Guidare scalzi o in ciabatte si può? Ecco cosa dice il Codice della Strada

Soprattutto in estate può capitare di voler guidare a piedi scalzi o con le ciabatte. Ma si può fare ed è legale? Ecco cosa prevede il Codice della Strada.

Si può guidare l'auto scalzi o in ciabatte? Se vi siete posti questa domanda, soprattutto in estate quando dovete andare in spiaggia, sappiate che dal 1993 la risposta è: sì, potete. Ma la domanda è: vi conviene?
Fino al 1993 il Codice della Strada vietava la guida con infradito, sandali, tacchi e ogni altra calzatura che non fosse ben aderente al piede, ma con il nuovo codice questo vincolo è stato tolto, inducendo un maggiore senso di responsabilità nel guidatore.

Attualmente il Codice della Strada disciplina le norme di comportamento principalmente attraverso gli articoli 140 e 141 con commi specifici, e in particolare dichiara:

Art. 140. Principio informatore della circolazione.

1. Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale. [...]

Art. 141. Velocità.
[...] 2. Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l'arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile.

Teoricamente quindi nulla vieta di guidare scalzi, così come anche ribadito dalla Polizia di Stato in una richiesta di parere.

Tuttavia bisogna fare un ragionamento di convenienza: nel caso in cui dovesse avvenire un incidente, l'assicurazione potrebbe appigliarsi alla mancanza di calzature adeguate per imputare a voi una delle cause di responsabilità, in quanto stavate utilizzando una scarpa che potrebbe avervi ostacolato nella prontezza di riflessi. Conviene quindi correre questo rischio? A supporto di tale situazione occorre anche ricordare cosa è stato decretato dalla Cassazione penale, sezione IV, con la sentenza del 24 maggio 1978, numero 6401, ovvero: “Lo slittamento del piede dal pedale del freno non costituisce caso fortuito, ma imperizia del conducente e quindi trattasi di condotta sicuramente colposa”.

Se quindi guidare scalzi o in ciabatte è lecito secondo quanto previsto dal Codice della Strada, non è sicuramente una buona scelta per quanto riguarda il buon senso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: