E-GAP presente all'e_mob 2019 con un Van speciale e uno stand

E-GAP sarà a disposizione per far testare la ricarica a tutti i possessori di veicoli elettrici interessati, e tutti coloro che si recheranno allo stand o proveranno il sistema E-GAP riceveranno in omaggio un credito per ricaricare il proprio mezzo in futuro

Avrà uno stand dedicato in occasione dell'evento e_mob 2019 l'operatore E-GAP, primo in Europa ad introdurre sul mercato il servizio di ricarica rapida su richiesta e in mobilità. E per l'occasione sarà inoltre presente un van E-GAP già in servizio nelle strade cittadine di Milano, un vero e proprio centro di ricarica mobile veloce, in grado di fornire energia a tutti veicoli elettrici, che si tratti di auto, scooter, biciclette o monopattini.

Già a inizio anno, nel 2019, E-GAP ha debuttato a Milano con 10 mezzi di ricarica. Dopo pochi mesi ha fatto il suo debutto a Roma, a cui seguiranno altre 8 metropoli, selezionate in base all’elevato tasso di crescita di veicoli elettrici: Parigi, Berlino, Londra, Stoccarda, Madrid, Amsterdam, Utrecht e Mosca.

Sabato 28 settembre, ultimo giorno di manifestazione, e_mob si concentrerà sul “Raduno Nazionale dei Possessori di Veicoli Elettrici” provenienti da tutta Italia e dall’estero, grazie all’ormai capillare rete di ricarica messa a disposizione dai componenti del Comitato Promotore. E-GAP sarà a disposizione per far testare la ricarica a tutti i possessori di veicoli elettrici interessati, e tutti coloro che si recheranno allo stand o proveranno il sistema E-GAP riceveranno in omaggio un credito per ricaricare il proprio mezzo in futuro.

“E-GAP fa parte degli operatori che sottoscrivono la Carta Metropolitana della Mobilità Elettrica - ha dichiarato Francesco De Meo, Head of Marketing di E-GAP - che non raccoglie solo adesioni, ma vuole attivare un network pro-attivo e propositivo di scambio di idee e di condivisione di iniziative a favore dello sviluppo della mobilità elettrica, partendo dai territori. Partecipiamo a e_mob 2019 con la convinzione che questo genere di manifestazioni rendano attivi cittadini, che possono vedere e toccare con mano la crescita del settore della mobilità elettrica affinché il processo di cambiamento culturale si acceleri e avvenga nel più breve tempo possibile”.

  • shares
  • Mail