Nissan GT-R V-Spec – 7.25 sul ring

Una volta per giudicare una Sportiva si guardavano i cavalli, la velocità massima e le classiche tempistiche nello 0/100, ma ormai nel 21° secolo questo non basta più: se non fai il tempo al Nurburgring non sei Nessuno. L’inferno verde è ormai assunto come circuito di omologazione a tutti gli effetti per le auto super-sportive.


Una volta per giudicare una Sportiva si guardavano i cavalli, la velocità massima e le classiche tempistiche nello 0/100, ma ormai nel 21° secolo questo non basta più: se non fai il tempo al Nurburgring non sei Nessuno. L’inferno verde è ormai assunto come circuito di omologazione a tutti gli effetti per le auto super-sportive. E questa è la base per qualsiasi auto che si dichiari sportiva o sportiveggiante, ma se vuoi essere La Migliore non basta ancora.

A questo punto il numero di secondi impiegati per percorrere i 21 km di boschi e curve più famosi del pianeta deve essere inferiore a quello che impiega la più veloce delle Porsche (i 7’32” della 911 GT2 guidata da Walter Röhrl).

Per questo i tecnici Nissan hanno portato in Germania, andando a sfidare in casa il nemico, l’Arma Totale: un prototipo della futura Nissan GT-R V-Spec, che ha concluso il giro in 7’25”.

Ma come sono riusciti i giapponesi in questa impresa? Partendo già dall’ottima base della GT-R di serie, la V-Spec grazie all’ampio uso componenti in carbonio pesa 150kg di meno (1590kg), ha 70cv in più (550cv), un nuovo e diverso spoiler anteriore e posteriore e ruote differenti.

A questo punto non ci resta che attenderla e provarla sulle strade di tutti i giorni, o perlomeno sognarla guidandola con la Playstation.

Via | Carmagazine.co.uk

Ultime notizie su Coupè

Il termine francese ‘coupé’ viene utilizzato per descrivere una vettura d’impostazione sportiva, a due porte, meno funzionale rispetto alla berlina da cui solitamente trae origine. Una coupé – dal verbo couper, ovvero [...]

Tutto su Coupè →