RSC Predator GT

RSC Predator GT

La Rotaty Super Cars (RSC) ha cambiato nome al proprio progetto da Raptor GT a Predator GT ed ha diffuso una immagine computerizzata della vettura per eliminare qualunque dubbio circa la paternità del design. Le prime informazioni, infatti, avevamo evidenziato una evidente somiglianza nel design con la Ferrari 599 GTO, ora ampiamente smentita dalla nuova e spigolosa ricostruzione grafica.

Al di là della linea, comunque, i contenuti tecnici continuano a promettere scintille: il motore Wankel a 4 rotori derivato dal Mazda 13B MSP può toccare infatti una potenza massima di 1200 Cv, accoppiato ad un cambio sequenziale ad 8 rapporti RSC R-Shift con tempi di cambiata di 35 millisecondi. Il peso totale limitato a 1100 kg promette una accelerazione 0-100 km/h inferiore ai 3 secondi, mentre l'uso di bietanolo promette emissioni già allineate con la normativa Euro6. La vettura avrebbe dovuto già debuttare a fine 2010 e per il momento la produzione in serie è annunciata per il 2012 ed il 2013.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: