Volvo 240

La puntata Amarcord odierna è dedicata alla Volvo 240, il modello più venduto nella storia della Casa svedese con circa 2,9 milioni di esemplari prodotti. La 240 è uscita di scena il cinque maggio di vent’anni fa.

Volvo 240

La giornata di ieri per Volvo è stata segnata da una ricorrenza importante. Esattamente vent’anni fa usciva infatti di scena la Volvo 240 ovvero il modello più venduto nella storia della Casa, con circa 2,9 milioni di esemplari prodotti. [Classico promemoria: partecipate anche voi a questa piccola macchina del tempo. Inviateci i vostri scatti e i vostri ricordi all'indirizzo suggerimenti@autoblog.it con oggetto mail “Rubrica Amarcord”. Non importa la marca o il modello ma il cuore con il quale scrivete. I migliori saranno pubblicati…].

La nostra macchina del tempo ci riporta dunque ai primi anni settanta, anni in cui la Casa svedese incomincia a pensare di realizzare un inedito modello in grado di replicare il successo delle Volvo Serie 100 (Volvo 140 e Volvo 160). In seguito a svariate riunioni i tecnici Volvo decidono che le future vetture rispetto ai modelli che andranno a sostituire rappresenteranno un’evoluzione delle stesse. Ispirati dal prototipo VESC del 1972 i nuovi modelli vengono presentati per la prima volta al pubblico nel 1974.

La Volvo 240 rappresenta la versione a quattro cilindri con allestimento semplificato della 260. I propulsori sono gli stessi dell'ultima evoluzione della 140. Sul mercato italiano visto che le vetture equipaggiate con un’unità motrice superiore ai 2.0 litri sono penalizzate dal fisco le 240 conservano la cilindrata di 1986 cm3 mentre su altri mercati viene incrementata a 2127 cm3. La versione berlina a quattro porte prende il nome di Volvo 244 la station wagon invece di Volvo 245. Le prime modifiche alla serie 240 avvengono nel 1980 con un restyling, seppur lieve, che avvicina sempre più al design adottato per la 260.

Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240

Alla rivisitazione estetica si affianca l’ampliamento della gamma con l’introduzione sul mercato di una variante diesel, mossa da un sei cilindri di 2383 cm3 capace di erogare 82 cavalli, disponibile sulle 244 e 245 negli allestimenti L e DL. L’anno seguente oltre a un cambiamento degli allestimenti offerti prima debutta la Volvo 244 GLT, con motore di 2316 cm3 da 136 cavalli, e poi vengono presentate le 244 Turbo e 245 Turbo. Quest’ultime sono mosse da una versione con turbocompressore da 155 cavalli del quattro cilindri. Nel 1983 la denominazione del modello diventa semplicemente 240, sia per la berlina sia per la wagon. Sei anni più tardi, nel 1989, la gamma delle 240 a benzina subisce una semplificazione: l'unico motore disponibile è rappresentato dal quattro cilindri a iniezione di 2316 cm3 (112 CV), fatta eccezione per l'Italia dove prosegue la vendita del consueto "duemila". Nel 1992, nel nostro Paese, in seguito al lancio della nuova Volvo 850, l'offerta di 240 si riduce alle sole versioni a benzina Polar e Super Polar, con motore 1986 cm3 da 112 cavalli. Nel 1993 la Volvo 240 concluderà definitivamente la propria carriera, uscendo di produzione da vincente.

Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240

Detto ciò è doveroso ricordare che la sigla 260 indicava, come da tradizione Volvo, le versioni a sei cilindri (2664cm3 da 140 cavalli) della serie. Inizialmente sul mercato italiano è disponibile nella sola versione berlina a quattro porte, denominata 264 GL e caratterizzata da un ricco allestimento. Nel 1975 debuttano le 264 DL e 265 DL, mosse da una versione a carburatore da 125 CV del noto V6. A partire dal ’76 Bertone introduce inoltre la 264 TE, in piccolissima serie e su richiesta. La 264 Top Executive è una lussuosa limousine con passo allungato riservata a ministri e Capi di Stato, dotata della meccanica utilizzata per le versioni top di gamma della 264 e prodotta fino al 1981. Nel 1977 arrivarono poi la 262 C e la 264 GLE: la prima è disegnata dalla Volvo e assemblata dalla Bertone mentre la seconda prende il posto della 264 GL. Durante il restyling del 1980 la cilindrata del V6 aumenta la propria volumetria e potenza rispettivamente a 2849 cm3 e 155 cavalli. In seguito la gamma si ridurrà a sole quattro versioni: 264 GL, 265 GL, 264 GLE e 262C. Nel 1982 la Serie 260 abbandona il palcoscenico dell’Automotive in favore della Volvo 760.

Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240

=====
Per chi si fosse perso le scorse puntate, abbiamo parlato di:


=====

Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240
Volvo 240

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: