Mercato auto 2021: i modelli più venduti in Europa

Fra incertezze e difficoltà che hanno fatto precipitare il comparto automotive in una “tempesta perfetta”, il consuntivo parla chiaro: la diminuzione ha superato il 4% rispetto al periodo pre-pandemia; anche le vetture più “gettonate” hanno segnato il passo.

Che il 2021 sarebbe stato un anno non certo da incorniciare, lo si è visto bene, mese dopo mese, con la recrudescenza dei contagi da Covid e le notevoli difficoltà nell’approvvigionamento di materie prime che ne hanno condizionato la seconda parte. In effetti, le stime iniziali – che, forse anche sulla speranza di superare le drammatiche (ed è dire poco) settimane di lockdown e di blocco pressoché totale della produzione e delle vendite, auspicavano un graduale ritorno a livelli di vendite “pre-pandemia” – si sono scontrate con una realtà socioeconomica assolutamente in negativo.

È il 2021 il vero “annus horribilis”

Più che il 2020, “giustificato” dall’improvvisa esplosione della pandemia a livello mondiale, si direbbe che – dati alla mano, e puntando i riflettori sull’Europa – sia proprio il 2021 a dover essere considerato come l’”anno nero” per il comparto automotive.

I dati parlano chiaro: a dicembre, nei Paesi dell’Unione Europea, EFTA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) e Regno Unito si sono registrate poco più di 950.000 nuove immatricolazioni (per la precisione: 950.218), in calo del 21,7% rispetto a dicembre 2020 e sesto mese consecutivo “in rosso”.

Mai così in basso dal 1985

Dall’analisi dei dati di vendita 2021 elaborata da Jato Dynamics emerge un totale di 11,75 milioni di nuove immatricolazioni, corrispondente al -1,6% in relazione al 2020 e ad un -4,03% rispetto al 2019: il livello più basso dal 1985. Principale causa è stata, come si accennava più sopra, la carenza dei semiconduttori che si è rivelata, per l’intero settore automotive, in proporzione ancora più dannosa rispetto alle restrizioni del 2020. Una “tempesta perfetta”, in quanto alle difficoltà già in essere si sono aggiunti i problemi nel reperimento delle materie prime, a loro volta sommati alle persistenti incertezze sull’evoluzione dell’emergenza sanitaria. In effetti, una nuova crisi è iniziata a luglio 2021, con una diminuzione a doppia cifra dei volumi di vendita rispetto al 2020.

Ed è stata l’Italia, secondo le consuete rilevazioni mensili Unrae (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) ad avere subito la mazzata più pesante se messa in relazione con gli altri “major market” europei: il -25,7% di nuove immatricolazioni rispetto a dicembre 2020 colloca il nostro mercato al quarto posto, per volumi di vendita, fra i cinque principali Paesi europei, tanto su base mensile quanto anno su anno. Il 2021 delle nuove immatricolazioni in Italia si è in effetti concluso con un drammatico -24% in rapporto al 2019. Non consola l’apparente +5,5% sul 2020: in realtà, osserva Unrae, il calo è stato del 10,1% se si considerano i 38 giorni lavorativi andati persi a causa del lockdown.

VW Golf guida la classifica, ma…

In testa alle vendite c’è l’ottava generazione del modello più venduto di sempre nella storia di Wolfsburg, che nel 2021 ha messo a segno 205.408 nuove immatricolazioni. Una leadership tuttavia “di misura” rispetto a Peugeot 208 e Dacia Sandero (entrambe posizionate a meno di 10.000 unità da Golf), confermata da un vistoso calo delle vendite rispetto al 2020 e, soprattutto, al 2019. La “segmento C” tedesca guida la classifica in Europa dal 2008, ma la sempre più evidente popolarità dei veicoli a ruote alte (segnatamente SUV di taglia “small” e “compact”), unita ad una maggiore concorrenza interna hanno inciso sulle sue performance di mercato.

SUV quasi al 50%

In effetti, gli Sport Utility (ed i Crossover) giocano un ruolo sempre più “centrale” nei consuntivi di vendita: il 2021 assegna alle “ruote alte” il 46% dell’incidenza sul totale delle nuove immatricolazioni. La fatidica soglia di “una su due” (ovvero il 50’%) è dunque vicina. La classifica SUV vede Peugeot 2008 in prima posizione (grazie ad una clamorosa escalation messa a segno dal 2019), davanti a Renault Captur che, dal canto suo, aveva concluso il 2020 al primo posto. L’aumento “a due cifre” delle nuove immatricolazioni ha interessato non solamente Peugeot 2008, ma anche Kia Niro, Nissan Juke, Toyota Rav4, Volkswagen T-Cross e Volvo XC40.

Elettriche e ibride plug-in in crescita

Nonostante gli scarsi risultati complessivi, l’attuale crisi – rileva Jato Dynamics – ha creato più ghiotte opportunità per i veicoli a basse (o del tutto assenti) emissioni di CO2 allo scarico, proprio grazie agli incentivi concessi dai Governi nazionali. I consumatori hanno rivolto sempre più la loro attenzione alle alternative puramente elettriche e ibride plug-in: e i risultati si vedono in termini di nuovi record di vendite ed un ulteriore balzo in avanti per quote di mercato. Nel 2021, BEV e PHEV hanno totalizzato 2,25 milioni di unità, il che corrisponde al 19% del mercato e si avvicina ulteriormente al 21,7% di mercato fatto registrare dalle autovetture a gasolio. È possibile stimare che le rispettive posizioni saranno presto sovvertite.

Il 2021 dei Costruttori in Europa

La leadership è stata appannaggio di Volkswagen, che ha messo a segno 1.273.892 nuove immatricolazioni. Una posizione di testa che, tuttavia, non nasconde diverse incertezze: rispetto al 2020, il volume dell’immatricolato per il principale “brand” di Wolfsburg è diminuito complessivamente del 5,6%, per non parlare del consuntivo in rapporto al 2019, che evidenzia un calo del 28,1%. Al secondo posto c’è Peugeot: il marchio francese risulta quindi essere quello meglio piazzato fra quelli che fanno parte della nuova “big Alliance” Stellantis: 727.973 nuove immatricolazioni, con una diminuzione del 3,1% rispetto al 2020 ed un -25,4% se rapportato al 2019. In terza posizione si è attestata Toyota: il “gigante” giapponese ha fatto registrare 706.056 nuove immatricolazioni, in aumento del 9,6% sul 2020 (principalmente grazie al buon gradimento ottenuto dalla nuova generazione di Yaris Hybrid e da Yaris Cross, quest’ultima arrivata proprio nel 2021: si tratta, in ogni caso, di due modelli “europei” in quanto la produzione avviene nelle linee di montaggio francesi di Valenciennes); il confronto con il 2019 non è, per Toyota, completamente “nero”: -4,1% che, se confrontato con le diminuzioni a doppie cifre fatte registrare da altri “big player”, non è propriamente “da buttare via” (-36,1% Renault, -29,9% Mercedes, -19,7% Audi, -22,7% Skoda, -44,6% Ford, -40,3% Opel-Vauxhall, -30,9% Citroen, -30,1% Dacia, -34,0% Seat, -15,3% Volvo, -36,9% Nissan, -25,7% Suzuki, -18,9% Mini, -39,2% Mazda, -20,9% Jeep, -29,4% Land Rover).

Bene Hyundai e Kia

Fra le Case costruttrici che hanno concluso il 2021 con il “segno più”, è da rimarcare il +21,4% fatto registrare da Hyundai ed il +19,6% di Kia (con, rispettivamente, -86% e +0,2% rispetto al 2019), principalmente in virtù dell’ampio assortimento di veicoli di fascia SUV e Crossover e ad alimentazione elettrica, tanto che la fascia di mercato per Hyundai Group è aumentata di quasi due punti sui mercati europei: dal 6,7% del 2019 all’8,6% del 2021.

Il “boom” di Tesla

Il marchio californiano fondato da Elon Musk ha, dal canto suo, raddoppiato la propria quota di mercato fra il 2019 ed il 2021. Grazie al successo di Model 3, il volume di Tesla è salito da 29.300 unità nel 2018 a quasi 168.000 l’anno scorso. La Model 3 non è stata solo l’auto elettrica più venduta in Europa, ma si è assicurata un posto nella Top 20 della classifica generale dei modelli. Nel dettaglio, Jato Dynamics rileva che sono state immatricolate più unità della “compact” californiana rispetto a Peugeot 3008, Volkswagen Tiguan e Fiat Panda, fino ad essere entrata nelle prime dieci posizioni in cinque Paesi: Austria (10. posto), Germania (decima), Norvegia (primo posto fra i modelli più venduti), Svizzera (anche qui, in prima posizione) e Regno Unito (secondo posto).

Le 10 auto più vendute in Europa nel 2021

  1. Volkswagen Golf (205.408 nuove unità immatricolate, con un calo del 27,2% rispetto al 2020 e del 50,0% rispetto al 2019);
  2. Peugeot 208 (196.869, -1,1% rispetto al 2020, -12,4% rispetto al 2019);
  3. Dacia Sandero (196.792: +16,9% sul 2020, -12,4% dal 2019);
  4. Renault Clio (196.243: -21,1%, -38,5%);
  5. Peugeot 2008 (194.653: +24,4%, +16,5%);
  6. Volkswagen T-Roc (186.644: +17,1%, -10,4%);
  7. Toyota Yaris (182.590: +1,3%, -14,3%);
  8. Opel Corsa-Vauxhall Corsa (180.643: -8,7%, -18,5%);
  9. Fiat 500 (“derivate” Abarth comprese) (174.739: +24,0%, -1,0%);
  10. Citroen C3 (159.302: +7,0%; -25,2%).

La “zona calda” (posizioni dalla 11 alla 20)

  • Renault Captur (158.580 nuove unità immatricolate: -11,0% rispetto al 2020; -29,3% rispetto al 2019);
  • Volkswagen Polo (152.617: -9,7%; -40,5%);
  • Hyundai Tucson (149.170: +64,3%; +6,4%);
  • Toyota Corolla (146.604: +6,8%; +9,7%);
  • Dacia Duster (145.753: +4,4%; -34,2%);
  • Skoda Octavia (143.268: -21,9%; -35,9%);
  • Tesla Model 3 (141.429: +64,0%; +48,8%);
  • Peugeot 3008 (140.015: +11,9%; -28,4%);
  • Volkswagen Tiguan (133.558: -9,5%; -39,9%);
  • Ford Puma (132.887: +12,3% rispetto al 2020).

Posizioni dalla 11 alla 25

  • Fiat Panda (132.227 nuove unità immatricolate: -8,7% rispetto al 2020; -28,3% rispetto al 2019);
  • Volkswagen T-Cross (127.956: +11,7%; +27,1%);
  • Volvo XC40 (120.234: +9,5%; +42,5%);
  • Mercedes Classe A (117.233: -25,7%; -41,3%);
  • Bmw Serie 3 (116.250: -1,9%; -4,9%).

Mercato Europa 2021 per fasce di segmento

Segmento A (citycar)

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 839.787 (+7,7 rispetto al 2020, -29,0% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Fiat 500 (comprese le versioni Abarth);
  • Fiat Panda;
  • Toyota Aygo.

Segmento B (sub-compact)

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 2.083.853 (-7,7% rispetto al 2020, -30,7% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Peugeot 208;
  • Dacia Sandero;
  • Renault Clio.

Segmento C (compact)

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 1.805.982 (-13,3% rispetto al 2020, -32,4% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Volkswagen Golf;
  • Toyota Corolla;
  • Skoda Octavia.

Segmento D (Mid-size)

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 734.366 (-6,6% rispetto al 2020, -29,8% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Tesla Model 3;
  • Bmw Serie 3;
  • Volkswagen Passat.

Segmento E (Executive)

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 212.561 (-13,5% rispetto al 2020, -41,3% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

Bmw Serie 5;

Mercedes Classe E;

Audi A6.

Segmento F (Luxury)

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 31.516 (+17,7% rispetto al 2020, -18,0% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Mercedes Classe S;
  • Bmw Serie 7;
  • Porsche Panamera.

Monovolume

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 242.347 (-35,1% rispetto al 2020, -65,2% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Honda Jazz;
  • Volkswagen Touran;
  • Mercedes Classe B.

Sportive

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 77.027 (-16,7% rispetto al 2020, -46,2% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Porsche 911;
  • Bmw Z4;
  • Bmw Serie 2.

Small SUV

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 2.018.791 (+8,7% rispetto al 2020, -12,0% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Peugeot 2008;
  • Volkswagen T-Roc;
  • Renault Captur.

Compact SUV

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 2.339.415 (+6,2% rispetto al 2020, -18,7% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Hyundai Tucson;
  • Peugeot 3008;
  • Volkswagen Tiguan.

Medium SUV

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 716.355 (+42,6% rispetto al 2020, +23,0% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Volvo XC60;
  • Bmw X3;
  • Volkswagen ID.4.

Large SUV

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 239.706 (+4,2% rispetto al 2020, -4,6% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Bmw X5;
  • Mercedes GLE;
  • Volvo XC90.

Luxury SUV

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 28.430 (+4,6% rispetto al 2020, -6,3% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Mercedes Classe G;
  • Land Rover Range Rover;
  • Bmw X7.

Veicoli commerciali leggeri

Totale delle nuove immatricolazioni 2021: 362.254 (-22,6% rispetto al 2020, -38,6% rispetto al 2019).

Modelli più venduti

  • Fiat Ducato;
  • Volkswagen Caddy;
  • Citroen Berlingo.

Ultime notizie su Berline

Le auto berline: notizie sulle auto con carrozzeria (tipicamente) a 3 volumi e 4 porte, con le novità, le prove su strada, i prezzi, le schede tecniche e le guide d'acquisto.

Tutto su Berline →