Aston Martin DBX: le indiscrezioni sulla versione Mild Hybrid

In arrivo la versione Mild Hybrid per la Aston Martin DBX, ma la gamma della Super SUV britannica potrebbe essere ampliata con altre interessanti novità.

Entro fine anno la gamma della Aston Martin DBX sarà ampliata con la nuova versione Mild Hybrid da 48V. Molto probabilmente erogherà la potenza complessiva di 457 CV, grazie all’abbinamento tra il motore a benzina 3.0 Turbo a sei cilindri in linea da 435 CV e il propulsore elettrico EQ Boost+ da 22 CV di potenza, entrambi forniti da Mercedes-AMG.

Nuova versione sportiva da 639 CV?

Tuttavia, potrebbe essere aggiornata anche la declinazione standard della Aston Martin DBX, con la potenza dell’unità a benzina 4.0 V8 biturbo incrementata dagli attuali 550 CV a 585 CV. Inoltre, non è esclusa la versione più sportiva e più performante della Super SUV del Costruttore britannico, sempre con la suddetta motorizzazione, ma accreditata della potenza di 639 CV.

In futuro anche Plug-In Hybrid

Successivamente, in occasione del restyling di metà carriera, la Aston Martin DBX sarà proposta anche nell’inedita configurazione Plug-In Hybrid da oltre 800 CV di potenza complessiva. E’ prevista infatti la specifica tecnologia E-Performance – anch’essa fornita da Mercedes-AMG – con il motore 4.0 V8 biturbo a benzina abbinato al propulsore elettrico da 204 CV di potenza.

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →