Dieselgate Volkswagen: KBA ufficializza il richiamo

Dieselgate Volkswagen L’Autorità Federale dei Trasporti tedesca KBA ha ufficializzato la manovra di richiamo che coinvolgerà 8.5 milioni di veicoli in Europa.

Dieselgate Volkswagen – L’Autorità Federale dei Trasporti tedesca, KBA, ha ufficializzato le misure di richiamo per le vetture coinvolte nello scandalo emissioni. Volkswagen ha infatti annunciato che il Kraftfahrt-Bundesamt ha deciso di implementare il piano scadenzato presentato dal Gruppo tedesco la scorsa settimana, aprendo ufficialmente un richiamo.

Ciò significa che Volkswagen dovrà richiamare 8.5 milioni di veicoli in Europa, avvisando i clienti che possiedono una delle auto interessate, invitandoli a recarsi nelle ufficine autorizzate dei relativi marchi per sottoporre la propria vettura ad una serie di aggiornamenti tecnici. Gli interventi sulle vetture coinvolte nel richiamo inizieranno a gennaio 2016 e saranno eseguiti in forma totalmente gratuita su ogni veicolo coinvolto. Nelle prossime settimane Volkswagen presenterà alle autorità competenti le soluzioni tecniche che verranno apportate e che in alcuni casi si limiteranno ad aggiornamenti al software della centralina mentre in altri coinvolgeranno anche altre componenti dell’auto.

Nel mentre i clienti potranno continuare ad utilizzare le proprie vetture senza alcun tipo di restrizione. Nella nota stampa diramata da Volkswagen, il Gruppo tedesco afferma che l’attuale generazione di motori diesel EA288 non è interessata nel richiamo che coinvolgerà solo le vetture con motori Diesel Euro 5 EA189, ovvero i vari 1.2 TDI, 1.6 TDI e 2.0 TDI.

Ultime notizie su Notizie

Tutto su Notizie →