Maserati Boomerang: il prototipo all'asta

L'esordio della vettura risale al salone di Torino del 1971. Fu disegnata da Giorgetto Giugiaro, che realizzò una vettura per cui si può tranquillamente spendere l'aggettivo iconica.

Un'immagine della Maserati Boomerang

I più facoltosi appassionati di vetture storiche proveranno a contendersi l’unico esemplare della Maserati Boomerang, prototipo risalente al 1971 e considerato uno fra le pietre miliari nella storia del design automobilistico: le sue forme hanno ispirato modelli diventati poi celebri, fra cui ad esempio le DeLorean DMC-12, Lotus Esprit e Maserati Merak.

La Boomerang verrà battuta all’incanto il 5 settembre 2015, a Chantilly (Francia), durante un evento organizzato dalla casa d’aste Bonhams. Uno specialista del settore ritiene che l’auto possa raggiungere una valutazione di circa 4 milioni di euro.

Il prototipo misura 4.34 metri, porta la firma di Giugiaro ed utilizza la base tecnica di una Maserati Bora, compreso il motore V8 bialbero da 4.8 litri: sviluppa 310 CV e garantisce all’auto una velocità massima nell’ordine dei 300 km/h. Fra le caratteristiche distintive c’è la strumentazione, integrata nel volante. La Boomerang venne ceduta ad un privato nel 1974 ed esposta in seguito durante alcuni fra i più prestigiosi concorsi d’eleganza.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: