impossibile però non citare tutta la tecnologia che Mazda ha deciso di rendere disponibile sulla nuova Mazda3, una vettura media con alcuni contenuti derivati dai segmenti più lussuosi del mercato. Display Touchscreen da 7 pollici al centro della plancia controllabile anche con l’HMI Commander rotativo, piattaforma Cloud AHA di contenuti mobili gratuiti con oltre 30 mila emittenti radiofoniche online, tecnologie Skyactive che massimizzano efficienza e piacere di guida. Un’auto tutta da scoprire, con tantissime caratteristiche inedite che la rendono un’ottima scelta all’interno del suo segmento.

Durante la nostra prova su strada, un primo contatto di qualche decina di chilometri con la nuova hatchback, abbiamo potuto provare il 2.2 litri diesel montato su quella che a detta dei tecnici giapponesi, era una vettura di pre produzione, e quindi non definitiva in tutte le sue parti. Ci riserviamo quindi di giudicare e descrivere meglio la nuova Mazda3 quando potremo provarne un esemplare di produzione, visto che tra le vetture presenti al test, alcuni particolari differivano in maniera sostanziale a seconda dell’esemplare.

Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada

";i:7;s:6589:"

Mazda 3 Su strada: Agile e scattante

Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada

Appena ci si mette al volante della nuova Mazda3, si può immediatamente apprezzare il lavoro svolto dal marchio giapponese per la progettazione delle sedute. Gli angoli di gambe e braccia sono davvero ottimi, perfetti per una guida rilassata e comoda, pur garantendo un ottimo controllo dell’auto: regolando sedile e volante l’impostazione invita ad un posizionamento corretto molto più che su altri modelli e trovare il setup giusto per ogni stile di guida è davvero questione di attimi. Si può così partire immediatamente iniziando subito a sentire un buon feeling con la vettura: sterzo reattivo ed abbastanza diretto, motore pieno e corposo, cambio preciso e dall’ottima rapportatura.

La dinamica di guida è di buon livello, la nuova Mazda3 si rivela comoda ma non paciosa, abbastanza precisa a velocità non troppo elevate e molto stabile. Lo sterzo si rivela anch’esso abbastanza preciso, leggermente lento nelle fasi più concitate di guida, ma comunque di buon livello, non molto comunicativo ma comunque facilmente usabile. Anche l’assetto non è niente male, abbastanza morbido ma senza sgradevoli effetti di eccessivo rollio, consente una guida pulita, sicura e confortevole.

La tenuta di strada è buona e la stabilità, anche a velocità elevate è di ottimo livello, l’unica pecca a livello di guidabilità è una leggera tendenza al sottosterzo in alcune situazioni: il motore è posizionato davvero molto in avanti e sposta la ripartizione dei pesi sull’anteriore. Questo setup privilegia la precisione di guida e la stabilità nelle situazioni quotidiane, ma quando si spinge un po’ troppo, soprattutto se si entra in curva in maniera molto decisa, l’auto tende a smusare leggermente. Un difetto che si presenta in quantità davvero minima su asfalto asciutto, ma che potrebbe caratterizzare maggiormente la vettura in condizioni di scarsa aderenza. Comunque sia, non appena l’auto si scompone leggermente, interviene l’elettronica a riportare tutto nella normalità, con un intervento deciso, reattivo e molto preciso, infondendo sicurezza nel guidatore e negli occupanti.

Lo Skyactiv-D 2.2 da 150 cavalli reagisce molto bene ai comandi del guidatore, accelerando in maniera corposa e presentando una risposta davvero rapida e precisa. Un’ottima unità quindi, che ben supporta la nuova hatchback, merito anche della leggerezza della vettura, solo 1.395 chilogrammi con questa unità, e dei suoi 380 Nm che permettono di viaggiare con poco gas nelle situazioni quotidiane. In città l’accelerazione è davvero ottima, con la vettura che brucia letteralmente i semafori scattando in avanti in maniera repentina non appena si affonda sul pedale destro, seppur la risposta non sia mai brusca o aggressiva.

Anche nelle riprese autostradali il quattro cilindri sfoggia ottime doti, così come nell’allungo: sulle Autobahn tedesche abbiamo potuto portare l’auto ben oltre i 200 chilometri orari e lo Skyactiv-D non ha mai dato segni di cedimento, continuando a spingere in una progressione continua. Le ottime prestazioni però non sempre vanno di pari passo con l’efficienza di marcia: in questo caso però la politica anti-downsizing di Mazda è riuscita a combinare consumi ridotti con una potenza di buon livello. A fronte dei 150 cavalli e 380 Nm, il consumo medio, con il cambio manuale a sei rapporti, è di 3.9 litri ogni 100 chilometri, un dato a cui ci siamo avvicinati con estrema facilità durante il nostro test.

Viaggiando con il piede leggero ed utilizzando la nuova Mazda3 in maniera tranquilla, crediamo che questo dato, almeno secondo quanto riportato dal computer di bordo, sia verosimile. Durante la nostra prova abbiamo sfruttato a dovere il motore, spingendolo per alcuni tratti e godendoci la sua silenziosità e la quasi totale assenza di vibrazioni, dovuta al contralbero d’equilibratura. Il risultato, riportato dal computer di bordo, è stato un consumo medio di 4.6 litri ogni 100 chilometri che sicuramente sarebbe stato minore se non avessimo stressato in più occasioni il 2.2 litri a gasolio.

Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada

";i:8;s:5281:"

Mazda3 2014: interni e comfort

Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada

La nuova Mazda 3 propone degli interni interamente rivisitati, con un nuovo design che mette il guidatore al centro dell’attenzione, ma che non si scorda del passeggero del sedile destro, fornendogli tutti i comfort e la comodità per i lunghi viaggi. Il posto di guida presenta un’ergonomia che ha come punto cardine il guidatore, il quale ha tutto a portata di mano e può gestire ogni funzione dell’auto in maniera agile ed intuitiva. Rispetto al passato l’abitacolo è stato arretrato di 10 centimetri, così da migliorare la visibilità frontale ed il campo visivo, rendendo l’auto più sicura e la guida più facile.

Molto spazioso e confortevole, l’abitacolo si presenta tra i più larghi della categoria, con gli occupanti che hanno davvero tanto spazio, anche per le gambe, sia davanti, sia dietro. Quello che manca è lo spazio per la testa dei passeggeri posteriori, almeno sul nostro esemplare di pre produzione. Il cielo scende infatti in maniera atipica, rubando almeno quattro o cinque centimetri alla testa dei passeggeri posteriori. Andando a sentire con la mano questo particolare ci siamo però accorti che al di sotto di esso non vi era niente, quindi è probabile che tale problema venga risolto prima del lancio della vettura.

I sedili sono veramente molto morbidi, ben rifiniti, con pelle di altissima qualità e delle imbottiture soffici che però, vista la presenza di fianchetti molto pronunciati, non rovinano la contenitività dei sedili, che mantengono fermo e stabile il corpo degli occupanti. Mazda propone tre diverse sellerie: quella più semplice, in tessuto nero, e due varianti in pelle, una nera con cuciture rosse ed una bianca con particolari grigi e cuciture bianche, grigie o rosse.

Durante il nostro test non abbiamo potuto testare le tecnologie della nuova Mazda3 in quanto, essendo auto ancora in fase non definitiva, non avevano installato l’impianto di infotainment. Un vero peccato, perché Mazda introduce sulla nuova Mazda3 tantissime nuove tecnologie che, oltre ad aiutare il guidatore nell’utilizzo della vettura, allietano ogni viaggio, anche i più lunghi.
L’isolamento acustico ci è apparso di ottimo livello, con pochissimi fruscii, presenti in quantità minima solo alle alte velocità nella zona degli specchietti e con il motore davvero molto silenzioso.

Tuttavia, essendo ancora un prototipo, aspettiamo di dare un giudizio definitivo una volta provata l’auto di produzione, stesso discorso per i materiali, in quanto i sedili sono di una pelle che potrebbe stare tranquillamente in segmenti molto superiori, su auto lussuose ed ammiraglie, mentre alcune plastiche, come quelle del tunnel centrale e delle portiere, ci sono sembrate di livello molto più basso rispetto alla qualità complessiva della vettura, speriamo di doverci ricredere sull’esemplare definitivo.

Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: il nostro primo contatto su strada
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali

";i:9;s:5082:"

Mazda3: la tecnologia

Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali

Mazda lancia la nuova Mazda3 con alcuni contenuti tecnologici davvero all’avanguardia. Un sistema di infotainment evoluto, accessori per la sicurezza attiva e passiva, funzioni derivate dai segmenti superiori: queste caratteristiche innalzano il già ottimo livello di questa vettura, proponendosi alla clientela italiana con tantissimi optional che nel segmento C potrebbero davvero fare la differenza.

Il sistema di infotainment vanta infatti un doppio sistema di comandi: gli occupanti possono infatti utilizzarlo o tramite il touchscreen da 7 pollici al centro della plancia, oppure tramite la manopola posta nella zona del cambio. Una soluzione comoda e pratica, che migliora anche la sicurezza di guida, così come la posizione dello schermo che permette al guidatore di distrarsi in maniera minima dalla strada per leggere le informazioni di navigazione e gli altri dati utili. Impianto Audio Bose a nove altoparlante con tecnologia Bose Centerpoint, che permette una perfetta tridimensionalità del suono. L’impianto prevede anche la possibilità di essere utilizzato in accoppiata ad uno smartphone collegato a internet, potendo così visualizzare moltissime informazioni direttamente sullo schermo dell’auto, e potendo accedere alle radio online della piattaforma cloud AHA.

Non solo comfort e piacere di guida però, con Mazda che ha sviluppato tantissime tecnologie per la sicurezza che in alcuni casi evitano gli incidenti, oppure ne riducono in maniera drastica le conseguenze. Così Mazda propone il Forward Obstruction Warning che , tra i 15 ed i 200 chilometri orari, segnala al guidatore con un avviso acustico se ci si sta avvicinando troppo alla vettura che lo precede. Questo sistema lavora insieme allo Smart Brak Support, precaricando i freni in caso ci si stia avvicinando troppo all’auto davanti, e frenando in maniera automatica per evitare un possibile tamponamento.

La stessa funzione è disponibile anche nella guida a bassa velocità in città: grazie allo Smart City Brake Support, l’auto frena da sola in caso di emergenza tra i 4 ed i 30 chilometri orari. Per la sicurezza è inoltre presente il Lane Departure Warning System, che avvisa il conducente, a velocità superiori a 65 chilometri orari, quando si oltrepassa la propria corsia. Per la sicurezza, ma anche per il comfort, sono presenti inoltre il Mazda Radar Cruise Control, un regolatore di velocità adattivo, ed il Rear Vehicle Monitoring, che controlla i veicoli dietro di noi avvisandoci quando essi sono nei punti ciechi.

Sulla nuova Mazda3 sono però presenti tantissime altre tecnologie, come l’Adaptive Front Lighting System, che ruota automaticamente i fari in curva, l’High Beam Control, che regola in automatico gli abbaglianti, oppure sistemi più comuni, ma ormai indispensabili su un’auto moderna come l’Hill Launch Assist per le partenze in salita ed i classici ABS, DSC e controllo della trazione.

Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali

";i:10;s:6887:"

Mazda3 Berlina: non arriverà in Italia

Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali

La Mazda3 berlina non arriverà in Italia a livello ufficiale. A sottolinearlo è Andrea Fiaschetti, Managing Director di Mazda Italia che ci ha raccontato di come, secondo il marchio giapponese, il mercato italiano non sia alla ricerca di una nuova segmento C a tre volumi. I contenuti, lo stile e le proporzioni tuttavia non mancano, con una vettura davvero piacevole da osservare, con molte linee particolari e con quella coda che immediatamente fa pensare alla sorella maggiore la Mazda6.

Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 Berlina 2014: tutte le foto ufficiali

";i:11;s:13659:"

Mazda3: Tutte le immagini

Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali

Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali
Mazda3 2014: tutte le foto ufficiali

";i:12;s:12015:"

Nuova Mazda 3 svelata in anteprima

Arriva la nuova Mazda 3: 2 motori benzina 1.5 e 2.0 ed un 2.2 diesel, tanta tecnologia ed un occhio particolare alla qualità.

