Parco Valentino 2019: Concorso d'Eleganza Classic

Occhi pronti a brillare per il fascino dei modelli in gara nel nuovo Concorso d'Eleganza abbinato al salone del Parco Valentino 2019.

Auto storiche d'eccellenza al Parco Valentino 2019, che fino al 23 giugno metterà Torino al centro dell'interesse degli appassionati, con tanti gioielli a quattro ruote. Una delle novità dell'edizione di quest'anno sarà il Concorso d'Eleganza per vetture d'epoca "Parco Valentino Classic", organizzato da Auto Classic in collaborazione con l'agenzia di comunicazione Between.

Il difficile compito di eleggere la migliore auto in gara per l'ambito trofeo spetterà ai giudici della commissione, presieduta da Paolo Tumminelli (Storico dell'auto) e Andrea Levy (Presidente di Parco Valentino) e composta da Paolo Pininfarina (Vice Presidente ASI), David Giudici (Direttore Ruoteclassiche), Luciano Bertolero (Esperto Ferrari), Alberto Vassallo (CEO Car & Vintage), Sandro Binelli (Storico dell'auto), Enrico Renaldini (Co-Fondatore Gare d'Epoca) e Shayan Bokaie (Director of Digital Petrolicious). Sei, in totale, le classi i cui maturerà il confronto:

Questione di stile: icone del design
Arte in movimento: le magnifiche coupè
Pilota e gentiluomo: sportive da corsa e grand soiree
Carrozze a motore: le grandi cabriolet
Italiane purosangue: gran turismo Made in Italy
La Dolce Vita: una spider per l'estate

Il Concorso d'Eleganza Parco Valentino Classic 2019 vedrà come protagonisti diversi modelli firmati dai nomi più nobili dello stile automobilistico. Fra le creature in gara ci saranno i prototipi realizzati da Bertone, portati direttamente dall'ASI e dal Registro Bertone. Da citare la presenza di una Lamborghini Countach. Anche Giorgetto Giugiaro parteciperà all'evento, con un prototipo da lui realizzato per Bertone nel 1963: la Corvair Testudo, svegliata dal lungo letargo per prendere parte all'evento piemontese.

Fibrillante attesa per la futuristica gran turismo De Tomaso Manusta del 1968, disegnata da Giorgetto Giugiaro e condotta sul red carpet del Concorso d'Eleganza dal figlio Fabrizio.

Molte le auto in gara nate nei tavoli da disegno di Pininfarina, come la Cisitalia 202 del collezionista Gino Coen. A rappresentare la mitica carrozzeria torinese ci penseranno anche la Fiat 8V esemplare unico della Collezione Righini, la Dino 246 GT di Piermario Cornaglia, l'Alfa Romeo Giulietta Spider Veloce di Davide Schiffer, la Lancia Aurelia B24 di Maximilian Kappa, la Fiat Dino Spider di Carlo Brignone, l'Alfa Romeo 2500 6C Cabriolet di Nino Manzoni, la Lancia Astura Convertibile di Bruno Bonis e la splendida Ferrari 512 BB di Marco Utili.

Un ultimo duello tra Bertone e Pininfarina al Concorso d'Eleganza Parco Valentino Classic 2019 sarà quello messo in scena dalla Lancia Stratos di Marcello Delfini e dalla Lancia 037 di Edoardo Cornaglia. Giorgio Vinai al volante della Siata 8V Spider si contenderà la vittoria di classe con la Maserati 200 S di Alfredo Stola e l'AC Ace Bristol del Presidente del Registro Fiat Italiano Edoardo Magnone.

Fra le altre auto in gara, merita di essere citata l'Osca MT4 barchetta realizzata da Frua, di proprietà dell'artista giapponese Hidetomo Kimura, organizzatore del Concorso d'Eleganza di Kyoto. Per celebrare i cento anni di Stola, la Auto Classic metterà a disposizione di Maria Paola Stola Ariusso la Fiat Dedica disegnata da Aldo Brovarone, primo prototipo in assoluto realizzato dalla storica azienda automobilistica torinese con il proprio marchio nel 1996.

Sul tappeto rosso ci sarà anche un capolavoro tedesco: la Mercedes 300 SL "Ali di Gabbiano", portata in gara dalla Fondazione Gino Macaluso, con al volante Stefano Macaluso, figlio dell'indimenticato imprenditore e collezionista torinese. Fra le altre vetture iconiche della Germania anche una Porsche 356 1600 Spider.

Foto | Autoclassic.it

  • shares
  • Mail