F1 GP Messico 2019: vince Hamilton, 2° Vettel, 3° Bottas, 4° Leclerc

Il racconto del quartultimo gran premio della stagione.

Lewis Hamilton ha vinto il GP Messico 2019

Lewis Hamilton entra nella breve lista dei piloti plurivincitori del Gran Premio del Messico. finora, infatti, solo Max Verstappen, Jim Clark, Nigel Mansell e Alain Prost hanno vinto due volte su questa pista. Oggi il britannico ci è riuscito, conquistando così l'83esima vittoria della sua incredibile carriera e la centesima vittoria nella storia della Mercedes. Sul podio con lui salgono Sebastian Vettel sul secondo gradino e Valtteri Bottas sul terzo. Hamilton dovrà aspettare la settimana prossima, ad Austin, per festeggiare anche il titolo mondiale, il sesto per lui. Charles Leclerc, partito dalla pole position, si deve accontentare del quarto posto. Max Verstappen, trionfatore dei due precedenti GP del Messico e autore della pole, ma poi penalizzato, chiude al sesto posto, al quale è risalito dopo essere finito in ultima posizione dopo aver toccato Hamilton alla partenza.

Classifica GP Messico 2019 di Formula 1

Formula 1: classifica piloti aggiornata

1) Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 363
2) Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 289
3) Charles Leclerc (Mon) Ferrari 236
4) Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 230
5) Max Verstappen (Ned) Red Bull Racing Honda 220
6) Pierre Gasly (Fra) Scuderia Toro Rosso Honda 77
7) Carlos Sainz (Esp) McLaren Renault 76
8) Alexander Albon (Tha) Red Bull Racing Honda 74
9) Sergio Perez (Mex) Racing Point BWT Mercedes 43
10) Daniel Ricciardo (Aus) Renault 38
11) Lando Norris (Gbr) McLaren Renault 35
12) Nico Hulkenberg (Ger) Renault 35
13) Daniil Kvyat (Rus) Scuderia Toro Rosso Honda 34
14) Kimi Räikkönen (Fin) Alfa Romeo Racing Ferrari 31
15) Lance Stroll (Can) Racing Point B20T Mercedes 21
16) Kevin Magnussen (Den) Haas Ferrari 20
17) Romain Grosjean (Fra) Haas Ferrari 8
18) Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo Racing Ferrari 4
19) Robert Kubica (Pol) Williams Mercedes 1
20) George Russell (Gbr) Williams Mercedes 0

Formula 1: classifica costruttori aggiornata

1) Mercedes 652
2) Ferrari 466
3) Red Bull Racing Honda 341
4) McLaren Renault 111
5) Renault 73
6) Scuderia Toro Rosso Honda 64
7) Racing Point BWT Mercedes 64
8) Alfa Romeo Racing Ferrari 35
9) Haas Ferrari 28
10) Williams 1

Gran Premio del Messico 2019: il racconto della gara


  • Ore 19:50

    Tra venti minuti comincia il giro di formazione del Gran Premio del Messico. Restate su questa pagina per tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

  • Ore 19:56

    È il momento dell'inno nazionale messicano, cantato da un coro di voci bianche. Ricordiamo che tra i piloti c'è un messicano: è Sergio Perez, detto Checo, della Racing Point.

  • Ore 20:01

    Per quanto riguarda le gomme, la strategia più veloce prevede di partire con gomme gialle e fare una prima sosta dopo una ventina di giri (tra il 20° e il 23°) e montare altre gomme gialle, poi fare un'altra sosta dopo un'altra ventina di giri e gommare gomme bianche.

  • Ore 20:06

    Per fare una sosta soltanto, invece, ci vorrebbe davvero tanto coraggio, perché oggi a Città del Messico fa parecchio caldo, più di ieri, ed è facile prevedere che le gomme si deterioreranno con una certa rapidità.

  • Ore 20:10

    Comincia il giro di formazione del Gran Premio del Messico.

  • Ore 20:13

    Finito il giro di formazione. I piloti prendono posto in griglia.

  • Ore 20:13

    Pronti a partire!

  • Ore 20:13

    Partiti!

