Audi e-tron: svelato il suv elettrico dei Quattro Anelli

Design moderno ma che segue la tradizione della marca. Audi e-tron è il primo SUV elettrico della casa tedesca, in arrivo a fine anno. Tanta potenza e coppia, ampia autonomia, sofisticata gestione dell'energia, tecnologia avanzata

Dopo lunghe anticipazioni vediamo finalmente il SUV Audi e-tron nella sua versione di produzione. La prima auto elettrica di serie della casa degli anelli si è mostrata al mondo a San Francisco in una notte elettrizzante, è il caso di dirlo. La produzione è già stata avviata ad inizio mese nella fabbrica di Bruxelles. Il modello arriverà sui mercati europei a fine 2018. Comunicato al momento il prezzo per la Germania: partirà da 79.900 euro.

 

Audi e-tron, il primo di una stirpe


Il SUV Audi e-tron rappresenta il capostipite di una lunga serie di modelli elettrici che la marca di Ingolstadt produrrà da qui al 2025. Nel 2019 è previsto Audi e-tron Sportback, sempre un SUV. In totale saranno 12 modelli nei prossimi sette anni. Ci saranno diverse varianti di carrozzeria, SUV, berline e coupé, in diverse dimensioni. A fine 2018, durante il salone di Los Angeles, verrà inoltre presentato un nuovo concept: Audi e-tron GT, una coupé sportiva pura.

Un punto fondamentale è la condivisione delle piattaforme, l'elemento più costoso in una produzione automobilistica. Si tratta di un progetto congiunto di Audi e Porsche, da cui è nata la PPE, cioè piattaforma premium elettrica, adattabile a vetture dal segmento C a quello F, dalle carrozzerie SUV a quelle tradizionali.

 

La scheda tecnica del SUV elettrico Audi e-tron


Il SUV Audi e-tron incorpora ovviamente tanta tecnologia avanzata. Innanzitutto la trazione integrale quattro è costituita dalla presenza di due motori elettrici, uno per asse. La potenza è da auto sportiva che non scherza: 300 kW, pari a 408 cavalli. La coppia massima impressionante di 660 Newton metri è, com'è normale per i motori elettrici, immediatamente disponibile. Una coppia così elevata consente inoltre di trainare rimorchi fino a 1.800 Kg. In condizioni normali di guida viene privilegiato l'uso del motore posteriore; quello anteriore interviene nelle situazioni più difficili. Molto equilibrato e d'impronta sportiva il bilanciamento delle masse, 51% all'anteriore e 49% al posteriore.

La gestione dei motori è molto sofisticata, per ottimizzare l'efficienza, cioè per preservare la carica delle batterie. Le quali, grazie ad una capacità di 95 kWh, permettono un'autonomia di circa 400 Km, calcolati secondo il nuovo ciclo WLTP, quindi abbastanza realistici. Nonostante il consistente peso dato dalle batterie stesse, circa 700 Kg, le prestazioni di Audi e-tron restano di tutto rispetto: accelerazione 0-100 in 5,7 secondi, velocità massima 200 Km/h.

Utilizzando il sistema di ricarica rapida da 150 kW, si riesce a "rifornire" l'80% della capacità delle batterie in 30 minuti. Si può anche effettuare un collegamento standard ad una presa domestica da 2,3 kW. Invece con un collegamento a presa trifase da 11 kW la ricarica completa avviene in 8 ore e 30. I processi di ricarica e pre-climatizzazione possono essere programmati in remoto tramite l'app myAudi.

Vanno sottolineate le sospensioni pneumatiche attive di serie. Esse sono in grado di variare l'altezza da terra di 76 mm, ideale per quando si fa un po' di fuoristrada (o si deve entrare nei parcheggi sotterranei, notoriamente peggiori dei più duri percorsi offroad).

 

Design Audi e-tron, classico e moderno


Audi e-tron è un SUV grande (dal punto di vista europeo, gli americani lo considerano medio), viste le dimensioni: lunghezza 4.901 mm, larghezza 1.935 mm, altezza 1.616 mm. Il passo di 2.928 mm permette un ampio spazio per i passeggeri. Anche da un punto di vista del bagagliaio è messo bene, dato il volume di carico di da 660 a 1.725 litri. Nonostante le misure massicce, l'aerodinamica è molto curata. Abbiamo infatti un Cx di 0,27, ai vertici della categoria. Ricordiamo che una buona efficienza nella penetrazione aerodinamica si traduce ai fini pratici in un notevole risparmio di energia durante la marcia autostradale. Quindi l'autonomia delle batterie si allunga. L'appuntamento col "benzinaio alla spina" viene posticipato.

All'ottimo risultato aerodinamico contribuiscono il fondo scocca interamente carenato e il disegno dei cerchi in lega da 19 pollici. Inoltre i pneumatici 255/55 sono a bassa resistenza al rotolamento; altra energia risparmiata.

Da un punto di vista estetico, il design di Audi e-tron rispecchia fedelmente il linguaggio stilistico della casa tedesca, su tutti la grande calandra ottagonale single frame a listelli verticali. Non si può parlare di griglia perché, come tutte le auto elettriche, è chiusa. Il raffreddamento avviene in modalità e posizioni differenti da quelle tradizionali. I quattro listelli orizzontali delle luci diurne sotto i fari a LED sono il segno distintivo di e-tron. Di pura impostazione futuristica sono gli specchietti retrovisori: in realtà non esistono. Al loro posto ci sono due telecamere.

L'aspetto della vista di profilo suggerisce l'immagine di un veicolo più basso di quanto non sia in realtà. L'inserto inferiore nero in corrispondenza del sottoporta richiama l'attenzione sulle batterie (che sono sempre collocate sul fondo della vettura). In coda cattura l'attenzione l'ampio spoiler e l'abbondante estrattore aerodinamico. Si tratta pur sempre di un SUV sportivo. Anche qui ritroviamo i quattro listelli orizzontali, collocati però lungo l'estrattore, per sottolineare l'assenza dei terminali di scarico.

 

Interni Audi e-tron, lusso e comfort


Gli interni di Audi e-tron sono studiati per offrire a guidatore e passeggeri un ambiente particolarmente rilassante. La plancia è definita "wrap around" perché forma un unico arco avvolgente. Il quadro strumenti è digitale, Audi Virtual Cockpit, affiancato dai display degli specchietti telecameristici. Optional l'head-up display sul parabrezza. I due schermi del sistema multimediale MMI Touch Response (quello superiore da 10,1 pollici, quello inferiore da 8,6) sono inclinati, per una migliore visualizzazione da parte del guidatore. Niente pulsanti o manopole. I rivestimenti vanno dalla pelle Valcona all'alluminio spazzolato, disponibili anche inserti in frassino.

Il fatto di essere un'auto elettrica comporta anche un vantaggio non da poco per l'abitabilità dei passeggeri posteriori. Infatti, non esistendo una trasmissione convenzionale, non è necessario nemmeno il relativo tunnel dell'assente albero. Ciò significa che anche il passeggero centrale, solitamente il più sacrificato, ha uno spazio ottimale per le gambe.

 

La tecnologia di Audi e-tron


Il SUV elettrico Audi e-tron dispone di sofisticati sistemi di connettività. A seconda dei mercati, si può avere la navigazione avanzata MMI Plus con standard trasmissione dati LTE Advanced e hotspot Wi-Fi. I dati cartografici e le informazioni sul traffico sono costantemente aggiornati tramite il collegamento ai server di Here. La funzione di pianificazione del percorso (utilizzabile anche dallo smartphone) tiene conto delle stazioni di ricarica. Inoltre, in alcune città, i servizi Car-to-X sfruttano la comunicazione dei dati dall'auto ai server Audi per condividere informazioni importanti quali l'allerta in caso di pericoli come neve e ghiaccio o la disponibilità di posti nei parcheggi.

La tecnologia in un'auto oggi ruota prevalentemente intorno ai sistemi di assistenza alla guida. Audi e-tron è ben carrozzata da questo punto di vista. Il pacchetto Tour comprende la marcia adattiva, cioè l'adeguamento automatico della propria velocità a quella del veicolo che precede e il mantenimento della corsia di marcia. Integrando i dati di sensori, cartografia e telecamere, il veicolo è in grado di adattare la velocità prima di curve, svolte e rotatorie. Troviamo poi le varie funzioni di avviso di traffico in attraversamento, posteriore e laterale. Incluso naturalmente il parcheggio semiautomatico. Successivamente arriverà anche il parcheggio in remoto tramite smartphone.

  • shares
  • Mail