BEspoke: quando lusso non significa omologazione

C’è lusso e lusso. Quello urlato e ostentato dell’oggetto di gran moda e desiderato da tutti, e quello sobrio, sussurrato, da gustarsi lentamente e con colta soddisfazione. Per questo tipo di lusso si è svolta a Milano la manifestazione BEspoke e noi di AutoBlog.it ci siamo interessati dell’aspetto automobilistico. Quindi in esposizione c’erano delle verie


C’è lusso e lusso. Quello urlato e ostentato dell’oggetto di gran moda e desiderato da tutti, e quello sobrio, sussurrato, da gustarsi lentamente e con colta soddisfazione. Per questo tipo di lusso si è svolta a Milano la manifestazione BEspoke e noi di AutoBlog.it ci siamo interessati dell’aspetto automobilistico. Quindi in esposizione c’erano delle verie “fuoriserie” nel senso letterale del termine, cioè non legato alla normale “selezione naturale” dovuta al prezzo di listino, ma all’unicità intrinseca del prodotto e delle sue caratteristiche.

BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008

BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008

Si comincia, fin dall’ingresso al ex Palazzo del Ghiaccio di Milano, con le auto di una nota concessionaria BMW Milanese, che ha saggiamente evitato di mostrare il normale e un po’ scontato “alto di gamma” del marchio Bavarese, per concentrarsi su qualcosa di più particolare come l’Alpina B3 biturbo Coupé e l’Alpina B5 Touring. Ma è sopratutto con le due vetture della Wiesmann, basate sulla meccanica BMW avvolta da un’affascinante linea retrò anni ’30 e marchiate dal geko, che si è raggiunto l’apice della Mostra. All’entrata una Wiesmann MF4 con il suo otto cilindri a V 4.8 da 367 cavalli e all’interno una splendida e nerissima Wiesmann GT MF5 con dentro il cofano il V10 da 507cv della BMW M5.

BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008

Era presente anche la Carrozzeria Castagna con i suoi “pezzi unici” derivati dalla grande serie. Si inizia con la Mini Tender creata dall’allungamento della Mini Cabrio in modo da ottenere posteriormente uno spazio dedicato al trasporto (di lusso) di tutto quello che serve per il tempo libero. Poi un’interessantissima 500 Tender Two EV a motorizzazione elettrica. E per finire una più “normale” (è il caso di virgolettarlo) interpretazione “filologicamente corretta” con i listelli di legno della Mini Clubmam in ricordo della sua progenitrice.

BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008

Ultima, ma solo in senso temporale, la Fiat 500 Pepita dello Studio M. Vernice con polveri micronizzate di oro 24 K disperse in una speciale vernice trasparente in bagno di platino, tappetini in moquette di cachemire Loro Piana, cruscotto completamente rivestito in autentica madreperla australiana e il pomello del cambio, la leva del freno a mano ed i pedali decorati con cristalli Swarovski portano il prezzo finale a più 70.000 Euro… salvo ulteriori richiesta dei clienti.

BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008
BESpoke 2008

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →