Auto e Moto d’Epoca: con Stellantis Heritage storia e attualità procedono di pari passo

L’evoluzione dell’auto elettrica attraverso il prototipo Fiat X1/23 e la nuova Fiat 500 Red; Fiat-Abarth 850 TC di cui ricorrono i sessant’anni dalla presentazione; la concept Abarth 1000 SP 2021 e le novità del catalogo di ricambi originali Heritage Parts.

Una superficie di 115.000 metri quadri; più di 5.000 auto storiche e Youngtimer, e la presenza di oltre 1.600 espositori; e ancora: Case ufficiali, eventi tematici, tavole rotonde, iniziative dedicate a tutti gli appassionati ed alle realtà di settore, nonché la consueta ed apprezzatissima area riservata al “mercatino”, con spazi di compravendita di veicoli storici, ricambi, modellismo, editoria specializzata. È l’edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca, che apre al grande pubblico giovedì 21 ottobre per concludersi domenica 24.

La “tre giorni” interamente rivolta al motorismo storico – che con un valore nell’ordine di 2,2 miliardi di euro all’anno è sempre più parte integrante, per le sue mille sfaccettature e la sua filiera più vivace e dinamica che mai, allo sviluppo del Sistema Paese – vede, fra le presenze di maggiore rilievo che hanno assicurato la propria partecipazione, anche Stellantis.

I marchi italiani della “big Alliance” nata ufficialmente all’inizio del 2021 dalla fusione 50-50 tra Fca e Psa portano in dote anche un solidissimo patrimonio storico, che si concretizza attraverso la Divisione Heritage, creata nel 2015 con il compito di recuperare, tutelare e valorizzare l’immenso patrimonio storico dei marchi Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth, in particolar modo nei confronti del parco auto storiche di proprietà dell’azienda, che comprende oltre 600 unità.

La rassegna storica in esposizione

Proprio dalla collezione Heritage di Stellantis arrivano tre dei cinque esemplari in esposizione alla rassegna di Padova Fiere.

  • Prototipo Fiat X1/23, prima citycar elettrica della storia e provvista di elementi esterni e interni progettati all’insegna dell’ergonomia e della sicurezza: equipaggiata con un motore elettrico da 13,5 CV posizionato anteriormente (come la trazione), alimentato da batterie al Nickel-zinco collocate nella zona posteriore del veicolo, ed in grado di assicurare alla vettura un’autonomia di 50 km ed una velocità massima di poco superiore a 70 km/h. Ad unire, in una concreta liaison fra storia e presente (ben 50 anni di sperimentazioni nel campo dell’auto elettrica), la capostipite X1/23 con l’attuale step evolutivo in chiave zero emission, la nuova Fiat 500 Red, freschissima vincitrice del titolo Auto Europa 2022 assegnatole dalla giuria tecnica dei soci Uiga-Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive;
  • Modello di stile della nuova Abarth 1000 SP attraverso cui lo “Scorpione” ha reinterpretato in chiave “new gen” la leggendaria biposto Sport-prototipo 1000 SP del 1966;
  • Fiat-Abarth 850 TC, di cui nel 2021 ricorrono i sessant’anni dalla presentazione: primo modello Abarth ad essere stato contrassegnato dalla sigla “Turismo Competizione”, nonché vera e propria “scuola guida” per un nugolo di giovani piloti dal 1961 in avanti, fino alla prima metà degli anni 70 anche nella sua “evoluzione” 1000 TC.

Sotto i riflettori di Auto e Moto d’Epoca ci saranno anche due esemplari storici che appartengono ad altrettanti collezionisti privati: una Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce del 1960 ed una Lancia Delta HF Integrale Evoluzione del 1991. Due unità che, insieme a Fiat-Abarth 850 TC, sono state tutte oggetto di un meticoloso restauro completo (vale a dire dalla carrozzeria agli interni, dalla meccanica alle strumentazioni) effettuato dagli esperti delle Officine Classiche, l’atelier di Restauro e Certificazione di Heritage di Stellantis, sfruttando le sinergie con vari reparti tecnici dello stabilimento di Mirafiori.

Accanto a Delta HF Integrale Evoluzione, a fare bella mostra di se presso lo stand Stellantis Heritage ci saranno anche i paraurti ed una selezione di lamierati riprodotti appositamente per questo iconico modello Lancia nell’ambito di “Heritage Parts”.

Offerta aftermarket Heritage Parts ancora più ampia

Per venire incontro alle esigenze degli appassionati, ed anche in relazione alla necessità di preservare il veicolo in condizioni più possibile aderenti alle specifiche di produzione, ad Auto e Moto d’Epoca 2021 il grande pubblico potrà vedere da vicino i nuovi arrivi nel catalogo “Heritage Parts”, progetto condiviso fra la Divisione Heritage di Stellantis e Mopar, reparto di produzione e vendita ricambi originali, che propone una vasta gamma di componenti DOC per i modelli d’epoca, acquistabili presso la rete di vendita ufficiale e online, attraverso l’e-store Mopar.

Tutto questo grazie alla possibilità di avvalersi di stampi e materiali originali, gelosamente custoditi all’interno del Gruppo. Le proposte sono state ampliate, di recente, con sette lamierati specifici per Lancia Delta HF Integrale Evoluzione (cofano, parafanghi e rivestimenti delle porte), realizzati attraverso uno stampo ricavato da un processo di “reverse engineering”, ottimizzato grazie alla scansione dell’esemplare di Lancia Delta HF Integrale Evoluzione appartenente alla collezione storica di Heritage.

Il materiale utilizzato è l’acciaio a basso tenore di carbonio: la stessa lega del componente originale, migliorata con l’aggiunta della zincatura. Fra le ultime novità in ordine di tempo, numerose altre parti originali (centraline elettroniche, volanti, strumentazione e ricambi di carrozzeria suddivisi tra paraurti, parafanghi, portiere, portelloni, cofani e targhette identificative del modello) disponibili in numero limitato e fino ad esaurimento scorte, per Alfa Romeo GTV-Spider, GT, 147, 156, Brera e Fiat Coupé e Fiat Barchetta.

Ultime notizie su Fiat

FIAT viene fondata nel 1899 a Torino. L’acronimo FIAT significa Fabbrica Italiana Automobili Torino. Giovanni Agnelli fu aiutato nell’idea di avviare un’azienda automobilistica da numero [...]

Tutto su Fiat →