I sistemi di infotainment mettono a rischio la sicurezza

Troppe distrazioni per gli automobilisti nelle vetture: quasi 3.500 vittime negli USA nel 2016 per mancata attenzione mentre si è al volante

Citroen Spacetourer

La tecnologia è sempre più presente sulle vetture attuali, in particolare all’interno dell’abitacolo. I più aggiornati sistemi di infotainment permettono di fare tantissime cose, mentre si è in auto: dalla gestione del proprio cellulare alla navigazione in rete, oltre a controllare tutti i dati sullo stato della propria vettura oppure addirittura poter guardare la televisione on-demand o un film.

Serve un’auto sempre più connessa, per attirare i più giovani e seguire il trend del mondo attuale, però tutto questo rischia di essere pericoloso. Secondo uno studio effettuato negli Stati Uniti, e riportato da CBS News, questi sistemi sono una distrazione per gli automobilisti e mettono a rischio la sicurezza, con 3.450 persone morte nel 2016 sulle strade americane per aver guidato senza attenzione.

Le case automobilistiche stanno mettendo a disposizione dei propri clienti i più avanzati sistemi di assistenza alla guida, come la frenata di emergenza automatica o il mantenimento della corsia, ma non è sufficiente, anche perché sono spesso opzionali. “A breve termine, con un mix di auto autonome, semiautonome e manuali, potrebbero esserci maggiori rischi – le parole di Deborah Hersman, presidente del National Safety Council – La transizione sarà un po’ disordinata”.

  • shares
  • Mail