Nuova Mazda 3

Presentata in anteprima mondiale a Londra ed in contemporanea in altre 5 città in tutto il mondo, la nuova Mazda 3 promette battaglia fin da subito. Che i giapponesi abbiano fatto le cose in grande, lo dimostra il viaggio di 30 giorni che vedrà protagonista la Mazda 3 da Hiroshima a Francoforte, dove verrà svelata al pubblico.

3,5 milioni di unità vendute ad oggi, modello numero uno nelle vendite in Australia negli ultimi due anni ed Auto dell’Anno 2004. La terza generazione di Mazda 3 è perciò decisiva per la casa nipponica, la quale ha rivisto tutti i suoi processi produttivi: più efficienza e soprattutto maggiore qualità costruttiva. Una vettura, che secondo il Presidente e CEO di Mazda Motor Europe Jeffrey Guyton, intende definire nuovi standard per il segmento C.

Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3

E' Kenichiro Saruwatari, Program Manager Divisione Prodotto, a introdurre lo stile e le caratteristiche principali di Mazda 3. Attraente e di grande appeal, con una linea slanciata e possente, che punta alla muscolarità: lo stile KODO di Mazda si evolve nel "Soul in motion". Non solo design, perchè il guidatore è al centro dell'attenzione. Ecco allora le innumerevoli funzioni che aiutano la guida e la sicurezza: si parla quindi di head-up display sia per le principali informazioni per la guida sia per l'infotainment, i-stop (sistema di spegnimento al minimo più rapido al mondo), sistema i-ELOOP (per il recupero dell'energia in frenata) e dell'i-ACTIVSENSE: tecnologia di sicurezza attiva per prevenire gli incidenti ma anche, qualora gli stessi dovessero comunque accadere, a salvaguardare le persone e a minimizzare i danni.

Sul fronte motori in Italia arriveranno due propulsori a benzina ed uno a gasolio: il nuovissimo SKYACTIV-G 1.5 da 100 CV a 6.000 giri/min e 150 Nm a 4.000 giri/min (Euro 5) e lo SKYACTIV-G 2.0 High Power da 165 CV a 6.000 giri/min e 210 Nm a 4.000 giri/min (Euro 5). Sul fronte diesel sarà invece disponibile lo SKYACTIV-D 2.2 diesel common-rail da 150 CV a 4.500 giri/min e 380 Nm a 1.800 giri/min (Euro 6) che presenta un rapporto di compressione pari a 14:1 (il più basso al mondo) ed un doppio turbocompressore variabile. I cambi saranno l'automatico a sei rapporti SKYACTIV-Drive ed il manuale a sei marce SKYACTIV-MT.

Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3

A presentare meglio il design è stato il Chief Designer Koji Tabata, con il quale siamo riusciti a scambiare qualche parola, grazie all'aiuto dell'interprete giapponese. Come abbiamo già accennato il design KODO è un marchio di fabbrica per Mazda. Gli ingredienti fondamentali sono la calandra ad ali, l'aspetto solido e possente, il disegno caratteristico dei fari e le forme scolpite. In particolare su questo modello il lavoro effettuato si riassume nella parola "Jinba Ittai", ovvero la sensazione di totale simbiosi fra la vettura ed il suo conducente. Tutto questo con la classica cura dei dettagli e della ricerca della tipica perfezione giapponese.

In un periodo di auto "globali", abbiamo chiesto a Koji Tabata quale sia l'ingrediente principale per una vera vettura giapponese. "L'armonia", ci ha risposto, un aspetto fondamentale per tutto ciò che è giapponese. Anche se, ha aggiunto, è un qualcosa che va al di là della nazionalità dell'automobile: dal punto di vista del design Mazda ha al proprio interno un team composto da designers provenienti da nazioni diverse. Alla nostra domanda in merito alla presenza di italiani Tabata ci ha confermato che per la realizzazione degli interni si sono avvalsi della collaborazione di designer provenienti dalla nostra penisola.

Non ci resta che attendere il Salone di Francoforte, dove la nuova Mazda 3 verrà presentata al pubblico. Nel frattempo, nella prossima pagina troverete la scheda tecnica (non definitiva).

Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3
Nuova Mazda 3

";i:13;s:684:"

Nuova Mazda 3: scheda tecnica

";}}

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: