Wiedeking: una "guerra" contro i costruttori tedeschi




Wendeling Wiedeking, numero 1 di Porsche AG ha recentemente dichiarato che le nuove normative contro le emissioni dei veicoli che l'Unione Europea sta mettendo a punto costituiscono un'autentica dichiarazione di guerra contro i costruttori tedeschi (Audi, BMW, Mercedes e, ovviamente Porsche), perché stabiliscono limiti che solo i costruttori italiani e francesi (che hanno in listino vetture di piccola taglia e cilindrata) sono in grado di rispettare appieno.

L'Unione Europea vorrebbe portare la soglia massima di emissione di sostanze nocive a 120 g/km per il 2012, un dato attualmente non alla portata delle vetture tedesche, tipicamente berline o coupé di grande cilindrata. Nel caso di Porsche, in particolare, i valori di emissione, attualmente, sono mediamente doppi rispetto a questo target prefissato.

Via | MotorAuthority

  • shares
  • Mail
231 commenti Aggiorna
Ordina: