Lamborghini Miura SVR: restauro eccezionale

Torna allo splendore originale il pezzo unico Miura SVR, a cura del Lamborghini Polo Storico

L'indimenticata Lamborghini Miura SVR è stata appena restaurata dal reparto Lamborghini Polo Storico. La vettura è stata mostrata in Giappone, sulla pista di Nakayama, in occasione della consegna al cliente.

La Lamborghini Miura SVR fu un'evoluzione della famosa Jota sviluppata per le competizioni da Bob Wallace, per tanti anni collaudatore principale a Sant'Agata Bolognese. La Jota fu distrutta in un incidente; poiché alcuni clienti insistevano, venne costruita una serie limitata chiamata Miura SVJ.

L'esemplare appena restaurato è l'unico mai prodotto con questo nome, nel 1968; , numero di telaio 3781, originariamente era una Miura S verde, passata nelle mani di otto proprietari. Il nono, un tedesco, chiese una trasformazione nel 1974. Così nacque la SVR. Venne poi venduta ad un giapponese nel 1976. Nel Sol Levante questa Miura destò sensazione, al punto da ispirare la creazione di un fumetto, intitolato "La volpe da corsa". Successo chiama successo, così arrivarono anche i modellini in scala 1:18, prodotti dalla Kyosho.

Il restauro della Miura SVR ha richiesto 19 mesi di lavoro, uno in più di quanto la fabbrica impiegò per l'originaria trasformazione da S a SVR. Rispetto alle specifiche originali il cliente ha chiesto sedili più conformati, cinture a 4 punti e un roll bar smontabile per le esibizioni in pista.

Lamborghini Polo Storico è il reparto specializzato nel restauro e la certificazione di modelli Lamborghini fuori produzione da almeno dieci anni. Oltre a conservare gli archivi e registri, fornisce ricambi originali per le vetture classiche, prodotti dalla Lamborghini stessa, che ha reintrodotto nei cataloghi componenti in numero crescente, fino a coprire il 65% del parco di modelli classici, dalla 350 GT alla Diablo.

  • shares
  • Mail