Maserati Quattroporte Shooting Brake: chi oserebbe?

Maserati Quattroporte Shooting Brake


L'idea è certamente astrusa... fino a un certo punto! La prassi di creare delle versioni Station Wagon sulla base di alcune automobili di prestigio, ha già avuto illustri esempi: il Sultano del Brunei, per esempio, si fece costruire una Ferrari 456 "Giardinetta" (denominata "Venezia", realizzata da Pininfarina); esiste poi un esemplare unico della "spigolosissima" Aston Martin Lagonda dei primi anni Ottanta, una Mercedes S600 Wagon con carrozzeria Zagato, una Lamborghini LM002 Station Wagon e, infine, "svariate" Aston Martin (la moda, infatti, è tipicamente inglese: da quelle parti le chiamano Shooting Brake).

Anche da noi, però, una mente fantasiosa e brillante ha prodotto alcune creazioni (in esemplare unico) degne di nota: si ha notizia certa che l'Avvocato Agnelli, infatti, si fece allestire una Lancia Thema 8.32 Speciale, riconoscibile per il classico cestino di vimini sul tetto: un vezzoso portasci.

La doverosa premessa per sottolineare come una macchina da sogno possa esistere anche con una simile carrozzeria ed avere, comunque, un "pizzico" fascino esotico in più (ma naturalmente bisogna sempre partire dall'assunto che si tratta di un puro capriccio).

Ragionando in termini di paradosso, insomma, affianchereste nel vostro garage a una Ferrari Enzo, una Carrera GT, una Maserati MC12, una Pagani Zonda F, una Lamborghini Murcielago LP640 o una Koenigsegg una Maserati Quattroporte Shooting Brake. L'idea è quantomeno stuzzicante e, del resto, un'Audi Rs6, un'RS4, o una Mercedes AMG ce l'ha mezzo mondo...

Foto da CWW Car Design

  • shares
  • Mail
75 commenti Aggiorna
Ordina: