Divieto di lavare l’auto in alcuni comuni per contrastare la siccità

La siccità sta spingendo le amministrazioni locali a vietare il lavaggio con acqua potabile di auto e moto in spazi privati.

In arrivo il divieto di lavare l’auto per contrastare la crisi idrica che sta attanagliando l’Italia in questa rovente estate 2022. La siccità che in questo periodo ha colpito l’Italia sta diventando un problema sempre più preoccupante e senza soluzione. Questo inverno le scarse precipitazioni avvenute in Italia non sono state sufficienti a soddisfare il fabbisogno di acqua necessario all’agricoltura e non solo.

Una situazione idrica preoccupante

I dati sono a dir poco allarmanti considerando che nel nostro Paese quest’anno si è registrato un -80% nella sezione pioggia e -60% in quella neve. La mancanza di acqua sta spingendo le amministrazioni locali ad imporre limitazioni e divieti relativi al consumo di acqua. Tra questi segnaliamo il divieto imposto ai cittadini di alcuni comuni di utilizzare l’acqua per di lavare auto, moto e mezzi privati.

Siccità: colpito duramente il nord Italia

La siccità ha colpito in maniera particolare alcune regioni del nord come Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. Come conseguenza ci ritroviamo il fiume Po, ovvero il più grande d’Italia, in secca. Per questo motivo numerosi comuni del nord hanno imposto il divieto del lavaggio di auto e moto. Bisogna sottolineare che il divieto è valido soltanto per i lavaggi privati, quindi risultano escluse le attività commerciali di autolavaggio.

Divieto di lavare l’auto: multe salate

Questo tipo di ordinanze che includono anche il divieto di irrigazione dei giardini prevedono multe piuttosto salate a chi trasgredisce. Ad esempio, il sindaco di Trade ha imposto questa misura fino dalle 6 a mezzanotte fino al 31 agosto 2022, con multe che vanno da 25 a 500 euro per chi non rispetta l’obbligo.

In Piemonte sono già 250 comuni che hanno firmato ordinanze di questo tipo, in Emilia-Romagna è invece entrata in vigore una normativa – valida fino al 30 settembre 2022 – che impone il divieto di lavaggio auto dalle 8 alle 21 di sera.

In Veneto la situazione non è migliore: anche Vicenza, fino al 31 di agosto, è assolutamente vietato l’uso di acqua potabile per lavare i veicoli nei luoghi privati, con multe che vanno sempre da 25 a 500 euro. Tra i comuni che hanno importo divieti segnaliamo 3 comuni nel Lazio (Anguillara Sabazia, Bracciano e Trevignano Romano), Pistoia ed Empoli in Toscana e Spoleto in Umbria.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →