Radical SR3 RSX e SR8 RSX: le più estreme di sempre

Le Radical SR3 RSX e SR8 RSX sono la massima evoluzione delle sportive britanniche.

Radical SR3 RSX e Radical SR8 RSX

Radical presenta le Radical SR3 RSX e Radical SR8 RSX, due nuove varianti ancor più estreme delle supersportive britanniche. La Radical SR3 ha saputo rinnovarsi dal 2002 ad oggi e nella sua nuova variante RSX si propone con un'aerodinamica finemente studiata abbinata ad una tecnica aggiornata che permetterà tempi sul giro ancor migliori. I tecnici Radical hanno sviluppato la nuova SR3 RSX per un anno intero, tarando finemente ogni particolare e studiando un'aerodinamica derivata dalle competizioni d'altissimo livello. Il motore è un quattro cilindri 1.5 di origine Suzuki con lubrificazione a carter secco collegato ad un cambio sequenziale a sei rapporti. Il millecinque eroga la bellezza di 210 cavalli a 9.500 giri, fornendo una coppia massima di 168 Nm a 8.200 giri. La trazione è posteriore e la Radical SR3 RSX monta di serie un differenziale a slittamento limitato Quaife che consente una migliore guidabilità.

Grazie a queste caratteristiche, e ad un peso di soli 570 chilogrammi, la Radical SR3 RSX risulta in grado di scattare da 0 a 100 chilometri orari in 3.1 secondi, spingendosi fino ad una velocità massima di 250 chilometri orari. A completare l'allestimento un serbatoio da corsa da 77 litri, un impianto frenante flottante con dischi da 280 millimetri e pneumatici 200/580/R15 all'anteriore e 265/605/R16 al posteriore, misure che possono apparire strane, ma nelle competizioni, e su questa tipologia di vetture, la marchiatura degli pneumatici risulta in parte diversa rispetto alle normali coperture stradali. Tutto questo per la modica cifra di 66.958 Sterline più tasse, l'equivalente di 85.500 euro tasse escluse.

Ancor più estrema la Radical SR8 RSX. Questa barchetta monta infatti un impressionante V8 da 3.0 litri in grado di erogare ben 440 cavalli a 9.100 giri ed una coppia massima di 380 Nm a 7.500 giri al minuto su un peso di 860 chilogrammi. La casa di Peterborough non ha però comunicato le prestazioni della otto cilindri che monterà un cambio Quaife a sette rapporti ed un impianto frenante flottante con dischi da 350 millimetri all'anteriore e da 310 al posteriore. Gli pneumatici saranno invece dei Dunlop SP Sport, davanti da 235/620 R17 e dietro da 290/645/R17, con l'aerodinamica che garantirà una downforce massima di 900 chilogrammi. Il prezzo è in questo caso di 109.950 Sterline tasse escluse, ovvero 140 mila euro più tasse.





  • shares
  • Mail