Nuova Mercedes Classe C My 2014: ecco i dettagli della W205

foto spia Mercedes Classe C

La nuova Mercedes Classe C arriverà nel 2014, presumibilmente al Salone di Ginevra, completamente rinnovata nell’estetica, nella costruzione, nella meccanica e nei contenuti: la berlina di segmento D di Stoccarda mira a guadagnarsi la leadership della sua categoria attraverso un look più sportivo e personale, ideato per attirare una nuova tipologia di clientela, più giovane e dinamica. E’ per questo che non mancheranno le ultime tecnologie per la connessione ad internet e la condivisione dei dati. Nel mirino ci sono la sempre verde BMW Serie 3 e la promettente Audi A4 B9, alle quali la nuova Classe C, nome in codice W205, dichiarerà guerra anche sotto il profilo delle doti dinamiche. Ma andiamo con ordine

In primis bisogna sottolineare che la berlina tedesca subirà un lieve aumento delle dimensioni, per far posto alla neo svelata CLA e combattere ad armi pari con l’Audi A4: come la concorrente di Ingolstadt, la Classe C vanterà una lunghezza complessiva di 4700 mm, 75 mm più lunga di una Serie 3 quindi. Alcuni dei centimetri extra saranno concentrati nel passo, che crescerà a 2820 mm. Più generose anche le carreggiate (+40 mm), per una larghezza complessiva di 1810 mm. La conseguenza diretta di questi numeri sarà una maggiore spaziosità per passeggeri e bagagli, con un vano di carico che non dovrebbe essere inferiore ai 485 litri.

La Classe C W205 sarà anche la prima Mercedes ad adottare la nuova piattaforma costruttiva MRA (modular rear-wheel drive architecture), caratterizzata dalla modellazione a caldo di un monoscocca in acciaio. Questa particolare costruzione sarà adottata anche sulle future Classe E e Classe S e garantirà un deciso contenimento delle masse: la nuova C160, modello entry-level della gamma C, dovrebbe infatti pesare appena 1380 kg, nonostante una rigidità torsionale che in Mercedes assicurano essere al vertice del segmento. Ma per garantire un handling più sincero, perlomeno al pari di quello offerto dalla BMW Serie 3, la nuova Classe C sarà dotata di sospensioni totalmente riconcepite: all’anteriore lo schema sospensivo MacPherson lascerà spazio ad un nuovo schema a doppi bracci sovrapposti, capace di garantire un maggiore controllo del mezzo ed una migliore rigidezza dell’intero complesso.

foto spia Mercedes Classe C W205foto spia Mercedes Classe C W205
foto spia Mercedes Classe C W205

Al posteriore rimarrà invece un multilink, anche in questo caso totalmente ridisegnato per assicurare doti stradali da prima della classe. Contrariamente alla CLA a trazione anteriore, caratterizzata da motori montati trasversalmente, la nuova C continuerà a fregiarsi della trazione posteriore e di propulsori installati nel cofano motore longitudinalmente: una nuova metodologia di installazione delle unità propulsive nel loro alloggiamento permetterà inoltre di posizionarle più in basso, garantendo un baricentro più vicino al suolo, e più adiacente alla cellula dell’abitacolo, per una migliore distribuzione dei pesi.

Nella gamma motori troveranno invece posto unità a 4,6 ed 8 cilindri: nella gamma a benzina non dovrebbero mancare un 4 cilindri 2.0 declinato con potenze a partire dai 184 Cv, passando per un poderoso 3.0 twin-turbo da 330 CV, arrivando al taurino V8 4.0 biturbo da almeno 450 puledri, destinato alla potente versione AMG. Sul fronte turbodiesel non mancheranno invece le rinnovate versioni del 4 cilindri 2.1, offerto con potenze dai 120 ai 220 Cv. Tutti i propulsori saranno comunque dotati della tecnologia Start&stop e del sistema di recupero dell’energia frenante, a tutto vantaggio di consumi ed emissioni medie. In quest’ultimo senso aiuterà anche lo sterzo con servoassistenza elettrica.

A partire dal 2015 dovrebbe inoltre arrivare l’ibrida plug-in, con motore endotermico a benzina, capace di percorrere quasi 29 km in sola modalità elettrica. La trasmissione sarà affidata ad un camcbio manuale a 6 rapporti o all’automatico a 7. Col restyling di metà carriera dovrebbe invece arrivare un’inedità trasmissione automatica a 9 marce. Da subito saranno invece disponibili le apprezzate versioni a trazione integrale 4MATIC. Per tutte le motorizzazioni dovrebbe inoltre essere di serie la regolazione adattiva dell’assetto. Non mancheranno tecnologie avanzate per il parcheggio automatico dell’auto, sistemi atti a prevenire gli incidenti stradali con altri veicoli o pedoni, capaci di mantenere la corretta traiettoria dell’auto nella corsia di marcia. Nel 2015 sarà invece la volta di Classe C Coupè e Cabriolet: entrambe vanteranno una linea più sofisticata rispetto a quella della C attuale, mentre la scoperta potrà contare su un tettino rigido ripiegabile.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: