Come funziona il bollo auto in Emilia Romagna

Tutti i metodi di pagamento della tassa automobilistica in Emilia Romagna, come si calcola l’importo, quando va pagata, esenzioni e agevolazioni.

Analizziamo tutte le modalità di pagamento del bollo auto in Emilia Romagna: i metodi per calcolarlo, quando pagare la tassa, le modalità di pagamento del bollo online, con gli intermediari autorizzati, e quali esenzioni ed agevolazioni sulle tasse automobilistiche sono previste dalla Regione Emilia Romagna. Ricordiamo, innanzitutto, che la tassa automobilistica è obbligatoria per tutti i veicoli iscritti al PRA-Pubblico Registro Automobilistico. Il bollo auto è di competenza regionale, delle Province autonome di Trento e Bolzano e dell’Agenzia delle Entrate (per Friuli-Venezia Giulia e Sardegna). Il pagamento riguarda i proprietari di veicoli e gli utilizzatori (leasing e noleggio a lungo termine), gli usufruttuari e gli acquirenti con patto di riservato dominio sul veicolo.

Quando si paga il bollo in Emilia Romagna

  • Prima immatricolazione, uscita da esenzione per rivendita o nel caso di rientro in possesso del veicolo. La tassa di proprietà va pagata entro il mese di immatricolazione, di uscita da esenzione o di rientro in possesso, a decorrere dal primo giorno del mese. Se l’immatricolazione è avvenuta negli ultimi dieci giorni del mese, il termine di pagamento viene prorogato alla fine del mese successivo;
  • Rinnovo del bollo auto. Entro il mese successivo alla data di scadenza del bollo auto relativo all’anno precedente, a decorrere dal primo giorno del mese. se l’ultimo giorno del mese è un sabato o un giorno festivo, il termine per il pagamento slitta al primo giorno lavorativo successivo.

Con il servizio “Ricorda la Scadenza”, gli utenti possono essere avvisati in tempo utile, via mail oppure SMS, della prossima scadenza del bollo e l’importo da versare. Il servizio di notifica, gratuito, è accessibile attraverso il portale dell’Automobile Club d’Italia, nella pagina dedicata alla Regione Emilia Romagna.

Proroga bollo Emilia Romagna

Per il 2022, il pagamento delle tasse automobilistiche in Emilia Romagna in scadenza dal 1 aprile al 30 giugno 2022 può essere effettuato fino al 31 luglio 2022: è una recente decisione della Giunta regionale, adottata per venire incontro alle esigenze delle famiglie nell’attuale delicato momento di difficoltà economiche, che non comporta alcun aggravio di costi per il ritardato pagamento. La sospensione dei termini di pagamento non riguarda:

  • Le nuove immatricolazioni di veicoli effettuate dal 21 aprile al 21 maggio 2022 e dal 22 maggio al 20 giugno 2022;
  • I rientri da esenzione od interruzione dell’obbligo di pagamento del bollo;
  • Il pagamento del bollo per le targhe prova e il pagamento delle tasse di circolazione.

Come si calcola il bollo auto in Emilia Romagna

L’importo della tassa di proprietà si determina tramite diversi parametri, che cambiano in funzione della categoria del veicolo, dei dati tecnici (potenza espressa in kW, classe di inquinamento “Euro”, portata, peso complessivo), della sua destinazione d’uso (trasporto persone o trasporto merci, per conto proprio, uso privato o per conto terzi). Per calcolare il bollo auto da pagare in Emilia Romagna, è utile il servizio “Pago Bollo” disponibile nel portale Web dell’ACI: l’inserimento di alcuni dati (prima immatricolazione, rinnovo, reimmatricolazione, rientro da esenzione, riacquisto di possesso, targa Prova; tipo del veicolo; prossima scadenza del bollo; mesi di validità del bollo auto; codice fiscale o partita IVA dell’intestatario del veicolo; targa del veicolo; eventuale riduzione prevista) permette di visualizzare l’ammontare del bollo auto.

Tariffe delle tasse automobilistiche Emilia Romagna

  • Autovetture e autoveicoli Euro 0. Fino a 100 kW o 136 CV di potenza. Pagamenti annuali: 3,00 euro a kW o 2,21 euro per CV. Pagamenti frazionati: 3,09 euro a kW o 2,27 euro per CV. Per ogni kW o CV in più oltre 100 kW o 136 CV: 4,50 euro a kW-3,31 euro per CV (pagamenti annuali), 4,59 euro a kW-3,78 euro per CV (pagamenti frazionati);
  • Autovetture e autoveicoli Euro 1. Fino a 100 kW o 136 CV di potenza. Pagamenti annuali: 2,90 euro a kW o 2,13 euro per CV. Pagamenti frazionati: 2,99 euro a kW o 2,20 euro per CV. Per ogni kW o CV in più oltre 100 kW o 136 CV: 4,35 euro a kW-3,20 euro per CV (pagamenti annuali), 4,48 euro a kW-3,30 euro per CV (pagamenti frazionati);
  • Autovetture e autoveicoli Euro 2. Fino a 100 kW o 136 CV di potenza. Pagamenti annuali: 2,80 euro a kW o 2,06 euro per CV. Pagamenti frazionati: 2,88 euro a kW o 2,12 euro per CV. Per ogni kW o CV in più oltre 100 kW o 136 CV: 4,20 euro a kW-3,09 euro per CV (pagamenti annuali), 4,33 euro a kW-3,19 euro per CV (pagamenti frazionati);
  • Autovetture e autoveicoli Euro 3. Fino a 100 kW o 136 CV di potenza. Pagamenti annuali: 2,70 euro a kW o 1,99 euro per CV. Pagamenti frazionati: 2,78 euro a kW o 2,05 euro per CV. Per ogni kW o CV in più oltre 100 kW o 136 CV: 4,05 euro a kW-2,98 euro per CV (pagamenti annuali), 4,17 euro a kW-3,07 euro per CV (pagamenti frazionati);
  • Autovetture e autoveicoli Euro 4, Euro 5, Euro 6. Fino a 100 kW o 136 CV di potenza. Pagamenti annuali: 2,58 euro a kW o 1,90 euro per CV. Pagamenti frazionati: 2,66 euro a kW o 1,96 euro per CV. Per ogni kW o CV in più oltre 100 kW o 136 CV: 3,87 euro a kW-2,85 euro per CV (pagamenti annuali), 3,99 euro a kW-2,94 euro per CV (pagamenti frazionati);
  • Autovetture e autoveicoli ad uso promiscuo e autocarri a GPL, metano, elettrici ed a idrogeno. Pagamento (a partire dal sesto anno e nella misura del 25% della tassa) annuale: 2,58 euro per kW o 1,90 euro per CV. Pagamento frazionato: 2,66 euro a kW o 1,96 euro per CV;
  • Autobus. Pagamento annuale: 2,94 euro a kW o 2,16 euro per CV. Pagamento frazionato: 3,03 euro a kW o 2,23 euro per CV;
  • Autoveicoli ad uso speciale. Pagamento annuale: 0,43 euro per kW o 0,32 euro per CV. Pagamento frazionato: 0,44 euro a kW o 0,32 euro per CV;
  • Ciclomotori e rimorchi speciali. Tassa fissa di 19,11 euro;
  • Quadricicli leggeri (fino a 50 cc) e Minicar. Tassa fissa di 50 euro;
  • Motocicli oltre 50 cc Euro 0. Fino a 11 kW o 15 CV: tassa fissa 26 euro; 1,70 euro a kW o 1,25 euro per CV oltre 11 kW-15 CV;
  • Motocicli oltre 50 cc Euro 1. Fino a 11 kW o 15 CV: tassa fissa 23 euro; 1,30 euro a kW o 0,96 euro per CV oltre 11 kW-15 CV;
  • Motocicli oltre 50 cc Euro 2. Fino a 11 kW o 15 CV: tassa fissa 21 euro; 1,00 euro a kW o 0,74 euro per CV oltre 11 kW-15 CV;
  • Motocicli oltre 50 cc Euro 3 e successivi. Fino a 11 kW o 15 CV: tassa fissa 19,11 euro; 0,88 euro a kW o 0,65 euro per CV oltre 11 kW-15 CV.

Pagamento online bollo auto in Emilia Romagna

Il bollo auto in Emilia Romagna può essere pagato online, anche per i veicoli di prima immatricolazione, tramite la piattaforma PagoPA, alla quale si accede con i servizi telematici che calcolano il bollo dovuto per l’anno in corso e per le ultime tre annualità, anche a seguito del ricevimento di un sollecito o di un’ordinanza ingiunzione.

Pagamento bollo in Emilia Romagna con gli intermediari autorizzati

Il bollo auto può essere pagato anche presso:

  • Delegazioni ACI;
  • Tabaccherie e agenzie di pratiche auto autorizzate;
  • Sportelli ATM abilitati;
  • Uffici postali.

Bollo auto Emilia Romagna: esenzioni

  • Veicoli intestati a soggetti disabili con ridotte o impedite capacità motorie permanenti (comprese le disabilità agli arti superiori) o al familiare che li ha fiscalmente a carico, adattati per il trasporto della persona disabile e il cui adattamento tecnico risulti dalla carta di circolazione. L’esenzione riguarda soltanto un veicolo, con i seguenti limiti di cilindrata e potenza: fino a 2.000 cc a benzina o ibrido, fino a 2.800 cc se diesel o diesel-ibrido, fino a 150 kW se ad alimentazione elettrica;
  • Veicoli i cui proprietari o utilizzatori sono soggetti non vedenti, non udenti, con grave handicap psichico o mentale, disabili gravi (ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104), o affetti da pluriamputazioni. L’esenzione spetta anche al proprietario o all’utilizzatore che ha fiscalmente a carico il disabile. Limiti massimi di cilindrata e potenza: come sopra;
  • Autoveicoli e motoveicoli al oltre il 30. anno dalla costruzione, esclusi i veicoli ad uso professionale (ad esempio: uso scuola guida, noleggio da rimessa, pubblico da piazza e autocarri, tranne quelli fino a 3,5 tonnellate di massa complessiva intestati a privati);
  • Autoveicoli e motoveicoli (esclusi quelli adibiti ad uso professionale) tra i venti e i ventinove anni dalla costruzione, classificati d’interesse storico o collezionistico, iscritti in uno dei registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo e Registro Storico FMI, con Certificato di Rilevanza storica e collezionistica;
  • Autoveicoli, motocicli e ciclomotori a due, tre o quattro ruote, ad alimentazione elettrica da nuovi, per cinque anni dalla data di prima immatricolazione;
  • Veicoli intestati alla Regione e all’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile;

Se i veicoli ultratrentennali e i veicoli ultraventennali di interesse storico e collezionistico vengono posti in circolazione, sono soggetti al pagamento della tassa di circolazione annua per l’importo di € 25,82 (autoveicoli) e € 10,33 (motoveicoli).

Bollo auto Emilia Romagna: facilitazioni per auto a basse emissioni

Per autovetture e autoveicoli ad uso promiscuo alimentati monofuel metano o GPL ed elettrici, la Regione Emilia Romagna prevede l’esenzione per i primi 5 anni, e la riduzione al 25% del bollo auto a partire dal sesto anno. L’importo della tassa di proprietà viene determinato in 2,58 euro per kW o 1,90 euro per CV.

Ultime notizie su Tasse

Tasse

Tutto su Tasse →