Alfa Romeo Giulia: la tecnologia di ausilio alla guida ed i sistemi di sicurezza

La nuova berlina italiana tiene il passo della concorrenza tedesca anche al capitolo “diavolerie elettroniche”

Fra sorpresa e curiosità generale tutti gli appassionati di Alfa Romeo stanno giocando da un paio di settimane col configuratore on-line della nuova Giulia, presente sull’official site americano del Biscione. Devo ammettere che non ho resistito alla tentazione di costruire la “mia Quadrifoglio” e studiarmi il catalogo degli equipaggiamenti; fra essi è saltato alla mia attenzione l’elenco degli ausili elettronici di guida.

Fra essi spiccano dispositivi come il “Full-speed Forward Collision Warning- Plus“, che rallenta autonomamente l’auto fino all’arresto completo in caso di collisione col veicolo che precede. O anche l’ “Adaptive Cruise Control- Plus con Full Stop“, che mantiene una velocità preimpostata in autostrada, regola la distanza di sicurezza e consente la frenata completa dell’auto in caso di rallentamento improvviso. Altrettanto interessante il “Lane Departure Warning“, che aiuta il guidatore a mantenere l’auto nella propria corsia di marcia, intervenendo direttamente sullo sterzo in caso di necessità. Da segnalare pure il “Blind-spot Monitoring” ed il “Rear Cross Path Detection” che durante i sorpassi o i cambi di corsia rilevano il sopraggiungere di altre vetture, segnalandole al conducente. L’ “Adaptive forward lighting” (AFL) invece, insieme all’ “Automatic high beam system“, regola la direzione del fascio luminoso dei fari in base al traffico.

Si tratta di tecnologie provenienti dal ramo americano di FCA e che sono all’esordio assoluto su Alfa Romeo: dispositivi che pongono la nuova berlina italiana al pari della diretta concorrenza tedesca anche sotto il profilo della sicurezza attiva e che saranno certamente disponibili anche per le versioni “non-Quadrifoglio” della Giulia. In questo senso continua invece a stupire l’assenza di tali safety features su altre auto di FCA del calibro di Maserati Ghibli e Quattroporte, appartenenti a segmenti di mercato dove la sfida commerciale passa soprattutto sotto l’ombrello del carico tecnologico. E le nuove Mercedes Classe E e Volvo S90 ne sono gli esempi più recenti in ordine di tempo.

Le specifiche tecniche della Giulia Quadrifoglio

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →