Formula 1: respinto il ricorso Ferrari e confermate le nuove regole 2010. La Scuderia abbandona il Circus?

Ferrari F60 F1 2009

Il Tribunale dell'Alta Corte di Parigi, secondo quanto appena riportato dai colleghi di Motorsportblog, ha bocciato il ricorso presentato dalla Ferrari per far valere il suo diritto di veto contro le nuove norme varate dalla FIA per la stagione di Formula 1 2010. L'organo giudiziario ha dato torto alla Scuderia, che si era appellata all'accordo sottoscritto nel 2005 tra la Federazione e Jean Todt.

Respinte le obiezioni della casa di Maranello, Max Mosley potrà tirare dritto sulla sua strada. Pare davvero difficile, a questo punto, che la Ferrari possa far valere in altro modo le proprie istanze, per cui l'ipotesi del ritiro dal Circus assume crescente consistenza.

Nel seguito, il comunicato ufficiale con cui Ferrari commenta, con una chiara e legittima vena polemica la decisione.

Ferrari F60 F1 2009
Ferrari F60 F1 2009
Ferrari F60 F1 2009
Ferrari F60 F1 2009

"Facevano fatica a credere ai loro occhi gli uomini e le donne della Ferrari stamattina, quando hanno letto sui giornali i nomi delle squadre che hanno manifestato la loro intenzione di correre il prossimo anno in Formula 1. A scorrere l'elenco, trapelato ieri da Parigi, si fa fatica a trovare un nome degno di nota, uno di quelli per cui andare a spendere 400 Euro a testa per un biglietto in tribuna per un Gran Premio (più spese di viaggio e soggiorno). Wirth Research, Lola, USF1, Epsilon Euskadi, RML, Formtech, Campos, iSport: queste sono le squadre che l'anno prossimo dovrebbero competere nella Formula 1 a due velocità voluta da Mosley. Ma un campionato del mondo con queste squadre, con tutto il rispetto per loro, può avere lo stesso valore della Formula 1 di oggi, dove si affrontano la Ferrari, i grandi costruttori automobilistici e team che hanno fatto la storia di questo sport? Non sarebbe più adeguato chiamarla Formula GP3?"

  • shares
  • Mail
165 commenti Aggiorna
Ordina: