Morgan Plus 8 GTR: prime anticipazioni sul nuovo progetto V8

Serie limitatissima (9 unità) da realizzare come omaggio alla “Big Blue” che corse alla fine degli anni 90 e fece da trampolino tecnologico per lo sviluppo dei nuovi telai in alluminio.

“Dove eravamo rimasti?”. Fra i “piani alti” di Malvern questa domanda deve avere fatto capolino più di una volta, se si è deciso di portare alla luce una produzione accantonata da tempo, e che giaceva nei cassetti dei progettisti di uno dei marchi che han fatto dell’anticonformismo la propria bandiera. È Morgan, che ha, in verità un po’ a sorpresa (ed a poca distanza dall’annuncio di prossima fine produzione della iconica “Three-Wheeler” di attuale generazione), rivelato un’anticipazione della imminente Morgan 8 GTR. Si tratta, in ogni caso, di una edizione ultralimitata: ne verranno assemblati (“ovviamente” a mano, uno per uno) nove esemplari, con le delibere che inizieranno nell’estate 2021.

Deriva da un modello fuori produzione

Il fatto rilevante viene rappresentato dall’origine del modello: Morgan Plus 8 si congedò dai mercati nel 2018; dunque, ad una prima occhiata potrebbe trattarsi di un’operazione-revival, oppure una sorta di “Continuation” come diversi altri esempi – la maggior parte dei quali, del resto, arrivati da oltremanica – presentati in tempi recenti. Al contrario: Morgan Plus 8 GTR 2021 costituirà una lineup di allestimento nuova di zecca. Seppure, come si accennava, ripresa da un modello non più in produzione.

Telai già pronti

Base di partenza, indicano in effetti i dirigenti della factory del Worchestershire (la cui maggioranza delle quote capitale venne acquisita, a marzo 2019, da Investindustrial, il fondo di private equity di proprietà dell’italiano Andrea Bonomi e che per otto anni – dal 2010 alla fine di ottobre 2020 – ha anche detenuto la maggioranza delle quote di Aston Martin), sono alcuni telai, già allestiti con relative parti mobili, disponibili nei magazzini Morgan in virtù di un progetto esterno all’azienda e che venne interrotto. Tutte e nove le unità programmate verranno sviluppate su chassis e motori mai utilizzati e da rimettere in servizio per l’inedito programma. Ciascuna vettura sarà costruita non nella celebre fabbrica di Pickersleigh Road, quanto presso il Morgan Design and Engineering Centre. I prezzi di vendita, e la timeline di consegna, saranno comunicati più avanti.

Ispirata alla celebre Plus 8 da corsa

Grezzo, viscerale, rumoroso e basso”. Una vettura GT “gloves-off” (secondo una dichiarazione dei “piani alti” di Malvern), ovvero… senza regole. Così i tecnici Morgan illustrano la imminente “limited edition” Plus 8 GTR, annunciata come il primo di alcuni progetti speciali che la factory inglese ha in programma per il 2021 (un filone che segue pari pari quanto realizzato in tempi recenti, come ad esempio le varie Aero GT, SP1 ed Aeromax). Principale fonte di ispirazione, come si può notare dai bozzetti di anteprima (e che la stessa Morgan conferma) è la mai dimenticata Morgan Plus 8 in assetto corsa (ribattezzata “Big Blue” dagli appassionati per la peculiare tinta carrozzeria) che dalla fine degli anni 90 calcò le scene internazionali delle serie FIA GT.

Fu importante banco di prova per lo sviluppo di nuove tecnologie

Un modello cruciale, quest’ultimo, per l’evoluzione tecnologica dell’azienda dall’immagine talmente personale che non è neanche il caso di parlarne, in quanto servì ai tecnici Morgan come utile banco di prova per lo sviluppo del primo telaio in alluminio incollato, che avrebbe poi costituito l’”ossatura” delle successive Aero 8 ed “Aero-chassis” Plus 8 e, via via, ha evoluto nel telaio della più recente generazione “CX”.

Avrà struttura in alluminio e motore Bmw V8

La prima “big news” 2021 di Malvern costituisce quindi un omaggio alla propria recente storia di sviluppo tecnologico: un modo per celebrare la vettura che aprì di concreto la strada verso l’utilizzo di chassis in alluminio da parte di Morgan. Analogamente alle serie speciali Aero GT, SP1 ed Aeromax di cui si accennava, anche la novità Plus 8 GTR sarà equipaggiata, sotto il cofano, con l’unità motrice 4.8 ad 8 cilindri a V di origine Bmw (codice N62), che nelle specifiche di origine erogava 367 CV. In ogni caso, l’esatta “cavalleria” verrà anch’essa ufficializzata prossimamente. Già definita, invece, la scelta dei componenti trasmissione: a disposizione dei clienti, ci sarà un cambio manuale a sei rapporti (versione che sembrerebbe la più adatta all’indole della vettura) oppure un cambio ZF automatico, anch’esso a sei rapporti, e con soluzioni di rapporto finale invariabili per ciascuno dei due tipi proposti.

Specifiche di allestimento “tailor-made”

Come detto, gli esemplari di Morgan Plus 8 GTR saranno soltanto nove: la produzione sarà avviata nell’estate 2021, e con disponibilità su alcuni mercati mondiali. Essendo il nuovo modello parte del programma di progetti speciali della factory di Malvern, ogni acquirente sarà invitato a collaborare con i tecnici di Malvern per la scelta delle specifiche personali da realizzare.

“Adotterà diversi elementi che vedremo nella produzione futura”

Ripristinare una Morgan ‘Ottovù’ potrebbe al momento non sembrare una ovvia scelta per una Casa costruttrice da tempo concentrata su nuove tecnologie di pianale e nuovi propulsori. Tuttavia, quando si è presentata l’opportunità di rimettere in servizio alcuni ‘rolling chassis’ per creare un nuovo entusiasmante progetto, abbiamo abbracciato questa idea in pieno – dichiara Jonathan Wells, responsabile della Divisione Design di Morgan – In effetti, con questo nuovo programma i nostri ingegneri hanno avuto la possibilità di rivisitare alcune delle caratteristiche peculiari dei modelli Morgan del passato, nonché sperimentare diversi elementi che, speriamo, verranno adottate dalla produzione futura”.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →