Koenig Competition Evolution

Koenig Competition Evolution

"Se potessi avere... 1000 Cv al mese"... ormai, conto in banca a parte, non si tratta più di un sogno, un'utopia, uno scenario irrealizzabile. Dato che, al giorno d'oggi, anche una piccola utilitaria del segmento B riesce a sfoderare cavalli come ridere (la Nissan Micra 160 SR, la Citroen C2 VTS e molte altre), realizzare un motore che erutta cavalli senza limite e installarlo in un'auto stradale è pane per le stesse case ufficiali (la Bugatti Veyron è certamente la più insigne rappresentante di questa corrente).


Ma la produzione di mostri stradali più performanti di vere auto da corsa non è certo una novità. Negli anni Ottanta c'erano le Lotec (abbiamo già parlato della C1000, presentata come una bestia da oltre un migliaio di cavalli salvo poi scoprire che ne erogava di meno, circa 900) e c'erano le Koenig Specials.

A Monaco di Baviera ti prendevano in consegna la tua cara e onesta Ferrari Testarossa e ti montavano (al tuo già impetuoso V12 boxer da 4.942 cc e 390 Cv) giusto un paio di turbocompressori, te la allaragavano ancora di più per aprire bocche per l'ingresso dell'aria (per tutti i radiatori di raffreddamento, aspirazione e turbine...), te la equipaggiavano con pneumatici da 335 ed il risultato erano, appunto, 1000 Cv (ma nell'abitacolo veniva anche montato un pomello con il quale era possibile scelgiere tra vari livelli di potenza massima; non si sa mai che con quest'auto si dovesse anche fare manovra!). L'auto accelera da 0 a 100 in molto meno di 4" e supera abbondantemente i 370 km/h (e ci risulta che, ad ausilio della sola trazione posteriore non ci sia nessun controllo di trazione. Quindi, attenti a voi!)

L'esemplare di queste foto (unico in Italia), era esposto all'ultima edizione di Automotodepoca, a Padova, nello stand della Mistral Motors della provincia di Verona. E' attualmente in vendita ma, eventualmente, si può scegliere anche tra Jaguar XJ 220, Ferrari F50, Maserati MC12, Lamborghini LM002 e Diablo SV Roadster, Bentley Azure Convertibile (per altro tutte presenti nello stand durante la rassegna padovana).

Una curiosità su una delle (tante) potenzialità della Koenig Competition Evolution ce l'ha raccontata lo stesso titolare della concessionaria: se avesse messo in moto, come minimo - ha detto - sarebbe saltato il tetto del padiglione.

Koenig Competition Evolution

Koenig Competition Evolution

Koenig Competition Evolution

  • shares
  • +1
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: