Opel Insignia GSi: velocissima al Nurburgring

L’Insignia GSi nettamente più veloce della OPC sul circuito del Nurburgring, nonostante qualche cavallo in meno.

La cura dimagrante di Opel ha fatto effetto: l’Insignia GSi sul giro al Nurburgring è stata 12 secondi più veloce rispetto alla precedente Insignia OPC, nonostante i 65 cv di potenza in meno. I meriti per l’ottima performance sono da attribuire al peso inferiore di 160 kg, all’assetto ribassato di 10 millimetri e dai benefici portati dal nuovo telaio “meccatronico” FlexRide, che regola ammortizzatori e sterzo nel giro di poche frazioni di secondo alla precisione dello sterzo.

A spingere la GSi nel tortuoso tracciato tedesco ci ha pensato il nuovo quattro cilindri 2.0 turbo a iniezione diretta da 260 CV, mentre per tenerla a bada sono state utilizzate potenti pinze Brembo a quattro pistoni del diametro di 345 millimetri. L’aderenza nelle curve dell’Inferno Verde è stata garantita dal lavoro della trazione integrale con torque vectoring e da pneumatici Michelin Pilot Sport 4 S su cerchi da 20 pollici.

Ultime notizie su Brevi

Link a notizie brevi sul mondo dell'auto

Tutto su Brevi →