Silk-Faw S9: ecco la nuova hypercar ibrida plug-in “made in Motor Valley”

La joint venture nata dalla americana Silk EV e dal “big player” cinese Faw ha presentato la ultracoupé da 1.400 CV che verrà prodotta dal 2023 nell’”hub” che sorgerà a Reggio Emilia.

Le basi erano state rese note, nella primavera 2021, in occasione della nascita di quello che venne definito dai fondatori come il nuovo polo italiano d’eccellenza in ambito automotive hi-tech: la joint venture sino-americana (ma con sede in Italia, e più precisamente a Reggio Emilia, nel “cuore” della Motor Valley emiliana) Silk-Faw, ovvero la sinergia fra la statunitense Silk EV e la cinese Faw. E, sotto i riflettori, c’è S9, hypercar ad alimentazione ibrida plug-in dai valori stratosferici quanto a potenza massima e prestazioni annunciate (1.400 CV complessivi, 1”9 per lo scatto da 0 a 100 km/h), realizzata interamente dallo staff tecnico della giovanissima realtà che nasce su un articolato programma di ricerca e sviluppo.

Grandi nomi

L’anteprima del modello che andrà ad inaugurare la lineup della nuova realtà imprenditoriale – cui partecipano, fra i tecnici incaricati del progetto, nomi di spicco nel comparto dell’auto di grande prestigio: dagli ex-Ferrari Amedeo Felisa, Roberto Fedeli e Davide Montosi, a Carlo Della Casa (già in forza in McLaren e Lamborghini), Katia Bassi di fresca nomina in qualità di Managing director; e la “matita” di Walter De Silva che ne ha curato il disegno – è stata svelata a Milano, nell’ambito del Salone del Mobile, che apre al grande pubblico domenica 5 settembre e si concluderà venerdì 10. In effetti, si tratta di un “vernissage” che identifica una versione più vicina alla produzione rispetto alla concept che aveva fatto bella mostra di se, nella seconda metà dello scorso aprile, al Salone di Shanghai 2021.

In esposizione a Milano

L’esposizione di Silk-Faw S9 alla Milano Design Week 2021 (i visitatori possono ammirarla presso lo Spazio Quattrocento di via Tortona 31, dalle 10 alle 18 fino al 10 settembre) è preludio alla sua messa in produzione, prevista in un’ottica a breve termine: il quartier generale di Reggio Emilia inizierà a realizzare le prime unità nel 2023.

Ecco i primi dettagli

Corpo vettura

Dal punto di vista stilistico, Walter De Silva ha impostato, partendo da un “capitolato” che richiedeva una coupé a motore termico centrale, una vettura dalle forme dichiaratamente ispirate al Motorsport (emblematica, in questo senso, la soluzione “Long tail”, cioè a coda lunga, finalizzata ad assecondare al meglio i flussi verso la zona posteriore del veicolo) e dunque funzionali alle eccezionali doti velocistiche del veicolo.

Motorizzazioni

Il gruppo di propulsione ibrido ricaricabile, anch’esso realizzato “in casa”, si avvale di un V8 bi-turbo da 918 CV a 9.000 giri/min abbinato a tre motori elettrici, dagli elevatissimi regimi di rotazione (30.000 giri) che erogano 530 CV complessivi: uno collocato sul cambio, e gli altri due che agiscono direttamente sulle ruote anteriori. Anche le batterie di alimentazione saranno frutto del lavoro nella factory emiliana. La potenza totale, come si accennava in apertura, è nell’ordine di 1.400 CV: una cifra di assoluto livello, e che in termini di performance si accompagna ad un peso abbastanza contenuto della vettura (circa 1.450 kg), grazie all’impiego di un telaio e di una carrozzeria interamente in fibra di carbonio.

Performance, design, innovazione e sostenibilità

I valori fondanti del progetto S9 vengono così sintetizzati da Katia Bassi:

“La nuova S9 è il simbolo di un nuovo futuro in cui alte prestazioni e design si uniscono perfettamente all’innovazione e all’attenzione alla sostenibilità. Siamo entusiasti di svelare la nostra splendida Hypercar in occasione di un grande evento globale dedicato al design”.

La scheda tecnica

  • Architettura motore termico: 8 cilindri a V di 90° in posizione centrale, sovralimentato con due turbocompressori ad azionamento elettrico;
  • Potenza massima motore termico: 918 CV a 9.000 giri/min;
  • Coppia massima: 850 Nm;
  • Potenza specifica motore termico: 230 CV/litro;
  • Motori elettrici: tre unità, una posizionata sul cambio, due in corrispondenza dell’avantreno;
  • Potenza dei tre motori elettrici: 530 CV totali;
  • Potenza complessiva del sistema di propulsione ibrido plug-in: 1.400 CV;
  • Coppia massima complessiva: 1.300 Nm su ciascuna ruota;
  • Trasmissione: cambio ad otto rapporti, differenziale posteriore con Torque Vectoring;
  • Assetto: sospensioni adattive;
  • Impianto frenante: di tipo carboceramico;
  • Telaio: monoscocca in fibra di carbonio;
  • Carrozzeria: pannelli in fibra di carbonio;
  • Aerodinamica: sistema attivo al posteriore.

Prestazioni dichiarate

  • Velocità massima: oltre 400 km/h;
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: meno di 2”;
  • Tempo di accelerazione da 0 a 200 km/h: meno di 6”;
  • Tempo di accelerazione da 0 a 300 km/h: meno di 11”.

Ultime notizie su Coupè

Il termine francese ‘coupé’ viene utilizzato per descrivere una vettura d’impostazione sportiva, a due porte, meno funzionale rispetto alla berlina da cui solitamente trae origine. Una coupé – dal verbo couper, ovvero [...]

Tutto su Coupè →