Prezzi benzina: niente effetto Brexit, costi stabili

Altra settimana senza scossoni sui costi, con un accenno di discesa soprattutto per quanto riguarda il Gpl

Prezzi benzina – La scorsa settimana, appena annunciato l’esito del referendum e la decisione del Regno Unito di uscire dall’Europa, c’era il rischio di un effetto Brexit sui costi dei carburanti. Non è stato così, perché i mercati internazionali dei prodotti petroliferi non hanno risentito di questa storica scelta ed i prezzi dei carburanti sono rimasti stabili negli ultimi sette giorni.

Lo possiamo verificare, con il nostro classico confronto con i prezzi di venerdì scorso, sempre tramite Prezzibenzina: la verde è passata da 1,494 a 1,493 euro al litro, mentre il diesel è rimasto praticamente invariato con 1,330 euro/litro. Solamente il Gpl ha avuto un movimento leggermente più sensibile, in discesa, ed è oggi quotato 0,529 €/l, in confronto dello 0,532 di sette giorni fa.

Passando alla modalità self, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia, il prezzo medio nazionale della verde è pari a 1,471 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,468 a 1,488 euro/litro (no-logo 1,453). Per il diesel si rileva, invece, un prezzo medio pari a 1,307 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,306 a 1,328 euro/litro (no-logo a 1,288).

Prezzi benzina Milano e Roma

I distributori più economici nelle due principali città italiane, via Prezzibenzina.it:

MILANO
Benzina – Tamoil Via Uruguay – 1,379 €/l
Diesel – Tamoil Via Uruguay – 1,237 €/l
Gpl – Esso Via Novara – 0,449 €/l

ROMA
Benzina – Ip Via Cristoforo Colombo – 1,405 €/l
Diesel – Ewa Via delle Milizie – 1,169 €/l
Gpl – Gi.Ca. Via Portuense - 0,480 €/l

Prezzi benzina in Europa

I prezzi massimi e minimi dei carburanti nelle nazioni europee:

BENZINA VERDE
Norvegia 1,642 €/l
Russia 0,543 €/l

DIESEL
Israele 1,683 €/l
Russia 0,508 €/l

GPL
Svezia 0,954 €/l
Russia 0,226 €

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 770 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO