SUV a metano: arriva la Seat Arona TGI

Seat lancia il primo SUV a metano al mondo, con tre serbatoi e grande autonomia per offrire una alternativa al diesel.



Con emissioni di CO2 inferiori del 25% e di NOx inferiori del 75% rispetto al diesel, il nuovo SUV a metano Seat Arona TGI è l'alternativa spagnola al gasolio.

Prodotta nello stabilimento spagnolo di Martorell, la Arona TGI verrà presentata in anteprima tra pochi giorni, al Salone di Parigi 2018, e andrà a rimpolpare la gamma a metano di Seat attualmente composta da Leon, Ibiza e Mii.

"SEAT sta promuovendo attivamente l’utilizzo del gas naturale compresso come alternativa sostenibile a benzina e Diesel - commenta Luca de Meo, Presidente SEAT - Inoltre, si tratta di una tecnologia compatibile con l’utilizzo di biometano rinnovabile di qualità garantita, assicurando un futuro a lungo termine per il metano come alternativa di mobilità a basso impatto di emissioni".

La SEAT Arona TGI ha un motore tre cilindri e 12 valvole da 1.0 litri, la potenza è pari a 90 CV e la coppia massima è di 160 Nm. Il cambio, manuale, è a sei rapporti mentre la velocità massima è di 172 km orari. La nuova Seat Arona TGI fa lo 0-100 in 12,8 secondi.

Gli allestimenti della TGI sono gli stessi della Arona 1.0 TSI a benzina. E' dotata di tre serbatoi per il metano situati sotto un vano nella parte posteriore della vettura. L'autonomia a gas è di 400 km, mentre il piccolo serbatoio della benzina garantisce altri 160 km.

Nonostante i tre serbatoi di metano, la Arona TGI mantiene una capacità di carico di 282 litri.

Il bocchettone per il rifornimento è accanto a quello per la benzina, i tubi di scarico sono in acciaio inossidabile e c'è un regolatore elettronico della pressione per ottimizzare la combustione del gas nel motore TGI.

Altre soluzioni tecniche ottimizzano l'uso del metano con questo motore: i pistoni sono ricoperti in nichel-cromo e sono dotati di segmenti modificati per essere compatibili con il gas, valvole e sedi valvole sono rinforzate, mentre le rampe di chiusura delle valvole di aspirazione e scarico risultano appiattite per incrementarne la resistenza all'usura.

Il turbocompressore è più leggero e ha una risposta più immediata per un'erogazione più fluida della potenza.

In caso di temperature inferiori a -10 gradi centigradi il motore si avvia a benzina, per poi passare a gas una volta raggiunta la temperatura ottimale. Per il resto l'Arona TGI passa a benzina solo in caso di esaurimento del serbatoio di gas.

La SEAT Arona TGI sarà disponibile in ogni allestimento presente in gamma (Reference, Style, XCellence e FR).

  • shares
  • Mail