F1, Felipe Massa e le difficoltà della Ferrari

Felipe Massa, ex pilota della Ferrari, ha parlato delle evidenti difficoltà della Scuderia di Maranello in F1 e del perché in questi anni sono esistite.

Il 2 novembre del 2008 è uno dei giorni più drammatici della storia della Scuderia Ferrari, perché sotto alla pioggia di Interlagos in Brasile, ha preso forma uno psicodramma difficile da superare. Felipe Massa, brasiliano e idolo locale, vince la gara e taglia il traguardo da campione del mondo. Appena 45 secondi dopo la situazione si capovolge, Lewis Hamilton agguanta l’ottava posizione all’ultima curva e conquista 1 punto, quanto basta per diventare lui campione del mondo per la prima volta nella sua carriera. Quel giorno la luce di Felipe Massa si è spenta, sarebbe stato il primo iridato brasiliano dai tempi di Ayrton Senna e forse la sua carriera n F1 sarebbe stata diversa, anche se con 11 vittorie all’attivo, tutte con la Ferrari, qualcosa di buono ha sicuramente lasciato a questo sport.

Le difficoltà della Ferrari

Il 2008 si concluse comunque con la vittoria del sedicesimo e ultimo titolo costruttori per Maranello, al quale Massa ha dato un contributo molto prezioso. Da allora la bacheca della Ferrari non è stata aggiornata, ma per l’ex pilota brasiliano questo è normale, come ha raccontato ad AS:

Le difficoltà della Ferrari? Non sono una sorpresa. Gli anni migliori per loro sono stati quelli dei titoli vinti con Schumacher. E poi anche il 2006, il 2007 e il 2008. Dal 2009, invece, non sono mai più stati il punto di riferimento della categoria e le cose sono continuate così fino a oggi. Ci sono stati molti cambiamenti regolamentari in cui sarebbe stato importante avere una mentalità più fredda, ma questo non è così semplice in Ferrari.

Chance dal prossimo anno?

Dal 2022 la Formula 1 presenterà dei sostanziosi cambiamenti, un’occasione ottima per la Ferrari per ritornare a essere protagonista e una seria candidata al titolo. Questa speranza la nutre anche Felipe Massa, uno che si reputa senza ombra di dubbio un vero ferrarista:

Spero che, con i cambiamenti tecnici del 2022 – ha aggiunto Massa – la Ferrari possa vincere ancora. Io sono un ferrarista, ma bisogna ammettere che non sarà facile. Sarà necessario un lavoro molto intenso e grande sangue freddo per riuscire a centrare dei buoni risultati. I piloti? Non sono loro il problema… Sainz si è integrato bene dimostrando di essere molto forte e forma una coppia molto buona con Leclerc. Il problema non sono i piloti, ma la macchina e la squadra.

Ultime notizie su Formula 1

La Formula Uno (o Formula 1) è la Regina tra le competizioni motoristiche. Nel 2020 piloti e team si contenderanno il 71° campionato piloti ed il 63° campionato costruttori. E'il terzo anno dall'avvento dell [...]

Tutto su Formula 1 →