Citroen C3 2013: la nostra prova

La nuova Citroen C3 è ora disponibile sul mercato italiano: due motori a benzina e quattro varianti diesel. Il listino prezzi, promozioni escluse, parte da 12.400 Euro.

Nuova Citroen C3 2013

La rivisitata Citroen C3 dopo avere debuttato al Salone di Ginevra 2013 arriva ora nelle concessionarie italiane. Le principali modifiche estetiche apportate alla C3 dall’equipe di designers del Double Chevron introducono gli elementi stilistici del nuovo corso e riguardano prevalentemente il frontale, caratterizzato da una mascherina modificata e dall’adozione dei nuovi Citroen led. I punti forti dell’abitacolo, che offre equipaggiamenti completi e maggiormente rifinititi rispetto alla precedente versione, sono rappresentati dalla comodità e dalla luminosità garantita dal parabrezza Zenith.

Il restyling della vettura francese, diventata nel corso degli anni uno dei modelli cardine prodotti dal brand, si pone come obiettivo principale il consolidamento della propria posizione sul mercato. Dall’anno del suo debutto (2002) ad oggi la segmento B concepita dal designer italiano Donato Coco è stata venduta in quasi tre milioni di esemplari, di cui oltre 500mila in Italia. A un solo anno dalla sua commercializzazione ha raggiunto un importante traguardo diventando la vettura estera più venduta nel nostro Paese con oltre 76mila unità. Stando a quanto dichiarato dalla Casa questa vettura ha portato anche un ringiovanimento dell’età media della clientela Citroen, passata da 44 a 41 anni. Bisogna infine ricordare che la Citroen C3 rappresenta, dal lancio, oltre il 40% delle vendite del Marchio.

Dopo questa breve parentesi dedicata ad alcuni dati rilevanti della storia del modello, prima di passare ad un’analisi dettagliata dell’auto, ci soffermiamo come sempre sulle motorizzazioni disponibili e i relativi prezzi. In Italia l’offerta relativa ai propulsori disponibili per Citroen C3 comprende sei differenti possibilità. Il fronte benzina è rappresentato dal 1.0 VTi 68 e dal 1.2 VTi 82. Sul variante diesel troviamo invece il 1.4 HDi 70 FAP, il 1.4 e-HDi 70 FAP Airdream, il 1.6 e-HDI 90 FAP Airdream e il 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream. La gamma si amplierà ulteriormente in autunno con l’arrivo di un’unità a GPL. I prezzi, promozioni escluse, variano dai 12.400 Euro del 1.0 VTi 68 Attraction ai 19.400 Euro del 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream Exclusive.

Citroen C3 2013: design e interni

Il design della rinnovata Citroen C3 adotta un frontale maggiormente arrotondato caratterizzato dall’introduzione dei led al di sotto dei classici gruppi ottici e l’integrazione degli chevron all’interno della griglia frontale. Vista lateralmente l’auto presenta fiancate pulite e lineari, con una linea di cintura alta, passaruota leggermente bombati e una marcata scalfatura appena sopra le minigonne. La semplicità stilistica del posteriore mette invece in evidenza la nuova conformazione dei fari posteriori (i catadiottri sono stati spostati nella parte laterale inferiore del paraurti) e un lunotto dalle discrete dimensioni. Il look è poi completato dal bel disegno dei cerchi in lega. Nell’insieme le linee fluide e tondeggianti adottate ringiovaniscono l’aspetto della C3, rendendola al passo con i tempi e in grado di battagliare al meglio con le proprie concorrenti. Prima di addentrarci nella descrizione degli interni è doveroso soffermarsi un istante anche sulle dimensioni. La francesina misura 3.94 m in lunghezza, 1.73 m in larghezza, 1.52 in altezza e ha un passo di 2.45 m.

Aprendo la portiera e salendo a bordo si viene accolti da un abitacolo molto luminoso. Il merito è da attribuire al parabrezza Zénith: con esso la visuale verticale dei passeggeri anteriori è ampliata di ottanta gradi. La sua lunghezza, abbinata ai montanti ridotti, offre una sensazione di libertà a tutti gli occupanti, con l'impressione di trovarsi all’aria aperta. I morbidi sedili offrono un buon livello di comfort, sia nella seduta sia nello schienale, e garantiscono il giusto compromesso tra contenitività e spazio per il corpo. Nonostante non dispongano di numerose regolazioni trovare la propria seduta ottimale è questione di poco tempo. La comodità non manca neanche al posteriore dove i passeggeri hanno a disposizione uno spazio in linea con quello offerto dai principali concorrenti. Il bagagliaio dalla forma pulita e lineare ha una capacità di 300 litri, in grado di estendersi ulteriormente abbattendo i sedili posteriori. Nelle fasi di parcheggio, infine, si è coadiuvati dai sensori e dall’apposita telecamera.

Le plastiche utilizzate per gli interni seppur rigide al tatto trasmettono una sensazione di solidità e qualità. Ci è sembrato buono anche l’assemblaggio e l’azzeccato accostamento fra le parti. Di fronte a chi guida svetta una strumentazione mista (analogica-digitale) caratterizzata da tre strumenti circolari sui quali sono riportati con chiarezza e semplicità la velocità, il numero dei giri motore e l’indicatore del livello di carburante. Il volante del modello protagonista della nostra prova, regolabile in altezza e profondità, oltre ad avere un’impostazione sportiveggiante disponeva di una corona realizzata con un materiale piacevole da impugnare. A differenza di molte altre vetture i comandi per gestire le principali funzionalità di bordo non sono situate su di esso bensì dietro, su due apposite leve.

Nella porzione superiore della consolle centrale svettano due bocchette d’aerazione e il display a colori del sistema multimediale. Al di sotto di esso troviamo i comandi per la regolazione dell’impianto di climatizzazione, efficace e reattivo al cambiamento di regolazioni impostate dal conducente. La parte inferiore è invece dedicata ai numerosi pulsanti dell’impianto stereo: nella nostra breve prova, utilizzato nella sola modalità radio, ha sfoderato una discreta qualità del suono riprodotto. Parlando del sistema di navigazione possiamo affermare che risulta facile da usare, dotato di grafica e mappe aggiornate e veloce nel ricalcolo del percorso in caso di errore.

Vi ricordiamo che la Citroen C3 è disponibile in tre differenti allestimenti. L’equipaggiamento Attraction comprende di serie: computer di bordo con indicatore della temperatura esterna, due fissaggi ISOFIX sui sedili posteriori, chiusura centralizzata con telecomando, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, servosterzo elettrico ad assistenza variabile, kit di riparazione pneumatici, maniglie porte esterne nero opaco e coprifendinebbia in tinta con il colore della carrozzeria. Non mancano poi i classici sistemi di sicurezza come l’ABS, il ripartitore di frenata, aiuto alla frenata d’emergenza e airbag frontali-laterali.

In aggiunta a quanto offerto dall’Attraction l’allestimento Seduction dispone di radio cd mp3 con comandi al volante e presa jack, regolatore e limitatore della velocità, Citroen led diurni, cassettino portaoggetti refrigerato, airbag a tendina, decori paraurti cromati e conchiglie degli specchietti retrovisori in tinta con la carrozzeria. Al top di gamma troviamo la versione Exclusive: cerchi in lega da 16 pollici, battitacco cromato, cassetto portaoggetti sotto il sedile del conducente, climatizzatore automatico, connecting box (bluetooth con streaming audio, presa usb e jack), diffusore integrato di fragranza, interni in tessuto soft touch, parabrezza zenith, profili laterali cromati, specchietti retrovisori riscaldabili e ripiegabili elettricamente, sensori di parcheggio e fari fendinebbia.

Citroen C3 2013: su strada

Nuova Citroen C3 2013

Una volta trovata la corretta posizione di guida la Citroen C3 offre una buona visibilità: solo il lunotto posteriore non sempre garantisce una visuale ottimale, ma non impedisce di intuire con facilità gli ingombri dell’auto. Come anticipato in precedenza i comandi per gestire le principali funzionalità della vettura risultato tutti intuitivi e facili da utilizzare, anche durante le fasi di marcia. Nella piovosa giornata del nostro breve test abbiamo assaporato la personalità del modello equipaggiato con il motore 1.2 litri, in grado di erogare una potenza di 82 cavalli (60 kW) e una coppia massima di 118 Nm a 2.750 giri/minuto.

Il milledue fornisce un’erogazione della potenza molto regolare anche se in alcuni casi una reazione maggiormente briosa agli input impartiti dal conducente, con il pedale del gas, farebbe apprezzare più a fondo quest’unità che nel complesso risulta ben riuscita e adeguata alle esigenze richieste da una clientela tipo di questa categoria di automobili. Il 1.2 litri a benzina si contraddistingue inoltre per la sua discrezione e per l’assenza di vibrazioni. A esso è abbinato un preciso cambio manuale a cinque rapporti capace di comportarsi bene in ogni situazione, anche quando lo si strapazza. L’unico neo sotto questo punto di vista è rappresentato dall’assenza della sesta marcia che tornerebbe veramente utile nei tratti autostradali per abbassare ulteriormente i consumi, le emissioni e la rumorosità.

La morbida leva della frizione nonostante una corsa ristretta comunica in modo ottimale il suo punto di innesto. Non bisogna poi dimenticarsi di menzionare lo sterzo, un comando preciso ma non direttissimo che ben si sposa con l’indole paciosa della vettura. L’impianto frenante risulta leggermente “pigro” nei primissimi centimetri di corsa, soglia dopo la quale il mordente diventa più modulabile e soddisfacente, mentre l’intervento dell’ABS limita a dovere gli spazi di arresto. Le sospensioni sono infine capaci di assorbire al meglio buche e asperità dei manti stradali sempre più rovinati e trascurati.

Alzando il ritmo –situazione certamente non consona a tale categoria di auto- logicamente emerge il comportamento sottosterzante e il rollio si fa sentire anche se il tutto è tenuto egregiamente sotto controllo da un’elettronica puntuale e discreta nei suoi interventi. La C3 insomma, non fa niente per nascondere la sua impostazione sostanzialmente turistica: la piccola Citroen è indirizzata a un pubblico in larga misura cittadino, che richiede compattezza, praticità e un tocco di eleganza, senza badare troppo al rendimento nella guida veloce.

Dulcis in fundo ci soffermeremo per un istante sul consumo, fra i valori più importanti da tenere in considerazione quando si acquista un’auto. Specialmente in questo periodo. La Casa per il 1.2 VTi 82 dichiara 5,6 l/100 km nel ciclo urbano, 4,1 l/ 100 km nel ciclo extaurbano e 4,7 l/ 100 km nel ciclo misto. Nel corso della nostra prova, effettuata su un percorso cittadino e tratti di tangenziale, il computer di bordo ha riportato un valore leggermente più alto a quello dichiarato per il misto. Per un’analisi scrupolosa dei consumi e un approfondimento delle doti dinamiche-comportamentali aspettiamo però di utilizzare la rinnovata Citroen C3 durante un test drive con una durata maggiore.

Citroen C3 2013: listino prezzi

Citroen C3 2013: scheda tecnica

Nuova Citroen C3 2013

MOTORE
Cilinidrata (cm3): 1199
Tipo alimentazione: benzina
Potenza CEE - kW (CV) a giri/minuto: 60 (82) a 5750
Coppia CEE - Nm a giri/minuto: 118 a 2.750
Alesaggio corsa – mm: 75 x 90,5
CAMBIO
Tipo: manuale
Rapporti: 5
STERZO
Diametro di sterzata tra marciapiedi (m): 10,2
FRENI
Anteriori: a disco ventilati
Posteriori: a tamburo
SOSPENSIONI
Anteriori: ruote indipendenti, assale pseudo Mac Pherson con bracci inferiori triangolati, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici telescopici e barre antirollio
Posteriori: ruote indipendenti, traversa deformabile con barra stabilizzatrice
DIMENSIONI
Lunghezza (mm): 3941
Larghezza (mm): 1728
Altezza (mm): da 1524 a 1538
Passo (mm): 2451
Numero Posti: 5
Volume del bagagliaio (dm3): 300
MASSE
Tara con conducente compreso (kg): 1108
Rapporto potenza-tara – kW/t: 54,15
Massa complessiva a pieno carico (kg): 1453
Peso massimo rimorchiabile (kg): 1100
PRESTAZIONI
Velocità massima (km/h): 174
Accelerazione 0-100 km/h (s): 14,2
CONSUMI ED EMISSIONI
Urbano l/ 100 km: 5,6
Extra Urbano l/ 100 km: 4,1
Misto l/ 100 km: 4,7
Co2 emessa g/km: 109

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: