Audi A1 Sportback, con ABT mostra i muscoli

Il preparatore tedesco mette mano alla nuova compatta di Ingolstadt. 240 CV e un look ancora più aggressivo


La seconda generazione dell’Audi A1 Sportback è già da abbastanza tempo sul mercato da suscitare le attenzioni del preparatore tedesco ABT. La compatta dei Quattro Anelli, nello specifico la versione 40 TFSI con il 2.0 a benzina, è così passata per le officine di Kempten e ne è uscita con un potente restyling estetico e un notevole aumento di potenza.


Così come esce di fabbrica, il quattro cilindri 2.0 TFSI turboalimentato è abbinato al cambio automatico a doppia frizione S-Tronic e offre 200 CV tondi tondi di potenza, con 320 Nm di coppia massima. Dopo il trattamento di ABT questi valori salgono a 240 CV (20% in più di potenza) e 360 Nm di coppia.


A far crescere le performance dell’Audi A1 Sportback di ABT è bastato il nuovo modulo di gestione dell’elettronica ABT Engine Control che la avvicina all’Audi A1 quattro presentata nel 2011, con trazione integrale e 256 CV di potenza (350 Nm).


In ogni caso, per 3.790 euro il pacchetto include anche le molle ABT per le sospensioni, che ribassano la A1 di 30 mm, i cerchi ABT Sport GR da 18 pollici (con dieci o dodici razze, a scelta) e pneumatici 215/40/18. Il livello di personalizzazione è elevato, visto che tutte queste modifiche possono essere introdotte anche separatamente (ma ovviamente conviene il pacchetto intero).


Per il momento ABT non ha rilasciato informazioni sulle performance della sua Audi A1 Sportback. Per avere un termine di paragone basta pensare che la versione 40 TFSI originale impiega 6,5 secondi per raggiungere i 100 km/h da ferma e raggiunge i 235 km/h.


  • shares
  • Mail