Arriva il restyling del Mitsubishi Outlander PHEV

Il motore elettrico diventa più efficiente e consuma meno energia, garantendo così benefici sul fronte consumi. L'abitacolo diventa meglio insonorizzato.

Il Mitsubishi Outlander PHEV adotta gli stilemi propri della versione 2015 ed introduce un aggiornamento dai contenuti non soltanto estetici, del quale beneficiano anche l’ambito dinamico e la piattaforma ibrida. Le specifiche si riferiscono per il momento alla versione destinata al Giappone, mentre quella con specifiche per il mercato europeo verrà introdotta a luglio.

I tecnici della casa hanno rivisto alcune impostazioni del motore elettrico e sono riusciti pertanto ad aumentare di 600 metri l’autonomia in EV, che raggiunge i 60,8 chilometri secondo le normative previste sul mercato interno. Migliora poi la risposta all’acceleratore e diminuiscono le frizioni all’interno dell’unità a zero emissioni, elemento che porta ad un generale miglioramento dei consumi: l’Outlander PHEV percorre ora in media 20,2 km/l. La versione 2016 offre i sistemi Multi-around View Monitor ed Unintentional Move Off Control system, quest’ultimo utile per diminuire i danni provocati da un’accidentale pressione del gas.

All’interno sono previsti novità per i sedili, il volante (a quattro razze) e la strumentazione, mentre interventi alla parte NVH rendono l’abitacolo nel complesso più silenzioso e meglio insonorizzato. Il restyling trova completamento nelle modifiche ai fascioni paraurti, ai cerchi in lega ed alla tavolozza colori, che prevede ora quattro tinte. La sua piattaforma ibrida rimane composta da un 2.0 benzina e da una coppia di motori elettrici a magneti permanenti, alimentati da una batteria agli ioni di litio con capacità di 12 kWh. Vanta una potenza complessiva di 203 CV ed impiega 11 secondi per far si che l'auto raggiunga i cento all’ora con partenza da fermo.

  • shares
  • Mail