Multe a Roma: con lo Street Control sono oltre 70.000 in sei mesi

Il sistema ha fotografato oltre 41.000 episodi di sosta vietata, di gran lunga l'infrazioni più commessa. In secondo posto il divieto di sosta.

Una serie di multe sul parabrezza di un'auto

La Roma Polizia Locale di Roma Capitale ha reso noto il numero delle sanzioni elevate grazie allo Street Control, attivo dallo scorso ottobre ed utile per fotografare la targa delle automobili in sosta e di elevare contravvenzioni in movimento, secondo una logica denominata 'a strascico'. Qui spieghiamo il suo funzionamento.

L’apparecchio è servito per elevare a fine marzo un totale di ben 70.331 sanzioni, la maggior parte delle quali per sosta vietata: sono state ben 41.193 le multe per parcheggio in curva o sul marciapiede. Gli agenti hanno compilato 14.885 verbali per divieto di sosta, 2.898 per parcheggio in doppia fila e 3.164 par parcheggi sulle strisce o davanti a cassonetti. Da febbraio lo Street Control ha poi tenuto sotto controllo i varchi di accesso alla ZTL, registrando 8.181 violazioni in appena due mesi.

Roma Today cita un incasso per il comune di 5 milioni ed 822mila euro, ma non è chiaro se tale cifra rappresenti il valore di tutte le 70.331 multe oppure la somma finora pagati dagli automobilisti. I numeri sono destinati ad aumentare, perché i Vigili hanno già stabilito di estendere il servizio ad altre zone e di operare in orario notturno. Le vie di Portonaccio, dei Monti Tiburtini, Lanciani, XXI Aprile e Nomentana sono quelle che hanno fruttato il maggior numero di sanzioni.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail