RC auto: il premio medio aumenta leggermente (+0,9%) a 583 euro

Da agosto 2017 ad agosto 2018 il premio annuo medio dell'RC auto è aumentato dello 0,9%, raggiungendo i 582,71 euro. Ma il dato cambia da regione a regione.

Tagliando assicurazione

L'RC auto continua ad aumentare, anche se di poco, e il premio medio annuo per gli automobilisti italiani raggiunge i 583 euro. A certificarlo è l'Osservatorio del portale assicurativo Facile.it, che fornisce anche una serie di dati molto utili a capire le dinamiche del panorama assicurativo auto in Italia.

Le rilevazioni di Facile.it sono state condotte su un campione di 6,8 milioni di preventivi emessi dal comparatore online degli ultimi 12 mesi. Riguardano le tariffe proposte dalle compagnie più rappresentative in termini di raccolta premi RC auto con oltre il 54% del mercato.

Come dicevamo, il risultato è che, ad agosto, per assicurare la Responsabilità Civile di un’auto servivano mediamente 582,71 euro, ovvero lo 0,90% in più rispetto ad un anno fa. Ma il dato non è uniforme in tutte le regioni: i rincari hanno riguardato 13 regioni italiane, mentre nelle altre 7 le tariffe sono diminuite. Dunque, la forbice è compresa tra il – 8,23% della Valle d’Aosta e il + 6,12% del Friuli Venezia Giulia.

RC auto: le regioni dove le tariffe sono diminuite


Partiamo dalle regioni i cui residenti possono beneficiare di una diminuzione del premio RC auto. A guidare la classifica c'è la Valle d'Aosta, che - abbiamo visto - può vantare un -8,23% e un premio medio di 371,95 euro. Anche gli automobilisti dell'Umbria possono ritenersi soddisfatti, con tariffe più basse del 6,17%, in media 531,42 euro.

Completa il podio la Calabria: - 2,17%, anche se gli automobilisti calabresi continuano a scontare premi molto elevati, con una media di 674,37 euro. Un dato che è secondo solo a quello della Campania.

RC auto: le regioni dove i premi sono cresciuti


E veniamo alle note dolenti. Come abbiamo detto, sono 13 le regioni nelle quali è stato registrato un aumento delle tariffe RC auto, in alcuni casi più sensibile e in altri più marcato. Il Friuli Venezia Giulia sconta l'incremento maggiore: + 6,17%, ma possono consolarsi con con un premio medio tra i più bassi d'Italia: 531,42 euro.

Al secondo posto nella classifica degli incrementi c'è la Campania, che già sconta il record del premio RC auto medio più alto - 1.036,20 euro - cresciuto negli ultimi 12 mesi del 4,68%. Al terzo posto c'è il Trentino Alto Adige, che pur registrando un + 4,56% può vantare il premio assicurativo medio più basso d'Italia: "solo" 434,85 euro.


Assicurazione auto: qualche curiosità


Il rapporto dell'Osservatorio di Facile.it ci segnala anche qualche dato più generale del panorama assicurativo, qualcuno molo interessante. Ad esempio, che tra le garanzie accessorie (oltre all'RC auto, che è obbligatoria) la più gettonata tra gli automobilisti italiani è l'Assistenza Stradale.

Interessante anche la percentuale di automobilisti in prima classe di merito: ben il 59%, grazie anche agli effetti della Legge Bersani. Utile anche rilevare che l'anzianità media delle auto italiane ha raggiunto i 10,13 anni di vita, e che il valore medio del parco circolante assicurato è di 10.246,66 euro.

Un ultimo dato, molto preoccupante: il 22,06% delle auto in circolazione non ha copertura assicurativa. Questo significa che 4.4169.717 veicoli sono fuori legge, e che in caso di sinistro con colpa e vittime avranno un bel po' di problemi per vedersi risarcito il danno.

Scritto da Andrea Tartaglia

 

  • shares
  • Mail