La DBX Concept è il primo crossover Aston Martin

Aston Martin DBX Concept - La casa di Gaydon sperimenta sul tema dei crossover e lancia il suo primo modello a ruote alte, con abitacolo per quattro passeggeri.

Aston Martin DBX concept

Si chiama DBX Concept ed è la grande novità a cui Aston Martin toglie i veli in occasione del salone di Ginevra. E’ un modello chiaramente di rottura, provocatorio, coraggioso, inedito sia nell’estetica quanto sotto il profilo tecnico: i tecnici di Gaydon hanno scelto di utilizzare una piattaforma elettrica ed un sistema di trazione integrale, elementi che rendono l’auto – come scritto nel documento stampa – usabile tutti i giorni ed assai più fruibile rispetto ad una tradizionale GT.

Aston Martin DBX concept

L’abitacolo ospita ad esempio quattro passeggeri, mentre il vano posteriore ed il pozzetto anteriore ospitano agevolmente i bagagli di tutti i passeggeri. L’assenza del motore si riflette nella presenza di quattro moduli elettrici, posizionati nei gruppi ruota ed alimentati da celle al solfuro di litio. Lo sterzo è del tipo drive-by-wire, i dischi freno sono in materiale composito e gli specchietti vengono rimpiazzati da telecamere. Conducente e passeggero hanno a disposizione altrettanti head-up display. La dotazione tecnologica è completata dal sistema KERS e da vetri temperati auto-oscuranti.

Aston Martin DBX concept

Andy Palmer, amministratore delegato Aston Martin, ha definito la DBX Concept una sfida nei confronti dello status quo che mantiene di fatto inalterate le automobili granturismo. La voglia di novità si esprime nell’utilizzo di alluminio billet per la carrozzeria e nella scelta di una verniciatura specifica, denominata Black Pearl Chromium e raffinata a sufficienza per ricordare una perla nera. Per l’abitacolo sono utilizzati materiali inediti nel campo automobilistico, fra cui la pelle Nubuck: questa richiama l’effetto del velluto e contrasta con i particolari in metallo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: