Guida autonoma: c'è anche Alibaba

L'elenco di aziende impegnate nei test di auto a guida autonoma si allunga con l'ingresso di Alibaba, il colosso cinese dell’e-commerce.

Guida autonoma Alibaba

Alibaba, colosso cinese dell’e-commerce, ha da poco fatto sapere di voler sfidare le case automobilistiche e tuffarsi nel mare dei nomi di costruttori di auto a guida autonoma, conducendo il primo test su un loro veicolo automatizzato.

Tra i competitors vedrà ovviamente le altre due aziende cinesi, Baidu e Tencent (conosciute insieme con l’acronimo di BAT): infatti, proprio Badiu, che sarebbe già passato allo studio del livello 4, lo scorso novembre è stato designato dal ministro cinese della scienza e della tecnologia, come il campione nazionale nel campo della guida autonoma.

Non si sa altro del test effettuato, se non che l’azienda, al momento, è alla ricerca di 50 esperti per portare avanti gli studi, affinché si possa raggiungere la concorrenza e lavorare sullo sviluppo del livello 4, quello che renderebbe l’auto capace di guidarsi senza l’ausilio dell’uomo. Il progetto è condotto dal professor Gang Wang della Nayang Technological University di Singapore – tra gli Innovator Under 35 dell’edizione americana 2017 di MIT Technology Review –, scelto come capo del laboratorio di intelligenza artificiale di Alibaba (Al Lab).

Una mossa importante per Alibaba, che ha cominciato a muovere i primi passi nel settore automobilistico già due anni fa, grazie alla collaborazione con SAIC Motor, il più grande costruttore automobilistico cinese, per portare sul mercato le auto connesse al sistema operativo AliOs e, nel gennaio 2018, con un importante investimento nella Guangzhou Xiaopeng Motors Technology Company, startup che si occupa di sviluppare auto elettriche connesse a Internet.

Nel frattempo, il gruppo di e-commerce fondato da Jack Ma, con il “Super Test-Drive Center” ha pensato di vendere auto come merendine: insieme con l’americana Ford ha creato, in Cina, il primo distributore automatico di macchine che, previa prenotazione online con un riconoscimento facciale, ‘eroga’ l’auto scelta. Questa può essere tenuta in prova per tre giorni, al termine dei quali i clienti, se soddisfatti, potranno definitivamente acquistarla.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail