Maserati, la prima elettrica sarà la Ghibli

Il marchio del Tridente annuncia i piani per lo sviluppo, la produzione e l'elettrificazione dei nuovi modelli in Italia

Maserati getta le basi per il futuro elettrificato e autonomo, in linea con il programma di investimenti 2019-2021 per l'Italia da 5 miliardi di euro di FCA. Nello specifico il marchio dei Tridente annuncia i piani per la gamma di prodotti nuovi ed elettrificati a Modena, Cassino e Torino (Mirafiori e Grugliasco).

100% Made in Italy


Tutti i modelli saranno sviluppati, ingegnerizzati e prodotti esclusivamente in Italia e adotteranno sistemi a propulsione elettrica ibridi e a batteria in grado di fornire sia elevata innovazione che alte prestazioni, tipiche del DNA del Marchio. Combineranno, insomma, la tradizionale dinamica di guida con la tecnologia elettrica di nuova generazione, offrendo modalità di guida uniche, autonomia estesa e capacità di ricarica ultraveloce. Per quanto riguarda la guida autonoma, la base di partenza per le nuove Maserati sarà il livello 2, per arrivare presto al livello 3 in grado di offrire una quasi completa indipendenza del veicolo, capace di mantenere la carreggiata e di portare il veicolo ad uno stop di sicurezza sul lato della strada nel caso in cui il conducente non sia in grado di assumerne il controllo.

Ghibli prima elettrica


Nel 2020 la Casa del Tridente avvierà il programma di elettrificazione e la Maserati Ghibli, prodotta a Torino, sarà la prima vettura elettrica ibrida del Marchio. Sarà prodotta nello stabilimento di Modena, dove sono in corso importanti aggiornamenti sulla linea di produzione volti ad ospitare anche la versione elettrica. Successivamente arriverà un nuovo “utility vehicle” Maserati costruito a Cassino e destinato ad avere un ruolo di primo piano per il Marchio grazie alle innovative tecnologie. Un investimento di circa 800 milioni di euro verrà utilizzato per la costruzione della nuova linea di produzione, che prenderà il via alla fine del primo trimestre del 2020. L’uscita dalla linea delle prime auto pre-serie è prevista entro il 2021.

Modena ruolo strategico


Sempre a Torino, dove FCA sta investendo ben 800 milioni di euro, si produrranno anche le future versioni elettriche di GranTurismo e GranCabrio. Inoltre, Maserati sta innovando anche il centro di Modena, che continuerà anche a svolgere un ruolo strategico come sede del Marchio. Lì è infatti già iniziata la costruzione di una linea di verniciatura, del tutto nuova per l’impianto, dotata di tecnologie innovative a basso impatto ambientale.

  • shares
  • Mail