Aston Martin DBX: allo studio diverse versioni

In arrivo tre novità per la Aston Martin DBX, come la sportiva AMR con la motorizzazione V12 e le configurazioni Plug-In Hybrid a propulsione ibrida.

Nel corso del 2024, in occasione del restyling di metà carriera, la gamma della Aston Martin DBX sarà ampliata con ben tre novità assolute. Stando a quanto riportato da Autocar, la Super SUV britannica sarà disponibile nella versione sportiva AMR, con il motore a benzina 5.2 V12 da 715 CV di potenza e 900 Nm di coppia massima della supercar DBS Superleggera, aggiornato alla normativa antinquinamento Euro 7.

Ibrida Plug-In con Mercedes-AMG

Inoltre, grazie alla partnership con Mercedes-Benz, la rinnovata Aston Martin DBX sarà proposta nella configurazione Plug-In Hybrid a propulsione ibrida, tra l’altro in due declinazioni. Infatti, sarebbe previsto l’abbinamento tra il propulsore a benzina 4.0 V8 biturbo e l’unità elettrica EQ Power+ da 136 CV di potenza, per la versione da circa 700 CV di potenza complessiva come le future GT63e ed S63e di Mercedes-AMG.

800 CV per la versione di punta

Il top di gamma dell’inedita Aston Martin DBX Plug-In Hybrid, invece, sarà rappresentato dalla sportiva declinazione da oltre 800 CV di potenza complessiva, grazie all’abbinamento tra il motore a benzina 4.0 V8 biturbo e il propulsore elettrico EQ Performance da 204 CV di potenza, condiviso con le future Mercedes-AMG GT73 ed S73e.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →