Bosch, al via lo sviluppo dei sensori Lidar per la guida autonoma

Il Lidar a lungo raggio integra radar e telecamera e diventa la prima soluzione adatta al settore automotive

Bosch continua a recitare un ruolo da protagonista nella realizzazione di tecnologie pensate per garantire alle vetture del futuro la possibilità di guidare autonomamente. Difatti, consapevole che oltre a telecamera e radar servono i sensori, ha avviato lo sviluppo in serie del primo Lidar (light detection and ranging) adatto al settore automotive. Il misuratore di distanza basato su laser è indispensabile per le funzioni di guida di livello SAE da 3 a 5. Il nuovo prodotto Bosch coprirà sia le ampie distanze sia quelle ravvicinate, quindi potrà essere impiegato in autostrada e in città. Grazie all’economia di scala, Bosch desidera abbassare il prezzo di questa costosa tecnologia, rendendola fruibile al mercato di massa.

Solo l’utilizzo parallelo di radar, camera e lidar garantisce una guida autonoma su strada il più sicura possibile. Le analisi Bosch lo hanno confermato, studiando tutte le applicazioni delle funzioni di guida autonoma sia in città sia in autostrada. Per esempio, se a un incrocio una moto si avvicina a velocità elevata a un veicolo autonomo, oltre alla telecamera e al radar serve un sensore Lidar per consentire di rilevare efficacemente la presenza di un mezzo in rapido avvicinamento. Inoltre, una telecamera può essere abbagliata da un riflesso di luce.

Dunque, il laser come terzo occhio: il sensore Lidar invia impulsi laser e riceve la luce laser retrodiffusa. Il sensore calcola la distanza misurando il tempo che serve alla luce per effettuare il percorso di ritorno. Il Lidar garantisce una risoluzione molto alta in caso di distanza e soglia di visibilità elevate. Così il misuratore di distanza, basato su laser, riconosce in modo affidabile anche gli ostacoli non metallici a grande distanza, per esempio, i sassi sulla strada. Quindi, è possibile effettuare tempestivamente determinate manovre di guida come frenare o schivare ostacoli. Al tempo stesso, l’utilizzo di un Lidar pone requisiti elevati per alcuni componenti del veicolo, come rilevatore e laser, per tutta la durata di vita del veicolo, soprattutto in termini di resistenza alla temperatura e affidabilità.

  • shares
  • Mail