Lamborghini Aventador: addio alla mitica V12

Dopo oltre un decennio di grandissimo successo, termina la produzione di Lamborghini Aventador. L’ultimo esemplare è destinato a un cliente svizzero.

Ci sono delle auto che entrano nelle nostre vite in modo anonimo, senza lasciare traccia. Se qualcuno distrattamente le nomina, noi facciamo fatica a immaginarle e a ricordarle. Di controparte ce ne sono altre che hanno un impatto dirompente, perché fanno sognare e fantasticare, diventando degli oggetti di culto e corpo di fantasie. A quest’ultima categoria appartiene senza ombra di dubbio la Lamborghini Aventador, la supercar di Sant’Agata Bolognese che negli ultimi dieci anni ha rappresentato la pura essenza di questo Marchio, sfoggiando con orgoglio e spavalderia il suo possente motore V12. Oggi siamo di fronte all’addio, un po’ triste e malinconico, di questa supercar che ha fatto innamorare più di una generazione di appassionati.

Un decennio di successo

Esce di scena l’ultimo esemplare V12 termico in una speciale colorazione azzurra Ad Personam e destinato al mercato svizzero. Cala così il sipario sulla storia di un’auto incredibile. Presentata al Salone dell’Automobile di Ginevra nel 2011 come Aventador LP 700-4, il suo nome indicava i 700 cavalli di potenza, la trazione integrale permanente e la posizione longitudinale posteriore del motore. Sotto al cofano aveva un nuovo gruppo propulsore Lamborghini V12 a 60°, sviluppato interamente a livello interno, mentre dietro alla veste mozzafiato racchiudeva nuove importanti tecnologie, un design straordinario e senza tempo e prestazioni mai viste in una supersportiva di serie.

Oltre 11.000 esemplari

Dalla originale Aventador sono nati otto modelli derivati e sono state prodotte 11.465 unità per tutto il mondo. Oltre dieci sono state le one-off e le edizioni limitate per soddisfare anche il più esigente dei clienti, ma soprattutto la Aventador ha stabilito record su pista e vinto numerosi premi; è stata al centro di progetti artistici; è apparsa in film e videogiochi. In poche parole è stata un’icona dell’ultimo decennio. Il numero di Aventador vendute supera quello di tutti i precedenti modelli Lamborghini V12 sommati insieme: nel suo quinto anno di produzione, l’azienda ha raggiunto quota 5.000 unità consegnate, l’equivalente di tutti gli esemplari di Murciélago mai prodotti, arrivando a consegnare l’esemplare numero 10.000 di Aventador nel settembre del 2020.

Lamborghini Aventador: il possente V12

Il motore a 12 cilindri da 6,5 litri da 700 CV garantiva un’accelerazione 0-100 km/h da soli 2,9 secondi e una velocità massima di 350 km/h. Con 650 Nm di coppia e una curva di coppia ottimizzata, la potenza di trazione, il dinamismo, l’efficienza aerodinamica e la precisione di guida della Aventador, accompagnati dal rombo del motore V12, si sono evoluti per mantenere intatti lo status e il fascino leggendario di Aventador lungo tutto corso della sua storia. Oggi tutto questo è passato, ma il fascino di questa vettura resterà intatto. Una supercar leggendaria, non solo per Lamborghini.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →