Video Seat Leon Cupra record: gira al Nurburgring in 7.58

Sistema di trazione con differenziale autobloccante trasversale anteriore e Performance Pack con freni Brembo e pneumatici sportivi: questi gli assi nella manica della Seat Leon Cupra

La nuova Seat Leon Cupra, dotata di Performance Pack, ha chiuso il giro della celeberrima Nordschleife fermando le lancette del cronometro a 7:58.4 minuti. Un risultato di rilievo se si considera che, fino a pochi anni fa, tempi inferiori agli otto minuti erano riservati esclusivamente alle vetture sportive dalle alte prestazioni e dalla potenza nettamente superiore a questa Seat. La Leon Cupra è spinta da un propulsore 2.0 litri che eroga la potenza di 280 CV e 350 Nm di coppia massima. Con questi numeri la pepata segmento C spagnola raggiunge i 200 km/h in meno di 20 secondi. Il telaio è coadiuvato da un differenziale autobloccante anteriore, dallo sterzo progressivo e dalla regolazione adattiva dell’assetto DCC.

Il tempo record è stato stabilito a bordo di una Leon Cupra di serie, dotata di cambio manuale e Performance Pack. Disponibile a richiesta, il pacchetto comprende l’impianto frenante Brembo e gli esclusivi cerchi in lega da 19". Gli pneumatici sportivi Michelin Pilot Sport Cup 2 sono anche essi disponibili su richiesta. Con un tempo di 7:58.4 minuti, la Leon Cupra ha stabilito un nuovo record sul giro per le vetture di serie a trazione anteriore. La velocità media ha raggiunto i 155 km/h, con il valore massimo di 242 km/h toccato all’altezza della salita Tiergarten. La pista era asciutta, la temperatura atmosferica di 10 °C e quella dell’asfalto di 8 °C.

Al volante della vettura c’era lo spagnolo Jordi Gené, pilota ufficiale Seat nel campionato World Touring Car Championship (WTCC) dal 2003 al 2010, che ha contribuito attivamente anche al programma di sviluppo e messa a punto della Leon Cupra sul Nürburgring. La Nordschleife ha giocato un ruolo chiave nello sviluppo del nuovo modello top della gamma Leon. La modalità “Cupra” del Drive Profile è stata ottimizzata in risposta alle esigenze della pista: ci sono voluti 90 giorni, oltre 450 giri e 9.000 chilometri per la messa a punto; essa incattivisce la risposta dell’acceleratore, il cambio DSG a doppia frizione, disponibile a richiesta, opera nella modalità di innesto più sportiva e l’attuatore acustico amplifica il sound del motore turbocompresso.

Anche la regolazione adattiva dell’assetto DCC, lo sterzo progressivo e il differenziale autobloccante anteriore contribuiscono a esprimere al meglio il loro carattere più sportivo; infine, la modalità Sport del sistema ESC – che può essere completamente disattivato – consente angoli di imbardata maggiori. Molto del merito di questo record va certamente al differenziale autobloccante anteriore: il sistema opera con pacchetti multidisco azionati idraulicamente e controllati elettronicamente. Il differenziale autobloccante è integrato in tutti i sistemi di assistenza alla guida quali ESC: consente di aumentare la trazione eliminando al contempo la tendenza al sottosterzo in fase di accelerazione, senza compromettere la sensibilità dello sterzo.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: