Lancia Stratos stradale in vendita: auto sportiva da collezione

Una Lancia Stratos stradale è un pezzo di alta collezione, che non può mancare nel garage di chi ama il fantastico mondo delle auto torinesi da rally.

Quando una Lancia Stratos HF torna sul mercato, i collezionisti vedono sempre una grande opportunità per assicurarsi un'auto sportiva entrata di diritto nella storia dei mezzi a quattro ruote. Ghiotta l'occasione offerta da Girardo & Co., che propone in vendita un esemplare del modello (simile a quello nella foto). Ovvio che per farci un pensierino bisogna essere ricchi, ma a volte la dea bendata può regalare sorprese anche ai comuni mortali.

Il lotto in catalogo fu completato nel gennaio 1975, ma la costruzione della vettura iniziò nell'agosto del 1974. Ancora oggi l'auto conserva l'abbinamento cromatico delle origini, con carrozzeria rossa e interni con sedili neri e alcantara avana.

Come si legge nel sito di Girardo & Co., dal 1993 al 1997 questa Lancia Stratos HF stradale ha trovato posto nel garage di un noto collezionista francese, che l'ha fatta restaurare nel pieno rispetto delle note originali. Poi alcuni passaggi di proprietà, che hanno traghettato la "custodia" del modello fino ai nostri giorni.

Un altro restauro, di natura cosmetica, è stato eseguito dall'attuale owner. Il lifting ha compreso la riverniciatura, con la tinta originale di questo prezioso esemplare. Altri interventi hanno riguardato il cambio, ricostruito per tornare nel pieno della sua efficienza. Oggi l'auto sportiva torinese è di nuovo in vendita, in condizioni invidiabili. Il prezzo è su richiesta.

La Lancia Stratos è un'opera d'arte, dalla linea avveniristica, spinta dal 6 cilindri della Dino 246, che suona come un violino, accordato dagli uomini Ferrari. La potenza dell'esemplare stradale è di 190 cavalli, erogati a 7000 giri al minuto. Più muscolosa la versione da gara che, come quella stradale, si giovava di una trasmissione made in Maranello.

Il telaio monoscocca centrale in lega leggera, opportunamente rinforzato, garantiva una robustezza esemplare. Sul comportamento dinamico non c'è nulla da aggiungere, vista la forza espressiva dei risultati: nel 1974 e nei due anni successivi la Stratos vinse il titolo costruttori del Campionato del Mondo Rally. In più, nel 1977, Sandro Munari si aggiudicò con lo stesso modello il titolo piloti.

Fonte | Girardo & Co.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail