Porsche Boxster Spyder

Monta il sei cilindri da 3.8 litri e 375 CV, oltre all’impianto frenante della Carrera. Optional gratuiti la radio ed il condizionatore.

Porsche si rivolge nuovamente ai puristi della guida e lancia una vettura lontanissima dalla Cayman GT4, in egual misura priva di fronzoli e con una dotazione di serie ridotta (quasi) all’osso. La Boxster Spyder va considerata una roadster vecchio stampo: è disponibile solo con trasmissione manuale, la capote rimane priva di assistenza elettrica e l’equipaggiamento standard non include la radio ed il condizionatore, accessori comunque ordinabili senza sovrapprezzo.

Il marchio tedesco vuole privilegiare in questo modo la dinamica di guida ed ottiene un modello particolarmente leggero ed essenziale, dal vantaggioso rapporto peso/potenza: il documento stampa non riporta il dato esatto, ma è sufficiente sapere che in posizione centrale si trova ora un sei cilindri 3.8 da 375 CV. La Boxster Spyder accelera da 0 a 100 km/h in 4.5 secondi, raggiunge la velocità massima di 290 km/h e consuma in media 9.9 l/100 km. L’allestimento si caratterizza inoltre per i sedili a guscio, per il volante con corona da 360 mm e per l’assetto ribassato di 20 mm, mentre l’impianto frenante arriva dalla Carrera.

Lo sterzo è reso qui più diretto. I paraurti anteriore e posteriore mantengono la stessa linea di quelli già visti sulla Cayman GT4, ma è più rilevante la somiglianza con un altro modello realizzato a Zuffenhausen: le gobbette posizionate dietro ai roll bar richiamano la 718 Spyder. Il modello debutta in questi giorni al salone di New York ed arriverà nelle concessionarie da luglio, al prezzo di 79.945 euro (riferito al mercato tedesco).

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Porsche

Porsche viene fondata nel 1931 ed è la principale realtà tedesca specializzata nella produzione di automobili sportive. Inizia la propria attività con l’obiettivo di vendere su piccola [...]

Tutto su Porsche →