  • Ore 20:14

    Giro 1/71 - Ruota a ruota tra Hamilton e Vettel, ma il ferrarista la spunta, mentre si toccano Verstappen e Hamilton.

  • Ore 20:14

    Giro 1/71 - Leclerc è riuscito a mantenere la testa della corsa e Vettel è immediatamente dietro di lui.

  • Ore 20:15

    Giro 1/71 - Troppo aggressivi Hamilton e Verstappen e alla fine si sono toccati tra loro. C'è la virtual safety car ora, forse per qualche detrito in pista.

  • Ore 20:15

    Giro 1/71 - Al momento nelle prime cinque posizioni abbiamo: Leclerc, Vettel, Albon, Sainz e Hamilton.

  • Ore 20:15

    Giro 1/71 - Verstappen è ottavo perché dopo aver toccato Hamilton è uscito di pista, anche se è rientrato quasi subito.

  • Ore 20:16

    Giro 2/71 - Dal replay si vede che c'è stato un contatto anche tra le due Ferrari.

  • Ore 20:18

    Giro 3/71 - Räikkönen al momento detiene il giro veloce in 1:44.386.

  • Ore 20:18

    Giro 3/71 - Intanto la Race Control ha deciso di non investigare sul contatto tra Hamilton e Vettel, mentre è stato notato un contatto tra Vettel ed Hamilton.

  • Ore 20:19

    Giro 5/71 - Verstappen è scatenato, boato per il sorpasso ai danni di Bottas, particolarmente ingenuo in questo frangente.

  • Ore 20:19

    Giro 5/71 - Ora però Verstappen è costretto a rallentare, forse è alle prese con una foratura, deve rientrare ai box.

  • Ore 20:22

    Giro 7/71 - Verstappen ora deve ripartire dall'ultima posizione...

  • Ore 20:23

    Giro 7/71 - Il vantaggio di Leclerc su Vettel è di 1.6, su Albon di 2.9.

  • Ore 20:25

    Giro 8/71 - Intanto veniamo a sapere che c'è un 20% di possibilità di pioggia nell'ultima mezz'ora di gara.

  • Ore 20:27

    Giro 10/71 - Leclerc sarebbe ancora sul Plane A, ossia il piano A, quindi per ora non ci sono cambi di programma nel box del monegasco.

  • Ore 20:28

    Giro 11/71 - Riepilogando, nelle prime posizioni troviamo le due Ferrari, poi la Red Bull di Albon e le due Mercedes con Hamilton davanti a Bottas. Verstappen è ancora in ultima posizione.

  • Ore 20:31

    Giro 14/71 - Lando Norris si era fermato ai box, ma qualcosa non è andato bene e ora si è dovuto fermare di nuovo, riportato ai box a mano dai meccanici.

  • Ore 20:32

    Giro 14/71 - Pit-stop per Albon intanto, che mette la gomma gialla.

  • Ore 20:32

    Giro 15/71 - Ora Hamilton è terzo e Bottas quarto.

  • Ore 20:33

    Giro 16/71 - Pit-stop per Leclerc ora!

  • Ore 20:34

    Giro 16/71 - Hamilton accelera e Leclerc rientra in quarta posizione dietro le due Mercedes, mentre Vettel è al comando.

  • Ore 20:34

    Giro 16/71 - Leclerc, dunque, adotterà quasi certamente la strategia a due soste.

  • Ore 20:36

    Giro 17/71 - Vettel ha un vantaggio di 1.9 su Hamilton, 8.6 su Bottas e 18.1 su Leclerc.

  • Ore 20:37

    Giro 17/71 - È evidente che la Ferrari sta differenziando le strategie delle sue due monoposto. Intanto c'è una investigazione per unsafe release di Lando Norris.

  • Ore 20:38

    Giro 18/71 - Leclerc con le gomme nuove sta girando otto decimi più veloce dei piloti che ha davanti, ma ha comunque un ritardo di 17" da Vettel e quasi 9" da Bottas.

  • Ore 20:38

    Giro 18/71 - Dai box stanno dicendo a Leclerc di spingere forte, mentre Vettel farà la gara su Hamilton che, probabilmente, si fermerà una volta sola.

  • Ore 20:40

    Giro 19/71 - Giro veloce di Leclerc in 1:20.585. Ha ovviamente preso alla lettera ciò che gli è stato detto nel team radio.

  • Ore 20:40

    Giro 20/71 - Ricordiamo che i primi tre, Vettel, Hamilton e Bottas, non si sono ancora fermati ai box.

  • Ore 20:41

    Giro 21/71 - Pit-stop per Sergio Perez (Racing Point), che rientra in decima posizione.

  • Ore 20:42

    Giro 21/71 - Lando Norris (McLaren) non si è ritirato, ma è già doppiato.

  • Ore 20:43

    Giro 23/71 - Intanto Verstappen è risalito in 15esima posizione.

  • Ore 20:43

    Giro 23/71 - Pit-stop per Giovinazzi, la sua Alfa Romeo ha dei problemi. Riparte con la gomma bianca.

  • Ore 20:44

    Giro 23/71 - C'è stato qualche errore nel pit-stop di Giovinazzi che è dovuto ritornare.

  • Ore 20:44

    Giro 24/71 - Pit-stop per Lewis Hamilton intanto!

  • Ore 20:45

    Giro 24/71 - Intanto c'è stato un contatto tra Verstappen (Red Bull) e Magnussen (Haas).

  • Ore 20:45

    Giro 25/71 - Hamilton ha montato gomme bianche, quindi probabilmente tenterà di arrivare con queste fino alla fine. Vediamo come reagisce Vettel che non ha ancora effettuato il pit-stop e ora è al comando davanti a Bottas e Leclerc. Hamilton è quarto.

  • Ore 20:47

    Giro 26/71 - Vettel sta ragionando con i suoi se fermarsi adesso o aspettare.

  • Ore 20:47

    Giro 26/71 - Vettel ha un vantaggio di 6.2 su Bottas e 13.1 su Leclerc, mentre Hamilton ha un ritardo di 19.3.

  • Ore 20:48

    Giro 26/71 - Giro veloce di Hamilton in 1:19.926. Leclerc sta girando più lento di un secondo rispetto al britannico.

  • Ore 20:48

    Giro 26/71 - Hamilton si arrabbia con Kubica (Williams) in fase di doppiaggio.

  • Ore 20:49

    Giro 27/71 - A Vettel è stato detto "mode box" via radio, ossia di prepararsi a rientrare, ma lui ha risposto "lasciamolo andare" riferendosi a Hamilton e ha deciso di restare fuori e non fermarsi ancora.

  • Ore 20:50

    Giro 28/71 - Intanto veniamo a sapere dalla Race Controlo che non ci sarà investigazione per il contatto tra Vettel e Magnussen.

  • Ore 20:51

    Giro 28/71 - Adesso Hamilton è più lento di Bottas e Leclerc, ma probabilmente sta gestendo le gomme.

  • Ore 20:52

    Giro 29/71 - Intanto Verstappen ha superato anche Hulkenberg (Renault) e ora è undicesimo.

  • Ore 20:53

    Giro 29/71 - Hamilton comincia ad avere dei dubbi, via radio ha detto che pensa di essersi fermato troppo presto.

  • Ore 20:54

    Giro 30/71 - Dai box cercano di rassicurare Hamilton dicendogli che sta girando bene, ma ha i tempi di Vettel che non si è ancora fermato.

  • Ore 20:54

    Giro 31/71 - Bottas è più veloce, gira in 1:20.704.

  • Ore 20:55

    Giro 31/71 - Verstappen ha superato anche Sainz, poi sorpassato anche da Hulkenberg. L'olandese ora è decimo, dunque in zona punti.

  • Ore 20:56

    Giro 32/71 - Vettel non si è ancora fermato ai box, ma gira ancora molto bene, in 1:21.173.

  • Ore 20:56

    Giro 32/71 - Più in difficoltà Leclerc, che gira in 1:21.557 e tra poco sarà raggiunto da Hamilton.

  • Ore 20:58

    Giro 33/71 - Via radio è intervenuto direttamente Toto Wolff per provare a rasserenare Hamilton o più che altro per fargli capire che è meglio non lamentarsi, ormai la strategia è fatta.

  • Ore 20:58

    Giro 34/71 - La Ferrari, invece, cerca di incoraggiare Leclerc ad avvicinarsi a Bottas. Il monegasco ha un ritardo di quasi sei secondi dal finlandese.

  • Ore 21:00

    Giro 34/71 - Lotta tra Gasly e Sainz per la dodicesima posizione.

  • Ore 21:00

    Giro 35/71 - Forse c'è stato anche un contatto tra Sainz e Gasly, ma lo spagnolo sta riuscendo a difendere la posizione. Problemi invece per Vettel che si ritrova ora tra i due, li sta doppiando.

  • Ore 21:02

    Giro 36/71 - Pit-stop per Bottas che rientra in quinta posizione.

  • Ore 21:02

    Giro 37/71 - Vettel dovrebbe rispondere subito, altrimenti si ritroverà entrambe le Mercedes davanti a lui.

  • Ore 21:02

    Giro 37/71 - Infatti dicono a Vettel di spingere e poi rientrare ai box.

  • Ore 21:03

    Giro 37/71 - Vettel si ferma per il pit-stop e monta gomme bianche.

  • Ore 21:03

    Giro 38/71 - Al comando ora c'è Leclerc, che però quasi certamente farà un'altra sosta.

  • Ore 21:05

    Giro 38/71 - Le prime cinque posizioni: Leclerc, Hamilton, Albon, Vettel e Bottas.

  • Ore 21:06

    Giro 39/71 - Leclerc ha un vantaggio di 8.2 su Hamilton, 12.5 su Albon, 13.2 su Vettel e 18.2 su Bottas.

  • Ore 21:07

    Giro 40/71 - Leclerc e Albon dovranno quasi certamente fare un'altra sosta, mentre Hamilton e Vettel no.

  • Ore 21:07

    Giro 40/71 - Giro veloce di Vettel in 1:19.817.

  • Ore 21:08

    Giro 41/71 - Intanto Verstappen lotta con Perez per la settima posizione.

  • Ore 21:09

    Giro 42/71 - Dai box cominciano a chiedere a Leclerc se ha qualche idea su quando vuole fermarsi. Se lo facesse adesso non potrebbe montare gomme rosse, mancano ancora quasi trenta giri.

  • Ore 21:10

    Giro 42/71 - Vettel intanto si è avvicinato ad Albon, è a circa un secondo.

  • Ore 21:10

    Giro 42/71 - A sua volta Albon ha un ritardo di quasi quattro secondi da Hamilton.

  • Ore 21:12

    Giro 43/71 - Leclerc è in difficoltà con le gomme.

  • Ore 21:12

    Giro 43/71 - E infatti ora Leclerc va in pit-stop.

  • Ore 21:12

    Giro 43/71 - Hamilton torna in testa al Gran Premio e se facesse anche il giro veloce sarebbe anche già campione del mondo.

  • Ore 21:13

    Giro 44/71 - Il pit-stop di Leclerc è stato lentissimo, 6.2.

  • Ore 21:13

    Giro 44/71 - In pratica uno dei meccanici ha avuto problemi con la pistola che stringe i bulloni.

  • Ore 21:14

    Giro 45/71 - Pit-stop per Albon, rientra dietro Leclerc.

  • Ore 21:14

    Giro 45/71 - Adesso i primi cinque sono, in ordine: Hamilton, Vettel, Bottas, Leclerc e Albon.

  • Ore 21:15

    Giro 45/71 - È probabile che nessuno dei primi cinque si fermi più. Intanto Leclerc fa il giro veloce in 1:19.527.

  • Ore 21:16

    Giro 46/71 - Intanto c'è un pilota che non si è ancora fermato ed è Ricciardo, che ha montato gomme bianche.

  • Ore 21:17

    Giro 47/71 - Le gomme bianche dunque non dovrebbero avere problemi per chi le ha montate al pit-stop ad arrivare fino alla fine del gran premio.

  • Ore 21:17

    Giro 48/71 - Sostanzialmente il degrado delle gomme è molto meno di quanto tutti si aspettassero dopo le qualifiche di ieri.

  • Ore 21:18

    Giro 48/71 - Ricordiamo che al momento Hamilton è primo, ma non vincerebbe già oggi il Mondiale perché Bottas è terzo. Il detentore del giro veloce è Leclerc.

  • Ore 21:20

    Giro 49/71 - Hamilton ha un vantaggio di 2.1 su Vettel.

  • Ore 21:20

    Giro 49/71 - Giro veloce di Albon in 1:19.325.

  • Ore 21:21

    Giro 50/71 - Al momento in pista hanno tutti gomme bianche, hard, tranne Kvyat (Toro Rosso) e Sainz (Renault) che hanno le gialle (medie).

  • Ore 21:22

    Giro 51/71 - Si ferma ora Ricciardo, che dunque ha corso 50 giri con le gomme dure.

  • Ore 21:23

    Giro 51/71 - Lando Norris (McLaren) ora è costretto al ritiro.

  • Ore 21:24

    Giro 51/71 - Tra i primi cinque il più veloce adesso è Bottas, che gira in 1:19.972.

  • Ore 21:24

    Giro 52/71 - Le Ferrari sono in difficoltà con la benzina, dai box viene chiesto ai piloti di gestirla.

  • Ore 21:25

    Giro 53/71 - Hamilton ha un vantaggio di 2.7 su Vettel, 3.7 su Bottas e 9.6 su Leclerc.

  • Ore 21:26

    Giro 54/71 - Giro veloce di Leclerc in 1:19.232. Il monegasco vuole andare a caccia del podio.

  • Ore 21:27

    Giro 54/71 - Leclerc è a quattro secondi da Bottas che è terzo.

  • Ore 21:28

    Giro 55/71 - Bottas però si avvicina pericolosamente a Vettel.

  • Ore 21:28

    Giro 56/71 - Bottas è a mezzo secondo da Vettel.

  • Ore 21:30

    Giro 57/71 - Hamilton ha un vantaggio di 2.1 su Vettel.

  • Ore 21:32

    Giro 58/71 - Hamilton ha le sue gomme dure da 34 giri, Vettel da 20, Bottas da 21, Leclerc da 14.

  • Ore 21:33

    Giro 59/71 - Hamilton sta guadagnando su Vettel, adesso il gap è di 2.8.

  • Ore 21:33

    Giro 59/71 - Intanto Verstappen è sesto, a 54 secondi dal leader.

  • Ore 21:34

    Giro 60/71 - Leclerc è andato lungo a una curva per un leggero bloccaggio a fine frenata.

  • Ore 21:34

    Giro 60/71 - Bottas usa il DRS praticamente a ogni giro, ma adesso è a circa un secondo da Vettel.

  • Ore 21:35

    Giro 60/71 - Ritiro per Kimi Räikkönen (Alfa Romeo Racing), è stato richiamato dai box.

  • Ore 21:36

    Giro 61/71 - I primi tre, Hamilton, Vettel e Bottas, girano sotto l'1.20, invece Leclerc è un po' più lento.

  • Ore 21:37

    Giro 62/71 - Interessante duello tra Perez e Ricciardo per la settima posizione, l'australiano va a finire fuori pista, il pubblico si scalda per il proprio idolo. Checo difende il suo settimo posto.

  • Ore 21:37

    Giro 63/71 - Ricapitoliamo le prime dieci posizioni: Hamilton, Vettel, Bottas, Leclerc, Albon, Verstappen, Perez, Ricciardo, Hulkenberg e Kvyat.

  • Ore 21:39

    Giro 64/71 - Vettel ha ridotto il suo ritardo da Hamilton, è a 1.9.

  • Ore 21:39

    Giro 64/71 - Molto probabilmente Vettel ora non deve più risparmiare benzina e dunque va all'attacco.

  • Ore 21:40

    Giro 65/71 - I doppiati però rallentano un po' Vettel, che torna a 2.3 da Hamilton.

  • Ore 21:40

    Giro 65/71 - Anche Leclerc intanto è ok con la benzina, non deve più risparmiare.

  • Ore 21:41

    Giro 66/71 - Bottas è a 1.4 da Vettel, mentre Leclerc è a 3.5 da Bottas.

  • Ore 21:42

    Giro 66/71 - Sale a 2.4 il ritardo di Vettel da Hamilton.

  • Ore 21:43

    Giro 67/71 - Riccardo Adami, ingegnere di Vettel, ha chiesto al tedesco di fare il "leone" fino alla fine.

  • Ore 21:43

    Giro 67/71 - Intanto Ricciardo torna all'attacco di Perez per la settima posizione.

  • Ore 21:45

    Giro 68/71 - Sempre sopra i due secondi il vantaggio di Hamilton su Vettel.

  • Ore 21:46

    Giro 68/71 - Ricciardo è incollato alla Racing Point di Perez.

  • Ore 21:46

    Giro 69/71 - Ultimi tre giri, non si risparmia nessuno. Tra l'altro Hamilton ha il fondo della sua monoposto rotto.

  • Ore 21:47

    Giro 70/71 - Ormai Hamilton è vicinissimo alla sua vittoria numero 83 e la centesima per la Mercedes.

  • Ore 21:47

    Giro 70/71 - Ora Vettel è a 1.8 da Hamilton.

  • Ore 21:48

    Giro 70/71 - Ricordiamo le prime sei posizioni: Hamilton, Vettel, Bottas, Leclerc, Albon, Verstappen. Dunque a coppie Mercedes, Ferrari e Red Bull.

  • Ore 21:49

    Giro 71/71 - Comincia l'ultimo giro. Lo dicono a Hamilton che dice: "Lasciamo tranquillo". È concentrato su Vettel che è a un secondo e mezzo.

  • Ore 21:50

    Giro 71/71 - Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Messico 2019. Secondo Sebastian Vettel, terzo Valtteri Bottas.

F1 GP Messico 2019: il giorno della gara


Il Mondiale di Formula 1 arriva al sul quartultimo gran premio, il GP Messico 2019, che potrebbe già consegnare matematicamente a Lewis Hamilton il suo sesto titolo mondiale, che gli consentirebbe di superare Juan Manuel Fangio nella classifica dei piloti più vincenti di sempre e di essere da solo al secondo posto dietro Michael Schumacher, che di titoli ne ha vinti sette. Si porterebbe dunque a un solo titolo iridato dal tedesco.

E proprio sulla pista dell'Autodromo Hermanos Rodríguez che Hamilton ha festeggiato i suoi due ultimi titoli, il quarto e il quinto, arrivando rispettivamente nono e quarto nel gran premio, che però nelle passate stagioni era il terzultimo e non il quartultimo. Oggi, infatti, potrebbe essere un po' più complicato perché ha bisogno di ottenere 14 punti in più del suo compagno di scuderia Valtteri Bottas.

In pratica Hamilton, per mettere il Mondiale in cassaforte già oggi, deve salire sul podio e se arriva primo assicurandosi anche il giro veloce, Bottas deve arrivare dal quarto posto in giù, se vince, ma non ottiene il giro veloce, il finlandese deve arrivare dal quinto posto in giù, se arriva secondo Bottas deve arrivare dal'8° posto in già e nel caso in cui Hamilton non faccia il giro veloce, non deve farlo neanche il suo compagno. Se invece Hamilton arriva terzo con il giro veloce, Bottas deve arrivare dal nono posto in poi, senza giro veloce, Bottas deve arrivare dal decimo posto in poi.

Per Hamilton la vittoria oggi è meno probabile di altre volte, perché davanti a lui ci sono le due Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel, mentre accanto, al quarto posto della griglia, ha Max Verstappen, che è il vero autore della pole position, ma che è stato declassato perché non ha rispettato la bandiera gialla.

Proprio Verstappen è il vincitore degli ultimi due gran premi del Messico. Nel 2017 partì dalla prima fila con Vettel il pole position e chiuse primo davanti a Bottas e Räikkönen (che era alla guida della Ferrari). Anche nel 2018 è partito dalla prima fila, in seconda posizione, con il suo compagno Daniel Ricciardo in pole position.

Su questa pista Verstappen detiene il record di vittorie, che però è solo di due, con Jim Clark, Nigel Mansell e Alain Prost. Dal 1993 al 2014, infatti, questo gran premio non si è disputato e questo spiega perché dei piloti attualmente in corsa solo due vantano successi in questo Gp, ossia il già citato Verstappen e Lewis Hamilton, che ha vinto nel 2016, mentre nel 2015 ha vinto Nico Rosberg, che però si è già ritirato alla fine della stagione 2016.

Gp Messico

Il circuito dell'Autódromo Hermanos Rodríguez è lungo 4.304 km e i piloti oggi dovranno percorrere 71 giri per una distanza totale di 305.354 km. Il giro record appartiene a Valtteri Bottas che nel 2018 ha girato in 1:18.741.

F1, GP Messico 2019: griglia di partenza


F1 GP Messico 2019 live - Diretta tv e streaming

Prima fila: 1) Charles Leclerc (Ferrari); 2) Sebastian Vettel (Ferrari)
Seconda fila: 3) Lewis Hamilton (Mercedes); 4) Max Verstappen (Red Bull)
Terza fila: 5) Alexander Albon (Red Bull); 6) Valtteri Bottas (Mercedes)
Quarta fila: 7) Carlos Sainz (McLaren); 8) Lando Norris (McLaren)
Quinta fila: 9) Daniil Kvyat (Toro Rosso); 10) Pierre Gasly (Toro Rosso)
Sesta fila: 11) Sergio Perez (Racing Point); 12) Nico Hulkenberg (Renault)
Settima fila: 13) Daniel Ricciardo (Renault); 14) Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)
Ottava fila: 15) Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo); 16) Lance Stroll (Racing Point)
Nona fila: 17) Kevin Magnussen (Haas); 18) Romain Grosjean (Haas)
Decima fila: 19) George Russell (Williams); 20) Robert Kubica (Williams)

Formula 1, GP Messico 2019: diretta tv e streaming

Il Gran Premio del Messico 2019 è trasmesso, come sempre, in diretta tv su Sky Sport Formula 1, canale 207, e Sky Sport Uno, canale 201. La telecronaca è affidata a Carlo Vanzini, affiancato da Marc Genè, mentre Federica Masilin e Davide Valsecchi si collegano dai paddock prima e dopo la gara.

Nel post gran premio con loro ci sarà anche Jacques Villeneuve, mentre Roberto Chinchero e Matteo Bobbi intervengono durante la cronaca per tutti i dettagli tecnici. Mara Sangiorgio si occupa delle interviste. Dopo la gara c'è anche Race Anatomy con Fabio Tavelli e Leo Turrini.

Alle 21:30 si potrà vedere il Gran Premio del Messico in differita e in chiaro su TV8. Per quanto riguarda lo streaming, la gara si può seguire live con SkyGo, mentre la differita si può guardare anche sul sito web ufficiale di TV8. Qui su Autoblog potete seguire il GP in liveblogging.

Formula 1: classifica piloti

1) Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 338
2) Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 274
3) Charles Leclerc (Mon) Ferrari 223
4) Max Verstappen (Ned) Red Bull Racing Honda 212
5) Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 212
6) Carlos Sainz (Esp) McLaren Renault 76
7) Pierre Gasly (Fra) Scuderia Toro Rosso Honda 75
8) Alexander Albon (Tha) Red Bull Racing Honda 64
9) Sergio Perez (Mex) Racing Point BWT Mercedes 37
10) Lando Norris (McLaren) 35
11) Daniil Kvyat (Toro Rosso) 34
12) Daniel Ricciardo (Aus) Renault 34
13) Nico Hulkenberg (Ger) Renault 34
14) Kimi Räikkönen (Fin) Alfa Romeo Racing Ferrari 31
15) Lance Stroll (Racing Point) 21
16) Kevin Magnussen (Den) Haas Ferrari 20
17) Romain Grosjean (Fra) Haas Ferrari 8
18) Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo Racing Ferrari 4
19) Robert Kubica (Pol) Williams Mercedes 1
20) George Russell (Gbr) Williams Mercedes 0

Formula 1: classifica costruttori

1) Mercedes 612
2) Ferrari 435
3) Red Bull Racing Honda 323
4) McLaren Renault 111
5) Renault 68
6) Scuderia Toro Rosso Honda 62
7) Racing Point BWT Mercedes 58
8) Alfa Romeo Racing Ferrari 35
9) Haas Ferrari 28
10) Williams 1

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail