Renault Espace: prova su strada

Renault Espace Initiale – Nelle auto moderne spesso la praticità si deve inchinare al design. Per creare una vettura dal look appagante in alcuni casi bisogna scendere a compromessi ma Renault è riuscita ad armonizzare la spaziosità e praticità tipiche dei grandi monovolume francesi con un’estetica moderna, muscolosa e già proiettata verso il futuro. Così è nata la nuova Renault Espace, una comoda sette posti che nel look strizza l’occhio ai crossover, senza però riprenderne alcune caratteristiche, come l’assetto rialzato, che ne rovinerebbero la dinamica. Sette posti, tanta tecnologia al servizio del guidatore e soluzioni tecniche pensate per rendere quest’auto, lunga 4.86 metri, maneggevole come una compatta, tanto nell’extraurbano quanto in città.

Le ruote posteriori sterzanti del 4Control la rendono agile e ne migliorano la guidabilità sia in manovra, sia ad alte velocità mentre l’innovativo sistema Multi-Sense permette di trasformare, letteralmente, il comportamento dinamico dell’auto semplicemente premendo un pulsante. La gamma della nuova Renault Espace si articola su tre diverse motorizzazioni, tutte sovralimentate e con cilindrata 1.6. Una delle più interessanti è la 1.6 biturbo diesel da 160 cavalli con cambio automatico EDC che noi abbiamo provato nell’allestimento più completo della gamma, l’Initiale Paris, potendo così testare tutte le novità tecniche e tecnologiche, dal 4Control all’R-Link 2 fino ad arrivare al Multi-Sense.

Renault Espace: com’è

COMFORT 8.5
La nuova Renault Espace enfatizza le doti di comodità delle precedenti generazioni evolvendo il monovolume verso nuovi concetti di comfort ed esclusività. Ogni particolare è curato e nulla è lasciato al caso: ognuno dei 7 passeggeri dispone di una seduta comoda. In pochi secondi la Renault Espace può infatti trasformarsi da 5 a 7 posti, con i sedili posteriori che in un attimo si possono abbattere anche tramite l’R-Link 2. Basta infatti utilizzare la funzione dell’impianto di infotainment per abbattere tutti i sedili insieme, operazione che si può svolgere anche dal posteriore grazie a degli appositi pulsanti. Il One Touch consente infatti di cambiare radicalmente l’interno dell’abitacolo, trasformando una comoda 7 posti in una spaziosissima due posti con un vano di carico di ben 2.035 litri.

Tutto questo in una lunghezza esterna di 4.857 millimetri che nasconde un passo di 2.884 millimetri pensato per rendere l’auto stabilie e sfruttare al meglio gli spazi interni. Questo senza però rovinare la manovrabilità della vettura che, grazie alle quattro ruote sterzanti 4Control si rivela agile anche in città. I passeggeri possono così godere di tanto spazio per le gambe, con la configurazione interna che permette di viaggiare in totale comodità anche grazie ad un ottimo isolamento acustico. I sedili sono comodi e ben rifiniti e presentano, sulla fila anteriore, anche una funzione di massaggio che può migliorare ulteriormente l’esperienza di viaggio, soprattutto sui lunghi tragitti.

Basta entrare nell’abitacolo per percepire le ottime doti qualitative della Renault Espace. L’assemblaggio è curato ed ogni particolare è al posto giusto: l’unico difetto, se così lo si può definire, a nostro giudizio è la chiave. Il transponder ha infatti una forma rettangolare, è grande circa come una carta di credito, ma risulta piuttosto spesso e una volta tolto dalla tasca non ha un alloggiamento dedicato. Per il resto sulla nuova Espace si respira qualità: nessuna vibrazione, plastiche curate e realizzate con materiali di buon livello abbinati ad un design che ci ha convinto e tanti vani dove riporre oggetti più o meno voluminosi. Non mancano nemmeno le prese 12 volt che vengono integrate in diversi punti dell’auto.

Renault Espace: come va

SU STRADA 7
Salendo su un’auto così grande ci si aspetterebbe una guida goffa, prestazioni non esaltanti e difficoltà nella gestione cittadina della vettura. I tecnici francesi hanno preso in analisi tutte queste caratteristiche normalmente riconducibili alle auto di grandi dimensioni, cercando soluzioni tecniche per evitare che la nuova Renault Espace fosse così. Una volta messi al volante dell’Espace ci si accorge subito di quanto è grande e spaziosa, ma basta fare poche centinaia di metri per accorgersi di come l’abito non faccia il monaco.

La Renault Espace è facile da guidare: la posizione di guida rialzata permette di controllare per bene cosa accade attorno alla vettura mentre i montanti anteriori con vetro integrato garantiscono un’ottima visibilità. Lo sterzo è leggero ma grazie al Multi-Sense si può regolare a seconda del tipo di utilizzo e consente di guidare la vettura in totale relax e senza doversi sforzare. Ottima la manovrabilità: grazie alle quattro ruote sterzanti si possono effettuare manovre davvero impensabili per una vettura di queste dimensioni. Buona la tenuta di strada: l’assetto ha una buona taratura e copia bene le sconnessioni senza risultare troppo rigido, con la generosa gommatura che fa il resto.

MOTORE 7.5
Si potrebbe pensare, osservandola, che per muovere un’auto di questa stazza serva un motore di grande cubatura. Renault ha però scelto un 1.6 biturbo diesel da 160 cavalli e 380 Nm di coppia disponibili già a partire da 1.750 giri al minuto. Questa unità riesce a muovere la Renault Espace con grande facilità, rendendola scattante in ripresa ed accelerazione senza però rivelarsi eccessiva nei consumi. Al 1.6 si abbina un cambio automatico doppia frizione EDC a sei rapporti che enfatizza ulteriormente le prestazioni della vettura senza far sentire le cambiate rendendo ogni viaggio ancor più confortevole.

Renault Espace: la tecnologia

Con la nuova generazione l’Espace non solo ha voltato pagina per quanto riguarda il design, ma ha anche aperto un nuovo capitolo tecnologico per la casa francese. Tra i numerosi accessori presenti sulla nuova Renault Espace, destinati ad arrivare su molte altre vetture della gamma, tra i più interessanti vi è il sistema Multi-Sense. Tramite lo schermo dell’impianto di infotainment connesso R-Link 2 da 8.7 pollici, oppure premendo l’apposito pulsante situato sul tunnel centrale, si può trasformare letteralmente il comportamento della vettura. Cinque diversi programmi di funzionamento permettono di regolare a piacimento il setup della vettura, potendo agire sulla risposta del motore e sul relativo suono, sulle sospensioni, sullo sterzo e sulla rapidità di cambiata.

Oltre a questo il Multi-Sense permette di interagire anche con il 4Control, il sistema a quattro ruote sterzanti che permette manovre in spazi ridottissimi e migliora la guidabilità anche ad alta velocità. Proprio il 4Control viene utilizzato anche dall’Easy Park Assist che, tramite i sensori integrati rileva gli spazi di parcheggio e fa manovra in maniera automatica, lasciando al guidatore il solo compito di accelerare e frenare. Ovviamente non mancano nemmeno le dotazioni di sicurezza più moderne del sistema Adas. La nuova Renault Espace ha infatti allarmi per la distanza di sicurezza, per l’angolo morto e per il superamento della linea di carreggiata. L’Adas integra però, tra le altre cose, il cruise control adattivo ed il sistema di frenata di emergenza attiva: sistemi che rendono la nuova generazione dell’Espace la più sicura di sempre.

Renault Espace: allestimenti e prezzi

La Renault Espace Initiale Paris è l’unica versione in gamma a proporre di serie il sistema 4Control con asse posteriore sterzanti e gli interni in pelle Nappa. Questo allestimento, essendo il top di gamma, è disponibile solo con le due motorizzazioni più potenti. La Renault Espace Initiale Paris con il 1.6 TCe da 200 cavalli ha un prezzo di listino di 43.800 euro mentre la versione a gasolio con il 1.6 dCi da 160 cavalli è proposta a 45.500 euro.

Questi prezzi si riferiscono ad un allestimento già particolarmente ricco che include anche cerchi da 19 pollici, Bose Sound System a 12 altoparlanti, impianto di infotainment R-Link 2, sistema di parcheggio automatico Easy Park Assist e molte altre dotazioni. Per chi volesse ancor più accessori il listino offre la possibilità di arricchire la propria Renault Espace Initiale Paris con la terza fila di sedili, ad un costo di 1.250 euro, con un tetto panoramico, aggiungendo 1.200 euro o anche con due monitor integrati nei poggiatesta per la seconda fila con lettore DVD a 1.000 euro. Non manca nemmeno la possibilità di avere, per 600 euro aggiuntivi, il climatizzatore addizionale per i sedili posteriori. Proprio i sedili posteriori possono essere riscaldabili grazie al pack inverno che include anche il parabrezza riscaldato ad un prezzo di 300 euro. Per avere una carrozzeria metallizzata bisogna infine aggiungere dai 750 ai 950 euro a seconda della tinta scelta.

L’Initiale Paris è però l’allestimento più ricco della gamma: la Renault Espace si propone infatti con prezzi a partire da 32.900 euro per la dCi 130 in allestimento Zen. Per chi vuole un motore più potente la Renault Espace dCi 160 Intens viene proposta a 38.200 euro mentre la Renautl Espace TCe 200 Intens è in vendita a 36.500 euro.

VOTO FINALE
8

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO