RX Italia 2022: Gian Maria Gabbiani vince ad Ittiri

Gian Maria Gabbiani, sulla Skoda Fabia R5 del Team MFT Motors e sponsorizzata anche dalla nostra testata online, ha concluso da dominatore l’appuntamento sardo che ha dato il via alla stagione tricolore 2022 dell’appassionante specialità

Dopo il primo round stagionale, andato in scena nel weekend del 19 e 20 marzo all’Ittiri Rally Arena, la stagione 2022 del Campionato Italiano Rallycross si prepara a sbarcare a Maggiora, nello storico tracciato piemontese dove il 17 e 18 aprile l’RX Italia 2022 vivrà il secondo impegno. La sfida del “Maggiora Cross Arena” vedrà i piloti e le vetture iscritte dare battaglia al primo vincitore di stagione: il quarantatreenne Gian Maria Gabbiani, portacolori del Team MFT Motors ed al volante di una Skoda Fabia R5 sponsorizzata anche da Autoblog.it.

All’insegna del dominio

L’esperto driver nativo di Castelfranco Veneto, figlio del tuttora popolarissimo Beppe Gabbiani e anch’egli pilota di notevole esperienza, ha archiviato l’appuntamento di apertura dell’RX Italia 2022 con una netta vittoria nel raggruppamento che comprende le classi Supercar ed RX5: un primo posto da dominatore frutto di una costante leadership in tutte e quattro le manche di qualificazione ed in finale.

Pioggia, freddo, fango: più “ruote sporche” di così…

Il weekend di apertura del Campionato Italiano Rallycross 2022 (serie promossa dallo Sport Club Maggiora) non poteva essere più adatto, per condizioni meteo e della pista, all’immagine più “classica” per la specialità. Nelle due giornate dell’evento, l’Ittiri Rally Arena (il complesso situato nella località del Sassarese è uno dei due impianti permanenti, insieme a Maggiora, fra quelli che ospitano le prove della serie nazionale) è stata in effetti flagellata da forte vento, pioggia e temperature decisamente invernali, che hanno portato tanto fango e reso la vita ancora più difficile ai piloti in lizza impegnati lungo i 1.140 m di sviluppo del tracciato, con una netta prevalenza (742 m, pari al 65%) di sterrato, ed i restanti 398 m asfaltati.

Un’atmosfera che, anzi, oltre ad avere reso le prove ancora più spettacolari, ha se vogliamo contribuito ad aggiungere fascino all’interessante specialità “a ruote sporche” nata ufficialmente nel febbraio 1967 con un evento che si era tenuto nello storico tracciato di Lydden Hill ed aveva assegnato la vittoria al fuoriclasse inglese Vic Elford, peraltro scomparso lo scorso 13 marzo all’età di 87 anni, proprio mentre la “carovana” dell’Italiano Rallycross 2022 si apprestava a vivere la prima “tappa” della stagione 2022.

Il ruolino di marcia dei protagonisti

Gian Maria Gabbiani, come si accennava più sopra, ha confermato le proprie doti con un’inequivocabile vittoria che ha di fatto confermato il successo ottenuto nel 2021 a Castelletto di Branduzzo. Il tempo staccato ad Ittiri (6’23”467 sui sei giri previsti) la dice lunga sul forte binomio Gabbiani-Skoda Fabia MFT Motors anche per il prosieguo della stagione. In seconda posizione è arrivato Fabio Mezzatesta, fra i protagonisti della finale dopo avere dovuto prendere le misure alla sua nuova Peugeot 208.

Terzo posto ad Ittiri per Rosario Corallo (Subaru Impreza), vincitore della categoria Supercar. Successo al femminile nella Supertouringcars per Arianna Corallo (Opel Astra STC), mentre Pier Paolo Caputo (Peugeot 205 Rallye) si è imposto della STC-1600, e Marcello Gallo (forte di tre titoli italiani nel proprio palmarès) ha concluso davanti a tutti nel combattutissimo raggruppamento Kartcross, dove in seconda posizione è arrivato il “baby-sprint” Valentino Ledda, appena quattordicenne e idolo “di casa”.

“Non potevo far altro che stare davanti a tutti…”

Ovvia soddisfazione per Gian Maria Gabbiani, che racconta come la cavalcata vittoriosa all’Ittiri Rally Arena non sia stata propriamente una “passeggiata”:

La prima tappa del campionato è andata benissimo. MFT Motors mi ha fornito una Skoda estremamente competitiva e abbiamo subito cercato di imporre il ritmo. C’è stato qualche momento di concitazione quando abbiamo avuto un piccolo ma fastidioso problema al tergicristallo e l’unica soluzione era stare davanti. Comunque ci siamo riusciti. Anche nella manche Q3, che è stata caratterizzata da un contatto multiplo, abbiamo mantenuto il controllo mettendo così a segno un cinque su cinque che mi rende molto fiducioso per il resto dell’anno.

RX Italia 2022

Archiviata la prova in terra sarda, il Campionato Italiano Rallycross 2022 andrà a Maggiora, con l’immancabile appuntamento di Pasqua e Pasquetta. La medesima “location”, ma da percorrere in senso inverso, ospiterà la terza tappa del Campionato. Successivamente, sarà la volta della collaudatissima pista di Castelletto di Branduzzo (valevole anche per il Campionato Europeo della zona centrale). Dopo la pausa estiva, i motori torneranno a rombare ad Ittiri, all’inizio di settembre, nella penultima tappa di un Campionato che vivrà il proprio gran finale a Maggiora, in un weekend conclusivo che sarà nuovamente valevole per l’Europeo.

Di seguito le prossime gare RX Italia 2022

  • 17-18 aprile: Maggiora Offroad Arena (Maggiora-Novara);
  • 21-22 maggio: Maggiora Offroad Arena “Reverse” (Maggiora-Novara);
  • 16-17 luglio: Castelletto Circuit (Castelletto di Branduzzo-Pavia), prova a coefficiente 1,5, che sarà valevole anche per il Campionato Rallycross FIA CEZ-Central European Zone;
  • 3-4 settembre: Ittiri Rally Arena (Ittiri-Sassari), prova a coefficiente 1,5;
  • 22-23 ottobre: Maggiora Offroad Arena (Maggiora-Novara), prova a coefficiente 2, che sarà valevole anche per il Campionato Rallycross FIA CEZ.

Le categorie ammesse

Riportiamo brevemente di seguito le otto categorie di vetture che possono scendere in pista nel Campionato Italiano Rallycross.

  • Supercar;
  • RX5;
  • Super1600;
  • Supertouringcars min-1.600;
  • Supertouringcars min;
  • Supertouringcars plus;
  • KartCross;
  • Side By Side (SXS).

Ultime notizie su Motorsport

Tutto su Motorsport →