Autostrade: salgono i prezzi per il 2010

Autostrada traffico

Il 2010 inizia con un aumento dei prezzi delle autostrade Italiane. L'Anas ha infatto comunicato gli adeguamenti delle tariffe di pedaggio autostradale delle società concessionarie. Ecco, nel dettaglio, tutti gli aumenti in percentuale: Ativa S.p.A. 6,23%; Autostrade per l'Italia S.p.A. 2,40%; Autostrada del Brennero S.p.A. 1,60%; Brescia-Padova S. p. A. 6,56%; Centropadane S.p.A. 0,74%; CISA S.p.A. 1,76%; Fiori S.p.A. 1,15%; Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. 1,41%; Tangenziale di Napoli S.p.A. 2,17%; RAV S.p.A. 0,94%; SALT S.p.A. 1,50%; SAT S.p.A. 2,11%; Autostrade Meridionali (SAM) S.p.A. 1,43%; SATAP Tronco A4 S.p.A. (Novara Est-Milano 15,83%; Torino-Novara Est 15,29%); SATAP Tronco A21 S.p.A. 9,70%; SAV S.p.A. (Autostrada 1,36%; Raccordo Gran S. Bernardo 1,04%); SITAF S.p.A. 2,35%; Torino-Savona S.p.A. 1,47%; Strada dei Parchi S.p.A. 4,78%.

Gli unici tratti che non hanno subito aumenti sono quelli gestiti dal Consorzio per le Autostrade Siciliane (Messina-Catania e Messina-Palermo), Autovie Venete S. p. A. ed Asti-Cuneo S. p. A. L'unica ad andare controtedenza, con piccoli ribassi, è la società CAV S. p. A. con un -1 % per l'A4 VE-PD, Tang. Ovest di Mestre e raccordo con aeroporto Marco Polo e -1,18% per il Passante di Mestre.

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail
53 commenti Aggiorna
Ordina: